Attualità
Fermo e i suoi giovani: dalle festività dimenticate agli eventi scomparsi….Eppure una speranza ancora c’è

Ci sono le mostre, c’è il teatro (sui costi e sponsorizzazioni del quale sarebbe da aprire un interessante discorso), non mancano le bancarelle, trionfa la Cultura (quella con la C maiuscola), ma è così evidente che dei giovani, cara amministrazione….ci si è ancora una volta scordati. Sparito il baratto del libro scolastico al mercato coperto, cancellato il concorso per le band musicali delle scuole il Mangiadischi, anche in queste festività natalizie mi trovo a chiedere…che cosa dovrebbe spingere un adolescente di 15 anni, un giovane di 20, un ragazzo di 25 ad uscire (o anche a rimanere) a Fermo? Ma quando vi riunite queste domande non se le pone più nessuno?

Fermo e i suoi giovani: dalle festività dimenticate agli eventi scomparsi….Eppure una speranza ancora c’è

Mi spiego: nelle festività del 2011 ci fu il PalaNatale come contenitore di pomeriggi e serate per i ragazzi; nel 2012 toccò all’indovinatissima pista di ghiaccio ed anche nel 2013 l’allora assessore Trasatti trovò modo di collocare la Nufabric con i loro eventi ed animazioni in centro per la durata delle festività.

A parte la classica serata di Capodanno (e ci mancherebbe altro) o l’evento della tombolata del 20, quale punto di riferimento si da in questa Città ai ragazzi? Li si vuole per forza cacciare da Fermo o proprio non compaiono nei pensieri di chi dovrebbe avere il timone della Città? Ripeto, non con poco dispiacere ho visto scomparire quest’anno iniziative proposte con successo per i ragazzi, come il baratto del libro usato scolastico o il concorso musicale per i ragazzi delle superiori e non solo “Il Mangiadischi” che da quanto apprendo è stato immediatamente eliminato…Mi chiedo a questo punto se si arriverà anche alla demolizione della pista da skate fatta proprio per i ragazzi?. E allora, se poi non si danno spazi concreti, eventi e possibilità vere ai ragazzi che senso ha riformare intorno a se la classe, magari per qualche nostalgia della cattedra, chiamandola “consulta dei giovani”, scordandosi poi di loro anche nelle prossime festività? Ora una possibilità questa Città la offrirà a breve: mi giungono notizie che ormai i locali della Ex PoloPopHouse sono pronti all’uso dopo la ristrutturazione e la dotazione di laboratori multidisciplinari avutasi grazie a fondi in parte regionali ed in parte vincolati al sociale (quindi con peso zero nei confronti dei fermani) che, grazie all’aiuto dei Servizi Sociali e dei Lavori Pubblici, riuscii a destinare proprio per la riqualificazione di quell’immobile ad uso dei ragazzi, non senza qualche storcimento di naso in Giunta. Però questa chance ora non va sprecata: bisogna scendere dal piedistallo, dal quale il qualcuno ama impartire lezioni di vita e politiche, ed ascoltare i reali bisogni dei ragazzi. Bisogna saper ascoltare e condividere e non avere la presunzione di essere i depositari della verità per la galassia giovanile. Diamo la possibilità reale ai ragazzi di sfruttare quegli spazi, non ne facciamo un’ennesima aula, per favore.

Letture:2781
Data pubblicazione : 15/12/2014 14:29
Scritto da : Paolo Calcinaro
Commenti dei lettori
11 commenti presenti
  • mendicante

    16-12-2014 09:35 - #11
    Il problema sono i fermani in sé, e i politici che votano...
  • Calcinaro parla

    16-12-2014 08:43 - #10
    Peggio verrà ... Con i soldi del bilancio regionale 2015 ridotti all'osso l'amministrazione può far ben poco. Se i privati non si avvicinano ai giovani contribuendo finanziariamente spariranno molte altre realtà. Hanno voluto cinema e centri commerciali in periferia questi sono i risultati. Politiche cementificatorie sbagliate hanno spopolato il centro
  • Provocazione: facciamo una scommessa?

    16-12-2014 07:37 - #9
    Facciamo una scommessa. Vogliamo far diventare Fermo una Frazione di Porto San Giorgio? Scommettiamo che in capo a pochi mesi Fermo ritorna attrattiva? Non penso sia una questione solo di moda (che per definizione è "passeggera", e allora non dovremmo neppure porci il problema), penso che sia piuttosto una questione di mentalità, di "saperci fare". La Città Salotto (qualcuno dice la "Città Imbalsamata") sicuramente piace ai turisti quando arrivano e - a dirla tutta - anche a me quando mi passeggio e mi gusto Fermo antica e "tutta per me", ad ogni ora del giorno e della notte (ogni singolo mattone di Fermo è un libro aperto che racconta di millenni di Storia), ma poi chi ne trae vantaggio sono sempre e puntualmente "i vicini" e non le persone che cercano di viverci. Chi ne trae netto vantaggio sono quelli più pronti ad accogliere e a ricevere gente e ad offrire spazio alle novità e alle nuove energie. E allora, diamo pure sfogo alle energie vitali di questa nostra Fermo, alla pura creatività, diamo sempre Spazio alla Galassia Giovani (sembra quasi una frase tratta da Star Trek!): non costa molto e potrebbe davvero portare ad un'infinità di grandi vantaggi per tutti noi.
  • giovanna

    15-12-2014 20:17 - #8
    Non voglio dire che ci debba fare qualcosa il Comune, ma solo a me sembra assurdo che non ci sia una macelleria (oltre a parecchie altre attività, vabbè ) in tutto il centro storico ? L'unica rimasta, a mezzo passo dalla piazza, ha chiuso da un po', lasciando insegna e tutto. Possibile che non ci sia nessuno, giovane o meno giovane, con questa crisi, che non abbia voglia di rimboccarsi le maniche e riaprirla al pubblico, magari con un aiutino istituzionale ? Il lavoro sarebbe garantito ! Mah !
  • Lucilla

    15-12-2014 19:05 - #7
    Sono d'accordo con Calcinaro! La cresta, l'abbassi l'amministrazione che per valorizzare la Piazza Salotto fa come quelle casalinghe che non ti fanno sedere sul divano per non farlo trovare sgualcito da un eventuale ospite, che non arriverà mai! Viviamo la nostra piazza! Vivacizziamola con un po' di vita, qualunque essa sia! meglio eventi semplici e forse poco "elevati" che il macabro deserto di una piazza buia!!! Non è nostalgia per gli anni 80/90, è paura di un futuro di morte per la mia amata FERMO!!!
  • Calcinaro sta invecchiando a caccia della poltroncina: w i ggiovani !

    15-12-2014 17:31 - #6
    ma un pò di inventiva questi cciovani e su mpò! si diano da fare e si organizzino che il comune ha ben altro cui pensare.. mi pare sia sotto gli occhi di tutti.. Calcinaro i ggiovani ti aspettano come la manna dal cielo per vivere bene cciovani.. ma tu non sei più tanto ggiovane..
  • Mix

    15-12-2014 17:26 - #5
    Ancora con questa storia delle luci? Beh preferirei qualche concerto in più in piazza o usare il teatro dell'Aquila e l'auditorium San Martino per altre iniziative ridimensionando le opere o operette invece delle solite "lucette " di natale. L'unica cosa giusta che hanno fatto è stata risparmiare sulle "lucette" e proiettare l'Adorazione dei pastori di Rubens, la trovo geniale per pubblicizzare un quadro ed io sinceramente lo vedo anche dalle scale di San Rocco.
  • joe

    15-12-2014 17:01 - #4
    già ai tempi che non esistevano i centri commerciali, le città costiere erano di più attrattiva per i giovani. E' un discorso comune a tutte le realtà dell'interno, ancor più per Fermo che, a differenza di Ascoli, Macerata ed Urbino, per citare altri capoluoghi di provincia, dista solo 4 km dalla costa. Le critiche sono tutte lodevoli però non si può chiedere ad un centro storico di trasformarsi in qualcosa che non gli appartiene...tipo mega gazebo assurdi e via dicendo. Non è detto che per forza fermo debba attrarre persone di ogni età, il problema è che non attrae alcuno! Chiediamoci se, per differenziare l'offerta, cosa offre, non dico ai 15enni, ma ai 30enni, 40enni e 60enni.....nulla più di un luogo caratteristico per fare due passi, talvolta senza poter nemmeno mangiare qualcosa di decente. Non amo questa amministrazione, ma a mia memoria, negli ultimi 15 anni è stato sempre tale e quale il centro, la differenza è che la crisi ha peggiorato lo stato del commercio, ma questo accade anche a viale ceccarini a riccione dove hanno chiuso fior fior di boutique.
  • Carlo

    15-12-2014 16:48 - #3
    Per vedere un 15enne in piazza dovresti radere al suolo locali, multiplex centri commerciali... Sono cambiati i tempi lo volete capire, sì o no? I giovani negli anni 90 andavano in piazza e non c'era nulla, non c'erano eventi per loro, niente di niente... venivano perché era di moda... perché non c'era altro... (e aprivano sale gioco e/o altri negozi perché c'eranbo i ragazzi). Non si fanno più le vasche, è una questione sociologica... (i giovani non li attiri con le "caramelle": pistarella di ghiaccio e concorso per band)... Se ti interessano i giovani, come Amministrazione è meglio che fai prima uno studio approfondito su dove vanno adesso, cosa fanno ecc... Comunque non ho capito cosa sono questi eventi con C maiuscola (cioè li conosco... ma diciamo ch'è una c minuscola... con affetto).
  • marco

    15-12-2014 15:49 - #2
    Invece quando c'eri tu c'era talmente tanta affluenza in Piazza che sembrava di stare al Carnevale di Venezia... E daje, abbassa 'ssà cresta e non mistificare la realtà.
  • tristezza a palate

    15-12-2014 15:06 - #1
    Fare un giro per piazza in questi giorni è sconfortante. Le luci non ci sono, per vedere i dipinti proiettati sul comune bisogna andare là sotto. E l'albero... Gli anni passati attorno alla base c'erano fiori, acqua... ora ci hanno messo quattro transenne tipo per non farci andare i cani. ma che roba è? Il natale di Fermo è a Porto san Giorgio...
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications