Attualità
La storia di Ivo Ortolani, il falegname in ferie dal 1992. GUARDA LE FOTO

Signori e signore, benvenuti nella Sala dei Ritratti, una nuova rubrica di Informazione.tv, dove ogni 10 giorni troverete dei racconti, diciamo delle piccole biografie, per raccontare degli abitanti della nostra provincia o per parlare dei fermani in giro per il mondo. Non importa che siano famosi, illustri o celebri, l'importante è che abbiano una storia da raccontare...

La storia di Ivo Ortolani, il falegname in ferie dal 1992. GUARDA LE FOTO

Non ero mai stato ad Amandola in vita mia. Giuro, mai.

Ventisei anni e nemmeno una volta avevo avuto l'occasione di recarmi ad Amandola, neanche con la scusa di andare a mangiare un gelato alla "Casa del Gelato". Niente.

Poi per caso, una mia amica australiana mi chiese di portarla a vedere l'entroterra fermano: quale occasione migliore per recarsi finalmente ad Amandola?!

Girando fra i vicoli del paese, fino a raggiungere la parte più alta, mentre il cielo già preannunciava un acquazzone da lì a pochi minuti, ecco ritrovarmi di fronte una vecchia porta con su scritto "Il falegname va in ferie dal 23/12/2012 al 31/12/2014".

Pensai: "Ammazza, il tipo si è preso le ferie brevi".

Sembrava finita lì la cosa eppure, tornando verso Fermo, la sera, decisi che avrei voluto approfondire questa storia e conoscere il suddetto falegname. Grazie all'aiuto del nostro corrispondente da Amandola, Marco Squarcia, tutto ciò mi fu possibile.

Il suo nome è Ivo Ortolani, sessantasette anni manco a sentirli, vedovo, due figlie, una vita passata fra i tavoli e gli attrezzi della sua falegnameria.

Mi accoglie nella sua officina, in un giorno di pioggia (ma piove sempre ad Amandola?), e mi fa fare un giro al suo interno: mi mostra i suoi arnesi, i suoi utensili, i macchinari usati per più di quarant'anni, che ora rimangono fermi, mentre la polvere e le ragnatele avanzano.

E' un pensionato, e alla domanda sul perché di quei cartelli appesi all'ingresso, mi risponde: "E' dal 1992 che appendo quei cartelli, lo sai? All'inizio era semplicemente un modo per tenere lontane le persone, visto che avevo sempre troppe cose da fare. Grazie ai cartelli avevo finalmente modo di respirare ed entrava solo chi sapeva che non ero veramente in ferie. Poi con il tempo mi ci sono affezionato, tanto da diventare una tradizione, e quindi li ho lasciati appesi, cambiando ciclicamente le date delle ferie. Ma adesso le cose sono cambiate, sono in ferie per non chiudere...".

Ivo e la sua famiglia sono falegnami da più di cent'anni , instancabile lavoratore, nonostante la pensione e il tempo di crisi, non si è mai rassegnato e ha deciso di tenere "aperta" la sua attività.

"Avrei potuto chiudere, è vero, ma non me la sentivo proprio. Non volevo rassegnarmi al fatto che dovessi smettere di essere un falegname per sempre. A me è il lavoro che mi tiene in vita e perciò ho deciso di andare in ferie, in attesa che i tempi migliorino."

Nonostante le vacanze forzate, Ivo ha ancora qualche lavoretto, ma nulla che gli permetta di tenere aperta la falegnameria sul serio. Quando è giù di corda, sale in sella al suo maxi-scooter e gira per i monti e le colline del Fermano. Vorrebbe trovare qualche ragazzo a cui insegnare la nobile arte della falegnameria, ma a quanto sembra nessuno è interessato alla cosa.

"Io vorrei avere qualcuno che possa portare avanti l'attività, ma sembra che ai ragazzi interessi tutt'altro. Non capisco."

Ovviamente la speranza è che le cose vadano meglio e attraversando le varie sezioni della sua falegnameria, posso percepire quanta vita sia passata per quelle stanze,il sudore, la passione, la sofferenza, il piacere di vedere terminato un mobile, un tavolo, una credenza dopo tanto faticoso lavoro.

Guardando gli occhi di Ivo, intravedo, ma solo per un istante, la sua tristezza, quasi commozione, che poi sparisce, coperta dal suono della sua voce. E posso percepire quanto sia dura per lui, adesso, vedere come le cose siano cambiate.

Eppure Ivo ha una tempra di ferro, diamine, e non molla.

Mi dice: "Chissà, forse riaprirò sul serio, oppure appenderò un nuovo cartello di fuori e le mie ferie andranno avanti. Purtroppo mi tocca essere in vacanza per non pagare i costi, ma guarda che al Comune sono ancora registrato come falegname, eh? Io non voglio lamentarmi o criticare qualcuno, ma con questi tempi di crisi, devo dire che nessuno ha provato a darmi una mano. Un aiuto. Ma questa è una situazione non solo mia, ma di tanti altri artigiani come me. Il governo non ci aiuta. Solo tasse e bollette, nonostante le cose vadano come vanno."

La volontà ferrea è quella di non chiudere. Si vede, e ne sono colpito.

Tanto che, mentre lo saluto, gli domando: "Ivo, ma ci hai mai pensato ad andare in ferie sul serio?"

La sua risposta mi lascia di stucco: "Le mie vere ferie sono quando lavoro."

 

 

[La rubrica è nuova e chiunque voglia segnalarci qualche storia, qualche personaggio, potrà scrivere a redazione@informazione.tv.]

 

Letture:8720
Data pubblicazione : 05/12/2014 12:13
Scritto da : Iacopo Luzi
Commenti dei lettori
2 commenti presenti
  • indignato

    07-12-2014 10:28 - #2
    egregio signor Ivo come vuole che ci aiuti lo stato, non siamo in grado noi poveri mortali di competere con chi dà loro profumate mazzete,dobbiamo pregare x la salute e il tempo buono come credevano i nostri avi.Saluti.
  • Stefano Peccerillo

    05-12-2014 14:38 - #1
    Ivo rappresenta gli artigiani di tutta Italia...ed e' l'Italia che non rappresenta piu' le persone come Ivo e come tutti gli altri artigiani e commercianti che grazie ad una partita iva hanno cambiato il posto di lavoro in un posto di combattimento.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications