Attualità
"Nanotecnologie e Ricerca". Medici e ricercatori in prima linea contro i tumori. Linea diretta con Houston

PORTO SAN GIORGIO  “Nanotecnologie e Ricerca”: ricercatori e medici marchigiani in prima linea nella lotta contro i tumori. Da Porto San Giorgio in videoconferenza con Houston, Cucuzza e lo scienziato Mauro Ferrari. Evento organizzato dal poliambulatorio Carelli

"Uno spaccato dell’Italia che cresce, crea, lavora e si afferma in campo internazionale nella lotta contro i tumori quello emerso nel corso dell’incontro “Nanotencologie e Ricerca. Le nuove frontiere della medicina”che ha riscosso un gran successo. Nella suggestiva cornice storica di Villa Rosati Montanari che nel 1883 fu anche soggiorno di Gabriele D’Annunzio, si è svolta la tavola rotonda promossa dal Poliambulatorio Carelli - fanno sapere gli organizzatori - che ha guidato gli oltre cento spettatori in un viaggio iniziato qualche mese fa sfogliando le pagine di un appassionato reportage: “Il Male curabile” scritto dal giornalista Michele Cucuzza. L’evento partito dall’intuizione dell’imprenditore Paolo Carelli che lo scorso anno volle andare ben oltre la copertina del libro avventurandosi in un convinto percorso di ricerca durato per mesi, ha chiamato a raccolta alcuni dei personaggi che del reportage fanno parte ed altri illustri professionisti che hanno illustrato la situazione oggi in Italia e all’estero in campo oncologico sotto vari aspetti e discipline, in corsia come in laboratorio, approfondendo anche sulle ultime novità in fatto di nanotecnologie applicate alla medicina. E’ stato lo stesso Mauro Ferrari, protagonista del libro e scienziato italiano a Houston dove lavorano per lui 80 persone, tra medici, matematici ed ingegneri, a collegarsi in videoconferenza dall’America con la sala e, attraverso le domande di Michele Cucuzza, ad illustrare i progressi delle sue scoperte che vorrebbero dare nuove speranze nella lotta contro i tumori. Si tratta di nanofarmaci: vettori di dimensioni infinitesimali che sarebbero capaci di trasportare le medicine direttamente al loro bersaglio. Si stanno studiando particelle ingegnerizzate che riuscirebbero a portare i loro vettori caricati di farmaci solo alle parti malate risolvendo forse il più grave problema nella cura del cancro e riducendo gli effetti collaterali. Oltre cento persone rimaste ad ascoltare in platea per tre ore nonostante si stesse trattando un argomento di difficile illustrazione. Ma ci sono riusciti i vari relatori, professionisti affermati in varie discipline, a spiegare gli sviluppi della medicina sotto diversi aspetti. Come nel caso della giovanissima ricercatrice marchigiana, Bruna Corradetti che fa parte dello staff di Mauro Ferrari in qualità di Visiting Scientist presso il Methodist Reasearch Institute di Houston (uno dei primi dieci ospedali americani) oltre ad essere biologa molecolare e ricercatrice presso l’Università Politecnica delle Marche che ha illustrato i metodi ed l’organizzazione del più importante centro di ricerca del mondo per ciò' che concerne la lotta ai tumori. Di seguito si sono alternate le relazioni del dottor Marco Romeo Psico Oncologo di secondo livello sul ruolo della psicologia nella ricerca oncologica, del professor Giuseppe Zora Medico oncologo e promotore della Bio farmacologia professore “Open International University” sull’utilizzo di farmaci biologici e naturali in grado di ristabilire il Sistema Immunitario ampiamente offeso delle terapie convenzionali, del professor Maurizio Iacoangeli neurochirurgo e ricercatore presso l’Università Politecnica delle Marche sulle attuali ricerche e terapie utilizzate in Italia nella cura dei tumori, del dottor Riccardo Centurioni Medico ematologo direttore Medicina Interna ed Ematologia di Civitanova Marche e dello stesso Paolo Carelli titolare del poliambulatorio Carelli. A moderare la tavola rotonda la giornalista Tamara Ciarrocchi.

Letture:3327
Data pubblicazione : 10/02/2015 10:05
Scritto da : redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications