Attualità
Il decreto “Sblocca Italia” sblocca anche Porto San Giorgio: saranno completate 17 opere pubbliche per complessivi 2,7 milioni di euro

Sono 17 le opere pubbliche, per un totale di due milioni e 700 mila euro, che saranno completate nei prossimi mesi grazie al decreto c.d. “Sblocca Italia”, che consentirà al comune di Porto San Giorgio di pagare chi ha fatto lavori e avviare quanto ancora resta sospeso.  L’iter è già noto dalle scorse settimane: il sindaco di Porto San Giorgio, nel rispondere alla lettera del Presidente del Consiglio Matteo Renzi, faceva presente che in città le opere non erano bloccate a causa di problemi burocratici, bensì per il patto di stabilità che non consentiva all’ente di spendere i soldi che esso stesso aveva.

Il decreto “Sblocca Italia” sblocca anche Porto San Giorgio: saranno completate 17 opere pubbliche per complessivi 2,7 milioni di euro

In seguito l’annuncio, da parte del governo, dello stanziamento di 250.000.000 € destinati a sbloccare somme in casi come quelli del comune di Porto San Giorgio, invitando gli enti a segnalare quali fossero le opere avviate, quali quelle già eseguite e quali invece approvate e finanziate, ma non ancona cominciate. Il sindaco Loira e altri 127 comuni hanno risposto, e il 28 ottobre 2014 un decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha stanziato 200 milioni di euro per i 128 comuni che avevano segnalato quanto necessario alle proprie città.

“Porto San Giorgio ha avuto approvate tutte le 17 opere segnalate – comunica Loira – e, insieme a Casale Monferrato, è l’unica città che ne ha avute così tante. Non solo siamo l’unica città delle province di Ascoli e Fermo a poter beneficiare dell’allentamento del patto di stabilità”. Il sindaco ha dialogato col governo ed è riuscito ad ottenere che la città possa finalmente smettere di soffrire il ritardo nella realizzazione di alcune opere che aspetta da troppo tempo. “Questa – aggiunge il sindaco – è la migliore risposta che si possa dare a chi, nelle scorse settimane, mi accusava di mentire alla città”.

Nelle briglie del patto di stabilità era finito, ad esempio, il viale Cavallotti che, se la ditta avesse potuto ricevere i soldi in tempo, sarebbe stato terminato nello scorso mese di luglio. Un milione dunque andrà a quest’opera, alla quale si aggiungono le manutenzioni di strade e pubblica illuminazione (800 mila euro), di standard urbanistici esistenti (35 mila euro), delle scuole medie (250 mila euro) e materne (50 mila euro). A queste vanno sommate le manutenzioni straordinarie di impianti sportivi (38 mila euro), di edifici comunali (47 mila euro), del teatro comunale (20 mila euro). Non bisogna tralasciare l’area ex Grand Hotel (680 mila euro), i cui lavori stanno avanzando, la messa in sicurezza del fiume Ete (119 mila euro), l’ampliamento del collegamento di via Misericordia con Corso Garibaldi (66.500 euro) e la costruzione di nuovi loculi cimiteriali (38 mila euro). Ultimo, ma non meno importante, è l’intervento a difesa della costa per un totale di circa 100 mila euro.

“Ora tutte le ditte che lavorano o hanno lavorato con noi potranno finalmente ricevere le somme dovute e non ancora incassate. Inoltre potremo procedere con gli investimenti già fatti” conclude il sindaco Loira. 

Letture:2426
Data pubblicazione : 05/11/2014 15:08
Scritto da : Chiara Morini
Commenti dei lettori
6 commenti presenti
  • Rosicone

    07-11-2014 15:25 - #6
    Marco rosica e rirosica. Se c'e' qualcosa svenduta sottocosto fai, e gli esempi non ti mancano,la tua bella denuncia con nomi e cognomi. Di nauseante in questo successo di Loira ci sono i soliti detrattori, che pescano nel centrodestra, prendendone poi le distanze. Rosica
  • Marco

    06-11-2014 21:15 - #5
    Il Sindaco Loira ottiene l'encomio di una greppia di servi della carta stampata e online oggi, e evidentemente la greppia riscuote successo a giudicare dai commenti entusiastici degli accoliti. Peccato che nonostante le magnificenti imprese del Sindaco, poi si sia costretti a chiudere il bilancio di previsione inserendo la vendita di immobili andati svenduti a prezzi molto inferiori quali quello inserito nel rendiconto. Peccato ancora sbloccare dal Patto di Stabilità la liquidità necessaria per pagare imprese che hanno fatto un lavoro pessimo (vedi Viale Cavallotti) per presunte inadempienze dell'ufficio tecnico e di chi dovrebbe sorvegliarlo da vicino, visto i soggettoni che lo popolano. Peccato che c'è chi s'è fatto sbloccare 5 milioni e mezzo per 4 sottopassi senza tutto questo clamore mediatico, e chi come qualche Sindaco di centodestra (e chi scrive non lo è) ha preferito non vantare nessun rapporto di vicinanza col Presidente del Consiglio, pur beneficiando dello stesso trattamento di Loira. Se Loira ha potuto avanzare queste richieste non è né per merito suo, né per i suoi predecessori, ma perché i cittadini sangiorgesi nell'ultimo 30ennio hanno pagato di tasca loro milioni di euro di profumatissime tasche. Questa sagra dell'elogio di oggi è davvero nauseante!
  • Piero

    06-11-2014 15:55 - #4
    questo è stato anche il risultato generato da un serio e accurato lavoro fatto sul bilancio dall'assessore Bisonni e dal suo staff comunale, ai quali deve essere riconosciuta professionalità e capacità. I detrattori prendano esempio specialmente chi, nel passato, ha malamente gestito l'attività municipale e che oggi minaccia ricorsi in preda a crisi di nervi e paranoiche profusioni di chiacchiere inutili e incomprensibili. Un po' di autocritica verso il proprio operato non guasterebbe......
  • Nello

    06-11-2014 15:06 - #3
    Complimenti Nicola. Fatti non pugnette. Quest`ultime lasciale a qualcun altro che da tempo ce se mmazza. Ogni riferimento e'puramente casuale.
  • mario

    06-11-2014 09:25 - #2
    E adesso cosa dirà il civico al100% Agostini, ancora una volta smentito dai fatti e dalla politica delle persone serie, ai suoi zelanti ammiratori? Che c'è stato un complotto a suo danno? Che questi soldi li aveva chiesti e se li era meritati la sua la sua gloriosa giunta? Che è tutto un imbroglio dell'Amministrazione per gettare fumo negli occhi ai cittadini inconsapevoli? Che presenterà un ulteriore esposto alla procura, al T.A.R., o al Consiglio di Stato? Si metta il cuore in pace. La serietà e la sobrietà hanno trionfato sul populismo suo e dei "comitati".
  • Lorenzo

    05-11-2014 19:06 - #1
    Un grande plauso al Sindaco Loira che, nonostante gli atti vili e di sciacallaggio (..)dei soliti, sta mettendo a segno cose importanti per la città. Quel qualcuno che evocò il millantato credito avrà l'umiltà di chiedere scusa e cospargersi il capo di cenere?????
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications