Attualità
Festa del Papà al Ricreatorio San Carlo di Fermo. La coppia padre-figlio Renato e Giacomo Montagnoli conquista la vittoria. GUARDA LE FOTO

Si è conclusa con la vittoria di Renato Montagnoli, priore della contrada San Martino, la 4° edizione della “Festa del Papà” al Ricreatorio San Carlo di Fermo. Al termine di sette simpatiche prove (tre all’esterno, quattro all’interno della Sala Cipriani) è stato proprio il papà di Giacomo ad accumulare il punteggio più alto, tanto da arrivare 1° in classifica.

Festa del Papà al Ricreatorio San Carlo di Fermo. La coppia padre-figlio Renato e Giacomo Montagnoli conquista la vittoria. GUARDA LE FOTO

Prove semplici e simpatiche, valutate da una giuria, che hanno visto i papà in gara sfidarsi fra prove di abilità, prove canore e prove di “poesia”. È stata proprio quest’ultima prova la più emozionante (e forse la più difficile); senza poter contare sull’aiuto del proprio figlio (o figli) i papà sono stati invitati a comporre una poesia che avesse descritto il loro essere padri e la loro relazione con i figli. Dopo un primo momento di timidezza, sono stati composti testi splendidi, carichi di amore, stima ed affetto per i propri figli. Davvero da “papà modello”! La festa si è conclusa con una merenda insieme, offerta e preparata dalla Contrada San Martino e dal gruppo del Volontariato Vincenziano di Fermo. Un pomeriggio bello, divertente, vissuto insieme al Ricreatorio al San Carlo, luogo da sempre simbolo della gioia dell’incontro e dello stare insieme. Un’occasione da ripetere, anche su richiesta di alcune mamme presenti che, divertite, hanno chiesto a gran voce una festa simile, ma “per la mamma!”. Un’altra bella iniziativa del Ricreatorio San Carlo archiviata… non vi resta che rimanere in contatto per scoprire tutte le altre in preparazione e quelle già pronte a partire proprio questa settimana!
Info: www.ricreatoriosancarlo.it; fb: Ricreatorio San Carlo

Letture:2739
Data pubblicazione : 19/03/2015 16:37
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
2 commenti presenti
  • giovanna

    20-03-2015 12:55 - #2
    Si è visto parecchio che la direzione è cambiata, ma molto in peggio, vi siete appiattiti e omologati, una tristezza infinita..Siete diventati l'organo del pensiero unico, la censura la fate voi , non rovesci la frittata ! Avanti con aborto, eutanasia e compravendita di bambini ai gay ! Capirà che da vecchia lettrice provo una enorme delusione ! O crede che ci dobbiamo rassegnare tutti al pensiero unico ? O crede che chi non la pensa come voi debba essere escluso da questa testata ? La libertà d'informazione è dare voce a TUTTI, non solo al più forte del momento, censurando a ripetizione chi non è omologato. E non mi dirà che dare voce ad una componente come quella cattolica vuol dire pubblicare solo la festa al San Carlo o l'anniversario di sacerdozio: significa permettere un giudizio diverso da quello unico al potere. Una curiosità: lei è cattolico ? Se lo fosse, ma ne dubito fortemente, crede che un cattolico, oggi, abbia qualcosa di significativo da dire al mondo, o no ?La fede può essere il sale della terra, oppure è del tutto inincidente ? Ma come ha fatto a infilarsi in un sito come questo, con una storia del tutto diversa dal passare pari pari ( vero giornalismo !), senza un minimo di critica o contraddittorio i comunicati di sel e cgil su aborto e eutanasia ?? Chi è che l'ha chiamata ? Sono informazioni riservate ? Sarebbe il colmo.
    Risposta
    Signora Giovanna nessuno è stato e sarà mai escluso dalla nostra testata e chi ci legge credo possa confermare quello che sto dicendo. Rispetto profondamente il lavoro di chi mi ha preceduto e dal quale da ragazzino ho imparato le basi del giornalismo, pur non condividendone alcune scelte. Il mio compito è garantire un'informazione corretta ed aperta a tutti, al di là di quella che può essere la mia fede o il mio pensiero politico. I numeri e la fiducia dei lettori, quadruplicati rispetto al passato, mi danno ragione e rappresentano, insieme alle critiche costruttive, lo stimolo per migliorare su questa strada. Mi dispiace per la sua delusione e nutro rispetto per la sua opinione. La invito a fare altrettanto per il nostro lavoro. Con questo è davvero tutto.Buona lettura! Paolo Paoletti
  • giovanna

    19-03-2015 21:05 - #1
    Ragazzi di informazione tv, mi pare che oggi avete un pochino esagerato : una notizia di una iniziativa del San Carlo e una notizia che riguarda il cinquantenario di un sacerdote ! E niente esaltazione dell'aborto, niente "dagli addosso al medico obiettore ", niente comunicati di sel a sostegno dell'eutanasia, niente storielline edificanti di bambini cresciuti da due lesbiche, costretti a rinunciare per sempre alla presenza insignificante di un padre....ma che succede ?? Tutto bene ? A proposito , al grande giornalista quanti altri articoloni sono stati pubblicati dal corrierone ? Nessuno, vero ? L'avevo detto di buttarsi sui gay, che paga sempre !
    Risposta
    Signora Giovanna, da un anno a mezzo a questa parte molte cose sono cambiate tra cui la direzione del sito affidata al sottoscritto. Se si aspetta una forma di censura verso argomenti che reputo fondamentali per un confronto, resterà delusa. Vorrei solo ricordarle che il mestiere del giornalista è quello di dare voce a tutte le componenti sociali per contribuire a un dibattito pubblico teso allo sviluppo della società. La libertà d'informazione è questa. Paolo Paoletti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications