Attualità
Montegranaro: accordo sul Bilancio comunale 2015 con CGIL e CISL provinciali

Nonostante le ristrettezze di risorse dovute alla crisi ed ai tagli dei trasferimenti, tra l'Amministrazione del comune di Montegranaro e Cgil Cisl e i rispettivi Sindacati dei Pensionati si è raggiunta una intesa a valere sul Bilancio di previsione per l'anno 2015. "L'accordo - spiegano i sindacati -  che vara per la prima volta la pratica del confronto democratico tra Amministrazione e Organizzazioni sindacali, contiene misure concrete a favore di lavoratori, pensionati e alla parte di cittadini maggiormente esposta alle conseguenze della crisi tuttora in corso".

Montegranaro: accordo sul Bilancio comunale 2015 con CGIL e CISL provinciali

Segretari provinciali Di Cosmo e Cifani che spiegano come l'accordo: "Riveste inoltre una importanza particolare considerando che l'Ente, per il 2015, deve far fronte a tagli dei trasferimenti di Governo e Regione pari a circa 615mila euro e, ad un indebitamento ereditato di circa 868mila euro. Da tale situazione e dalle scelte di seguito indicate scaturisce la novità dell'introduzione della Tasi al 2%, l'anno scorso eccezionalmente non applicata. Le parti sindacali ne hanno preso atto, considerando l'aliquota inferiore rispetto a quella possibile prevista dalla legge e l'agibilità, che ne scaturisce, nell' operare scelte positive sulle politiche sociali, di muovere al ribasso le aliquote Irpef, per adottare un sistema qualitativo (e quindi più oneroso) nel settore degli appalti e nella gestione delle tariffe nei servizi a domanda individuale. Le risorse per le politiche sociali aumentano di 80mila meuro. Il Fondo straordinario anticrisi di 8 mila euro, elevabile a 15mila in sede di assestamento di bilancio, interverrà ad alleviare il peso delle tasse, rette e tariffe sui servizi comunali (Tasi. Tari, Nido, Trasporto scolastico, ecc.). Confermato il metodo della compartecipazione a seconda della situazione economico-sociale dei cittadini (Isee)".

Sindacati che aggiungono: "Per le politiche abitative sono resi disponibili 9mila euro a favore di chi subisce sfratti per morosità incolpevole o è in difficoltà per il pagamento di affitto o rata del mutuo. Inoltre, sono previsti incentivi per la riqualificazione di edifici e per la residenzialità nel centro storico e, per la rivitalizzarlo è istituito un fondo di 2,5mila euro destinato a incentivare nuove attività economiche. L'Amministrazione, condividendo l'obiettivo di consumo di suolo zero, provvederà alla revisione di aree precentemente lottizzate riducendone l'edificabilità per circa 32mila mc. L'Amministrazione favorirà l'aggregazione dei servizi sociali ed economici con gli altri comuni. Mentre si ribadisce l'impegno sulla lotta all'evasione fiscale, è confermata la esenzione per i redditi fino a 10mila euro e, l'aliquota per lo scaglione di reddito fino a 15mila euro passa da 0,80 a 0,79. Tale scelta prepara l'introduzione complessiva della progressività dell'addizionale irpef su cui continuerà il confronto già per il 2016".

 

Letture:2065
Data pubblicazione : 09/07/2015 16:51
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications