Attualità
Tutti i numeri delle elezioni regionali e amministrative 2015 a Fermo: 30.719 gli aventi diritto al voto. 14.756 maschi e 15.963 femmine. COME SI VOTA

Sono 37 le sezioni elettorali che verranno allestite nell’intero territorio comunale di Fermo, in occasione delle consultazioni per l’elezione del Presidente della Giunta Regionale, dell’Assemblea Legislativa delle Marche, del Sindaco e del Consiglio Comunale di Fermo che avranno luogo domenica 31 maggio 2015 dalle ore 7.00 alle ore 23.00 (eventuale turno di ballottaggio domenica 14 giugno 2015).

Tutti i numeri delle elezioni regionali e amministrative 2015 a Fermo: 30.719 gli aventi diritto al voto. 14.756 maschi e 15.963 femmine. COME SI VOTA

Gli elettori dovranno presentarsi ai seggi con la tessera elettorale ed un documento di riconoscimento valido. Subito dopo la chiusura dei seggi, inizieranno le operazioni di scrutinio delle elezioni regionali. Lo spoglio per le elezioni comunali avverrà, invece, lunedì 1 giugno 2015, a partire dalle ore 14.00. E sempre alle 14 inizierà la lunga diretta di Radio Fermo Uno e via streaming video su informazione.tv con ospiti e telefonate degli ascoltatori.


Su una popolazione di 37.518 residenti (18.076 maschi e 19.442 femmine), gli aventi diritto al voto a Fermo sono 30.719 (14.756 maschi e 15.963 femmine). 159 sono i diciottenni che per la prima volta potranno esercitare questo diritto (due elettrici diventeranno maggiorenni nel giorno delle elezioni). 12 (di cui 9 donne), invece, sono gli elettori più anziani che hanno superato i 100 anni di età (un’elettrice ha raggiunto i 105 anni).
2 sono i seggi “speciali”: la sezione n. 3 (per la Casa Circondariale) e la sezione n. 7 per l’Ospedale Murri. 3 i seggi “volanti”: la sezione n. 6 per l’istituto Villa Verde, la sezione n. 8 per la Casa di Riposo e la sezione n. 16 per l’Inrca al Centro di Aggregazione Giovanile.
Gli aventi diritto al voto residenti all’estero e iscritti nei registri Aire (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero) sono 1.870. Lo Stato con il maggior numero di fermani emigrati è l’Argentina.

Chi avesse smarrito la tessera elettorale potrà chiederne un duplicato all’Ufficio Elettorale del Comune, in via Mazzini.
Inoltre, qualora lo spazio per la certificazione del voto risulti esaurito, gli elettori possono recarsi sin da subito all'Ufficio Elettorale del Comune per il rilascio della nuova tessera, esibendo, per la verifica, quella già esaurita.
L’Ufficio Elettorale del Comune rimarrà aperto al pubblico nei seguenti orari:
- fino a venerdì 29 maggio dalle 8 alle 14 e dalle 15 alle 19;
- sabato 30 maggio dalle 8,00 alle 19,00 e domenica 31 maggio dalle 7,00 alle 23,00.

Gli scrutini per le elezioni regionali, infine, potranno essere seguiti in tempo reale, dopo le ore 23.00 di domenica 31 maggio 2015, sul portale della Regione Marche, attraverso il sito web del Comune di Fermo www.comune.fermo.it. Su questo sito potrà essere seguito anche lo spoglio delle elezioni amministrative, a partire però dalle ore 14.00 di lunedì 1 giugno 2015. L'intero spoglio delle comunali sarà seguito in una lunga diretta promossa da Radio Fermo Uno.

Letture:4533
Data pubblicazione : 27/05/2015 16:39
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
3 commenti presenti
  • Catarino Cesà

    28-05-2015 16:46 - #3
    Numeri & Santificazioni L’ufficialità di qualche ufficio elettorale ci ha dato i numeri delle prossime elezioni, riguardano una città che a volte si ricorda di essere capoluogo, ma tutte le altre volte non riesce neppure ad immaginarsi come un riferimento territoriale per quanto le città confinanti la percepiscano lontana e forse anche inutile. Questi cittadini voteranno anche per le elezioni regionali, elezioni che per il Fermano si riducono a soli quattro seggi da spartirsi fra molti cani intorno all’osso, e per quanto vogliano far finta di essere convincenti, tutti sanno bene che questi 4 seggi finiranno per non contare nulla se a rappresentare la provincia ci andranno personaggi che definire anacronistici sarebbe dire poco o fargli addirittura un complimento. In questa fiera dell’approssimazione, che viene chiamata campagna elettorale, ne abbiamo dovute vedere di ogni, da candidati presentati come vittime sacrificali a quelli che si sono presi talmente sul serio che in troppi hanno anche voluto la sfrontatezza di parlare di politica vera, finendo per fare la famosa brutta figura che si sarebbero potuti anche risparmiare, in diversi casi si sono esibite strategie comunicative da villaggio vacanze oppure da villaggio tribale, sedicenti esperti hanno proposto slogan che dovevano dare il senso della partecipazione ma, mestamente, erano solo copie scolorite di altri slogan magari di avversari a suo tempo criticati. Ci sono stati i famosi incontri al vertice, alla base, all’altezza e pure alla bassezza, tutto andava bene purchè la sala fosse piena, dalle bocciofile senza pallino alle sedi di sindacati annoiati, dai circoli sportivi privi di attrezzi ginnici a sezioni nazionali sulla pigrizia endemica, tutto era impegno elettorale da sbandierare ai famigliari per motivare una cosa banalissima, la voglia di andarsene a spasso e non restare dentro casa. Dire di far politica è un’ottima scusa per non prendersi le proprie responsabilità famigliari. Per fortuna sta finendo il tormentone elettorale, anche se per tanti non è neppure iniziato, a fine circo dopo i domatori delle tigri e la donna cannone, si conteranno i voti e, come per miracolo, scopriremo che nessuno avrà perso anche se qualche vincitore alla fine ci sarà, che i voti saranno sempre più di quelli auspicati e, nel caso di antipatiche bocciature, si prometterà di farne tesoro per le prossime elezioni, dando alla gente la sgradevole sensazione di ritrovarseli davanti ancora una volta, e magari con casacche di altri partiti da indossare. Non daremo nessuna indicazione precisa per il voto, ognuno deve essere libero di sbagliare in solitudine, e non daremo consigli perché in quei pochi secondi nel chiuso della cabina ognuno si sentirà come il giudice supremo delle sorti mondiali, volendo credere alla favola che il suo sarà il voto che sposterà definitivamente il destino del paese, ma come sappiamo tutti benissimo, non c’è mai un solo voto che sposta le montagne, sono semmai tanti voti oppure la loro mancanza che possono muovere anche le catene montagnose, il resto saranno solo altre chiacchiere per altre campagne elettorali in cui, si spera, i dilettanti allo sbaraglio cambino faccia, perché gli elettori quel partito sono già in molti a volerlo cambiare, ma questo accadrà sempre dopo aver visto i risultati, perché prima si vuole credere ancora alla befana, alle cicogne che portano i bambini o agli asini che volano, oppure alle promesse di sedicenti politici d’accatto che, giurando e spergiurando sulle loro belle intenzioni, si aspettano la santificazione elettorale sapendo bene che nulla di quello che avranno promesso poi manterranno. E se scorrendo la lista dei tanti candidati vi verrà da vomitare, chiedetevi sinceramente che male abbiamo commesso per meritarci candidati come quelli che, pieni di arrogante ignoranza, ci usano come alibi per spiegare il perché vorrebbero quella poltrona, a noi mancheranno di certo tante cose ma mai l’intelligenza per capire che, dicendo di farlo solo per noi, stanno cercando di farci fessi.
  • Niente "Voto utile"

    28-05-2015 10:06 - #2
    Considerato che tutti sanno che al 100% si andrà al ballottaggio, i cittadini fermani si sentiranno liberi di votare chi vogliono senza l'angoscia e il limite del "voto utile".
  • pippo ortenzi

    27-05-2015 19:06 - #1
    Il ballottaggo si farà il 14 Giugno 2015. Buon lavoro Rf1
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications