Attualità
Porto San Giorgio. Concluso il progetto “Sicurezza in spiaggia”. I defibrillatori passano ora alle scuole

Si è concluso il progetto “Sicurezza in spiaggia” che ha dotato gli chalet di defibrillatori ed ha portato un’ambulanza a sostare sul lungomare. Nei mesi estivi molti sono stati gli interventi fatti dalla Croce Azzurra, ma fortunatamente non è stato registrato nessun caso mortale.

Porto San Giorgio. Concluso il progetto “Sicurezza in spiaggia”. I defibrillatori passano ora alle scuole

L’estate 2014 è stata certamente più sicura, dopo che gli chalet sono stati dotati di defibrillatore semiautomatico (DAE), alcuni bagnini sono stati formati per utilizzarli e la Croce Azzurra ha impiegato un suo mezzo e l’opera dei propri volontari per garantire, in caso di necessità, un pronto intervento. Una sessantina sono le uscite fatte dall’ambulanza che ha sostato nell’area antistante la sede dell’Avis sangiorgese, di cui 8 di codice rosso, 30 di codice giallo, 18 di codice verde; per fortuna tutti questi interventi hanno avuto una conclusione positiva.

“Un lavoro di sinergia tra istituzioni e associazioni ben riuscito” è il commento dei medici dell’Asur, mentre i militi della Croce Azzurra fanno sapere di essere “onorati di aver portato a termine e di aver voluto un progetto che coinvolgeva tutti”. Al pubblico soccorso e alle associazioni Nicolò Serroni Onlus e Rotaract (che promuove il progetto Una scossa per la vita), così come all’Asur, all’Avis, al Marina Service, alla sezione balneari della Confcommercio e alla Capitaneria di porto, va il ringraziamento del sindaco Loira che ha fortemente voluto questo progetto, coordinandolo e stimolandone la realizzazione. “Ciò di cui vado più fiero – parole del sindaco – è aver acceso una scintilla che ha dato luce alla solidarietà. La sicurezza in spiaggia non finisce qui. Continuerà con l’aggiornamento e la formazione degli operatori, e la garanzia che i defibrillatori siano sempre pronti e funzionanti in caso di necessità”.

Gli apparecchi DAE, così come confermato da Romano Montagnoli, presidente dei balneari, passano ora alle scuole e alle associazioni sportive, per poi tornare in spiaggia nella prossima estate 2015. Al bilancio, sicuramente positivo, dell’iniziativa, erano presenti Nicola Loira (sindaco di Porto San Giorgio), Paolo Signore (medico responsabile de “Una scossa per la vita”), Sandro Serroni (presidente associazione Nicolò Serroni onlus), Massimo Agostini e Susanna Angelici (Croce Azzurra Porto San Giorgio), i dottori Antonio Ciucani e Flavio Postacchini (118, Asur 4), il dott. Licio Livini (Asur 4), Giuseppe Catalini (direttivo Avis) e il luogotenente Astelli (Guardia Costiera).

Letture:2175
Data pubblicazione : 14/09/2014 10:00
Scritto da : Chiara Morini
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications