Attualità
Porto San Giorgio. Incontro con i concessionari di spiaggia

I concessionari di spiaggia della Confcommercio di PSGiorgio hanno incontrato nei giorni scorsi  i Sindaco e gli assessori Talamonti e Ciabattoni sul problema legato alla musica negli chalet.

Porto San Giorgio. Incontro con i concessionari di spiaggia

Consapevoli del fatto che l’estate arriva una sola volta l’anno e che si concentra in pochi mesi di lavoro, che il lavoro negli stabilimenti balneari rappresenta la forza vitale di questa città che del turismo ha la sua ragione di sopravvivenza, che l’indotto mosso dagli stabilimenti balneari alimenta un’industria collaterale di migliaia di imprese fornitrici, che nei momenti di recessioni bisogna stringere i denti ed andare avanti investendo sulle strutture produttive e non decrementato le risorse, il sindacato ha proposto un’autoregolamentazione disciplinare che riduce le emissioni sonore negli stabilimenti balneari per incontrare le esigenze dei cittadini residenti sul lungomare.
Il disciplinare ha lo scopo di armonizzare non abbrutire il contesto commerciale della città favorendo il comune senso di appartenenza ad una città turistica dove le esigenze del mondo produttivo devono essere salvaguardate al pari delle altre categorie forti anche della consapevolezza che il contesto balneare è quello più massacrato dalla tassazione impositiva dei comuni, riferendoci in questo senso alla TARES (tassa sui rifiuti) ma è anche quello che riesce a garantire il lavoro a migliaia di giovani e di famiglie che, diversamente, sarebbero privati di questa considerevole entrata economica.
I punti dell’autoregolamentazione sono i seguenti:
-per tutto il mese di giungo gli stabilimenti balneari proporranno solo due serate musicali anziché 4 come previsto dal regolamento
-non verranno effettuati intrattenimenti sul modello del Karaoke
-richiesta anche per questo anno la chiusura notturna del lungomare dall’ora di entrata dell’isola pedonale fino al mattino alle 5.
“Sono abbastanza soddisfatto dell’esito dell’incontro, perché ci è sembrato che il Sindaco e gli assessori abbiamo accolto con favorevole interesse il nostro disciplinare, ha affermato il presidente del Sindacato Romano Montagnoli, ci aspettiamo la massima considerazione per il lavoro svolto dalla nostra organizzazione che è riuscita a convogliare le molteplici esigenze dei diversi operatori associati in un’unica strategia e progetto. Ci siamo altresì impegnati a controllare chele zone di nostra pertinenza siano sempre lasciate in buon ordine e libere da vetri e carta dopo le serate organizzate negli stabilimenti ”.

Letture:1987
Data pubblicazione : 07/06/2014 11:11
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Luca

    07-06-2014 21:42 - #1
    E' se poi qualcuno viola il disciplinare chi lo sanziona? Negli anni passati molti chalet se ne sono altamente infischiati del regolamento comunale, figuriamoci del disciipinare. E' solo una manovra per evitare un'ordinanza del Sindaco, ben ultima su tutta la riviera.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications