Attualità
Pesca. L'assessore Sara Giannini sostiene le ragioni dei vongolari: "Il Governo nazionale chieda una revisione della normativa comunitaria, troppo penalizzante per le marineria locali"

L'assessore regionale alla Pesca, Sarà Giannini, tornerà a chiedere al ministro Maurizio Martina (Politiche agricole) che l'Italia si batta, a Bruxelles, per una revisione dell'attuale normativa comunitaria, troppo penalizzante per chi esercita la pesca delle vongole.

Pesca. L'assessore Sara Giannini sostiene le ragioni dei vongolari:

"Tale comparto è importante per l'economia locale e i regolamenti europei, restrittivi oltre ogni ragionevole tutela, lo stanno mettendo in forte crisi (le Marche, con 221 imbarcazioni, rappresentano, da sole, un terzo delle vongolare italiane), in quanto non tengono conto delle reali esigenze del settore e delle peculiarità del Mare Adriatico, senza possibilità di deroga alcuna", afferma l'assessore Giannini. La Regione Marche sostiene le ragioni dei quattro Consorzi di gestione dei molluschi, i quali chiedono di ridiscutere i principali divieti che influenzano negativamente la loro attività economica: una flessibilità per il prodotto fuori norma (sotto taglia minima 25millimetri), per evitare le pesanti sanzioni che possono colpire anche le pescherie, favorendo la commercializzazione di prodotti esteri o addirittura congelati; una diversa gestione della distanza di pesca dalla costa (ossia nell'area più produttiva), ritornando al precedente limite di pesca oltre i 3 metri di profondità. Per questo motivo la Regione Marche trasmetterà al Ministero un progetto sperimentale di ripopolamento, proposto dal Consorzio di Pesaro e chiede che vi sia un favorevole pronunciamento in merito; tale progetto ha lo scopo di verificare l'utilizzo dell'area costiera quale zona di intensa riproduzione delle vongole, incrementando gli effetti di protezione e sviluppo della specie; ciò può essere ottenuto aumentando, prima del periodo riproduttivo, la densità delle vongole adulte nelle aree sperimentali (sono 12 zone ricomprese tra la costa e le 0,4 miglia). La sperimentazione proposta verrà inoltrata anche alle regioni dell'Adriatico, al fine di definire una progettazione concordata.

Letture:1497
Data pubblicazione : 29/01/2015 11:11
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications