Attualità
Porto San Giorgio. Rinnovamento Cittadino sul fenomeno del vagabondaggio: “Realizzazione di sportelli di assistenza”

“A Porto San Giorgio si parla di tutto tranne che dei problemi dei cittadini. E se qualcuno ne parla si risponde loro che ce ne sono di ben più gravi". Interviene così Emanuele Morese, leader di Rinnovamento Cittadino, che risponde alle parole dell’assessore Gramegna.

Porto San Giorgio. Rinnovamento Cittadino sul  fenomeno del vagabondaggio: “Realizzazione di sportelli di assistenza”

Assessore sangiorgese che, spiega Morese:"Interrogato su Facebook sul fenomeno del vagabondaggio rispondeva così: 'trovare del tempo per rispondere scrivendo, non è sempre possibile, perchè attualmente le problematiche legate alle famiglie, minori, e tanta gente che ha problemi ben più seri di quello da voi evidenziato, sono molti e di gran lunga più gravi e in gran parte anche difficili da risolvere'. La sinistra - prosegue Morese di Rinnovamento Cittadino -  ha trovato il tempo di difendere il rifugiato che recentemente aveva commesso aggressioni in Viale Don Monzoni. Adesso è ora che la giunta difenda i propri cittadini e che risponda alle loro preoccupazioni con soluzioni vere e concrete”.

Rinnovamento Cittadino che spiega: "L’evanescenza dell’assessore non solo è dannosa alla città ma finisce anche con l’aumentare l’intolleranza e spaccato sociale. E nessuno auspica questa escalation. Noi proponiamo la realizzazione di alcuni sportelli di assistenza presenti nella stazione ferroviaria che forniscano un indirizzo e una conoscenza più approfondita dei servizi che il nostro territorio mette a disposizione per coloro che vivono ai margini della società. Ma, siccome sappiamo che spesso tra queste persone non ci sono solo bisognosi e che alcuni si ostinano ad occupare il suolo pubblico illegalmente, chiediamo anche che questi soggetti vengano allontanati in strutture adeguate con ogni provvedimento, che la legge consente al primo cittadino. Sembra troppo poco? E’ sicuramente più di quanto abbia realizzato o proposto l’assessorato competente che al momento continua a non farsi vedere”.

Letture:1537
Data pubblicazione : 19/07/2014 13:44
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications