Attualità
Morese (FdI): "Allarme criminalità. Chiediamo un consiglio comunale aperto"

PORTO SAN GIORGIO "Chiediamo al sindaco Loira un consiglio comunale aperto sul tema della sicurezza, così come previsto dall’art. 47 del Regolamento del Consiglio Comunale. Se non verrà concesso andremo in piazza tra i cittadini.Non c’è giorno che passi senza che si manifesti un qualche episodio di microcriminalità in città".

Morese (FdI):

“I cittadini non si sentono sicuri, le associazioni di categoria lanciano segnali d’allarme a giorni alterni, alcuni commercianti hanno deciso di organizzarsi autonomamente per la propria sicurezza e il sindaco che fa? – questa la domanda del coordinatore cittadino di Fratelli d'Italia, Emanuele Morese, che torna ancora una volta sul tanto dibattuto tema della sicurezza - Siamo consci che nessuno abbia la bacchetta magica per risolvere tutti i problemi in città ma sicuramente il silenzio o la sola speranza che certi fenomeni criminosi spariscano per incanto ci sembra una follia. Noi di Fratelli d’Italia – continua il coordinatore – non abbiamo intenzione di colorare politicamente un tema così serio per la comunità ed è con questi presupposti che chiediamo al sindaco Loira un consiglio comunale aperto sul tema della sicurezza, così come previsto dall’art. 47 del Regolamento del Consiglio Comunale. Se non verrà concesso andremo in piazza tra i cittadini. In situazioni come queste, le forze politiche devono farsi vedere compatte e soprattutto coraggiose per fare fronte comune. Discutete insieme ai cittadini quali strategie ha in cantiere l’amministrazione comunale, relazionate alla cittadinanza la situazione e soprattutto rassicuratela. Non sarebbe una cattiva idea invitare anche sua eccellenza il Prefetto per farle illustrare ai cittadini i provvedimenti che si sono presi con la stipula della convenzione tra comuni sulla sicurezza, nota ancora a pochissimi. In una parola: aprite il dialogo”. Non mancano nemmeno le stoccate all’opposizione: “Se il sindaco non parla – chiarisce Morese – non è che nella minoranza consiliare le cose vadano meglio. Sarebbe saggio, soprattutto da parte di chi si definisce la vera ed unica opposizione, di passare dalle battute sui social network alla rappresentanza vera in consiglio comunale magari spendendo due parole sulla questione della sicurezza considerando che il claudicante sistema di videosorveglianza porta la firma della passata amministrazione Agostini. Non si può far finta di nulla o peggio aspettare semplicemente che passi la nottata è necessario schierarsi con e tra i cittadini che hanno manifestato il bisogno di interloquire con chi li rappresenta. Ricordo che in campagna elettorale si parlava di essere sindaco di tutti i cittadini, ma con questo silenzio vigliacco si finisce per essere il sindaco di nessuno”.

Letture:3177
Data pubblicazione : 21/02/2015 10:36
Scritto da : redazione
Commenti dei lettori
2 commenti presenti
  • mario

    22-02-2015 10:10 - #2
    Quando si parla di criminalità e sicurezza, si erge Morese a chiamare a raccolta l'Amministrazione e i cittadini, convocare Consigli Comunali aperti, attaccare la politica locale e proporre soluzioni. Non ricorda, questo giovanotto, che un governo della sua destra, che ha devastato l'Italia moralmente e politicamente, ha drasticamente tagliato i fondi della pubblica sicurezza. Questo fratellino d'Italia dovrebbe essere messo al corrente che certe decisioni poi si pagano e le conseguenze non si possono addossare a chi viene dopo e ha ferocemente combattuto contro il governo di allora, che il nostro, evidentemente, apprezza .
  • mario

    21-02-2015 16:28 - #1
    Rieccolo, il piccolo giustiziere, che si riaffaccia alla ribalta giornalistica con i soliti temi, ripetuti a pappagallo, della destra nostrana. Non ha capito, (..), che il Sindaco può ben poco contro fenomeni di questo tipo. Chi mandiamo ad arginare il fenomeno, i nostri vigili urbani e istituiamo per loro orari notturni? Non sa il giovincello che la sua destra, quando ha governato in Italia, ha drasticamente tagliato i bilanci dei nostri corpi di polizia? Studia e leggi, Morese, senza ripetere slogan populisti e senza senso. Meritate la marginalità politica cui vi hanno condotto le vostre politiche.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications