Attualità
Il Tavolo della Legalità della Provincia di Fermo ringrazia le forze dell'ordine dopo l'operazione a Montegranaro contro la malavita organizzata: “Continueremo il nostro impegno"

“Esprimiamo, verso le Forze dell’ordine e la Magistratura, soddisfazione e gratitudine per l’operazione nei confronti del summit della malavita organizzata e della ‘ndrangheta, in un casale di Montegranaro. Si è trattato, indubbiamente, di un successo e di un intervento preventivo di grande importanza”. Inizia così l'intervento del Tavolo della Legalità della Provincia di Fermo a cui aderiscono oltre trenta tra scuole, comuni, associazioni.

Il Tavolo della Legalità della Provincia di Fermo ringrazia le forze dell'ordine dopo l'operazione a Montegranaro contro la malavita organizzata: “Continueremo il nostro impegno

“Nel contempo, però – prosegue la nota - manifestiamo tutta la nostra preoccupazione ed il nostro allarme; poiché quella riunione clandestina, di associazioni mafiose, è il grave segnale di un salto di qualità nel processo di penetrazione delle mafie nelle Marche e nel territorio fermano. Da tempo il Tavolo della Legalità, le Associazioni e le Amministrazioni locali che ad esso aderiscono, ripetono che non esistono “isole felici” e che tanti sono i segnali di questa penetrazione criminale in un tessuto sociale sicuramente in larga misura sano, ma nel quale la crisi può aprire – e purtroppo sta aprendo – spazi di manovra alle mafie. Uno di questi segnali sembra essere anche l’orrendo omicidio di Sarchié; e, nel manifestare la nostra vicinanza alla famiglia, vogliamo anche esprimere la nostra solidarietà alla figlia che, con coraggio e generosità, pur in un momento di grande dolore privato, lancia una campagna di impegno pubblico, nelle Marche, contro le mafie. Parteciperemo all’iniziativa da lei promossa a San Benedetto, a fine agosto”.

Componenti del tavolo della legalità che proseguono: “Noi continueremo, con maggiore forza, il nostro impegno di formazione e di informazione sulla legalità democratica e contro la mafia; perché siamo sempre più convinti che, anche nel nostro territorio, non sia un puro impegno accademico, ma, purtroppo, un lavoro di vigilanza e resistenza democratica estremamente urgente. Invitiamo tutte le forze sociali, le istituzioni, i cittadini, a tenere alta la guardia della legalità, della trasparenza e della democrazia, per contrastare il radicarsi di poteri e strategie mafiose nel nostro territorio”.

Letture:1534
Data pubblicazione : 31/07/2014 09:40
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications