Attualità
"Se la Poderosa dovesse andarsene da Montegranaro, lo stolto non potrà che tornare a rimproverare se stesso"

Ricordo con dolore che, non più di un anno fa, la nostra cittadina ha dovuto assistere a quello che – sportivamente parlando – è stato l’evento più doloroso da molti anni a questa parte, ossia l’abbandono della Sutor dei massimi campionati nazionali per ripartire dal torneo di promozione regionale. Una soluzione che avrà avuto molte cause ma che, solo ad evocarla, suscita ancora rammarico ed amarezza; in questa sede va però ricordato come, ai primi di luglio dello scorso anno, vi sia stato l’ultimo accorato appello giunto all’amministrazione Mancini-Ubaldi affinché si adoperasse per la ricerca di una soluzione : quello che ne è conseguito, purtroppo, è sotto gli occhi di tutti, ossia l’incapacità totale di trovare una via di salvezza dopo molte chiacchiere e proclami, dopo che la fantomatica cordata tanto sbandierata dal duo Mancini-Ubaldi si è sciolta come neve al sole.

Ora, forti anche di tale triste ricordo, sentire il Presidente Bigioni, nel corso di una recente intervista, che deve assumersi ogni e qualsiasi responsabilità, firmando una serie di nulla-osta e liberatorie anche verso l’amministrazione comunale, affinché nelle gare interne della Poderosa possa assistere il pubblico, mi riempie di sconforto.
I lavori di messa a norma del palasport, propagandati con enfasi e previsti per lo scorso settembre e poi via via spostati nel tempo, sino ad arrivare allo scorso marzo quando solo una modesta parte di essi è stata realizzata, mi fa pensare che la giunta Mancini-Ubaldi non abbia compreso quali delicati meccanismi e quali grandi investimenti ci siano dietro allo sport di vertice e che, in fondo, la fine della Sutor le sia irresponsabilmente e lievemente scivolata addosso.
Va ricordato agli attuali e pavidi amministratori che in passato i nulla osta per disputare gare nella mitica “Bombonera”, il palazzetto dello sport che sprigionava entusiasmo e che incuteva rispetto a qualsiasi avversario abbia solcato quel parquet, li hanno sempre sottoscritti i Sindaci di Montegranaro, da Gianni Basso a Franca Branchesi, sino ad arrivare al sottoscritto e che mai, prima d’ora, è stata richiesta al Presidente di turno una liberatoria per lo scarico di responsabilità visti i limiti di sicurezza del palasport, quegli stessi limiti, paradosso nel paradosso, imputabili ad una serie di lavori più volte annunciati e, purtroppo, mai completati.
Visto che la giunta Mancini-Ubaldi sfugge alle responsabilità, si adoperi per mantenere quanto da sin troppo tempo ha promesso e scongiurare la fuga della Poderosa verso altri palasport (Civitanova Marche o Porto San Giorgio, che sia) : i lavori di adeguamento al palasport debbono essere completati subito, nel corso di questa estate, in maniera che a settembre il palasport sia sicuro e funzionale e che, oltre alla Poderosa, possano fruirne le moltissime realtà di Montegranaro che da sempre sono la nostra più bella risorsa.
Amo troppo la mia città e lo sport e non posso assistere passivamente all’ennesimo scempio visto che i cittadini, il Presidente Bigioni e i molti appassionati ce lo chiedono : cara giunta Mancini-Ubaldi, se la Poderosa dovesse andarsene varrebbe il detto che lo stolto, dopo solo un anno, non potrà che tornare a rimproverare se stesso.

Letture:2385
Data pubblicazione : 15/06/2015 10:50
Scritto da : Gastone Gismondi, VIviamo Montegranaro
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications