Attualità
Porto San Giorgio. Nonostante il recente dragaggio del porto, ancora difficoltà per pescherecci e imbarcazioni da diporto. Il rischio d’incagliarsi rimane alto.

8 mila metri cubi di sabbia. Ecco la quantità di sabbia che è stata rimossa alcune settimane fa dal fondale del porto della città costiera, eppure il recente intervento non sembra aver risolto il problema. Per le imbarcazioni da diporto e i pescherecci l’accesso e l’uscita al molo di Porto San Giorgio risulta ancora essere un azzardo, con il rischio concreto di rimanere incagliati. 

Porto San Giorgio. Nonostante il recente dragaggio del porto, ancora difficoltà per pescherecci e imbarcazioni da diporto. Il rischio d’incagliarsi rimane alto.

E’ di alcuni giorni fa la notizia che una grossa imbarcazione da diporto abbia avuto difficoltà nell’uscire dal porto sangiorgese, in quanto il fondale aveva toccato la chiglia della barca, impedendone il libero movimento.

E’ noto da tempo come per risolvere definitivamente il problema del fondale, occorrerebbe dragare circa 200mila metri cubi di sabbia. Una quantità considerevole che implicherebbe un’importante opera di dragaggio e costi molto alti da parte dell’amministrazione cittadina. Attualmente, gli yatch non trovano impedimenti nell’uscire ed entrare dallo scalo sangiorgese, ma l’impresa diventa ardua quando si tratta di imbarcazioni di grosse dimensioni.

Nonostante ciò, una soluzione definitiva sembra, forse, alle porte: come già dichiarato dal sindaco di Porto San Giorgio, Nicola Loira, e dal comandante del Circomare, Fabrizio Strusi, a settembre sarà instituito un tavolo tecnico che proverà a organizzare una nuova operazione di dragaggio, stavolta di dimensioni ingenti, per tentare di risolvere questo problema una volta per tutte. 

Letture:1980
Data pubblicazione : 23/08/2014 13:00
Scritto da : Iacopo Luzi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications