Attualità
Inserimento nel mondo del lavoro dei disabili. Il sindaco di Porto Sant’Elpidio Franchellucci: “Dare continuità a questa buona prassi”. L'esperienza fermana diventa modello per altre realtà

Il progetto è nato nel territorio della Provincia di Fermo dove, da anni, è stata costituita una rete integrata tra funzioni sociali e funzioni socio-sanitarie, con la valorizzazione delle specifiche competenze e dei differenti ruoli. L’ottica è stata quella di garantire ai soggetti disabili servizi sempre meglio qualificati e mirati e di mettere in atto una metodologia condivisa che tenda alla realizzazione dell’inclusione lavorativa delle Persone con disabilità e di Soggetti cosiddetti svantaggiati, e alla definizione di una prassi di lavoro in èquipe.

Inserimento nel mondo del lavoro dei disabili. Il sindaco di Porto Sant’Elpidio Franchellucci: “Dare continuità a questa buona prassi”. L'esperienza fermana diventa modello per altre realtà

"Grazie all’intuizione iniziale del Comune di Fermo infatti - spiega il sindaco Franchellucci -  è stato creato un Servizio Inserimento Lavorativo per consentire l’accompagnamento delle Persone con disabilità e Persone cosiddette fragili, all’interno del complesso mondo del lavoro. Il SIL ha raccolto poi l’adesione progressiva di tutto il territorio provinciale: ATS XIX, ATS XX ed infine dell’ATSXXIV. Ma dopo tanti anni di lavoro, a fronte delle prassi spontanee e informali, già attivate dal Servizio Collocamento Mirato del CIOF di Fermo con gli Ambiti Territoriali Sociali XIX, XX e XXIV e i Servizi Sanitari dell’ASUR (UMEA, DSM, DDP) che hanno beneficiato del lavoro di mediazione degli operatori del Servizio Integrazione Lavorativa (SIL), si è reso necessario nel tempo rafforzare e valorizzare la dimensione istituzionale e formale di questa rete integrata. Infatti sono stati siglati importanti protocolli operativi ed è stata data solidità al Servizio".


Prendendo in esame il periodo da aprile a dicembre 2014, il SIL ha preso in carico 248 persone complessivamente, effettuando 21 inserimenti lavorativi per la L.68/99, attivato 14 tirocini formativi, attivato circa 50 borse lavoro e sviluppato più di 100 incontri con i servizi per facilitare l’inserimento e la tenuta degli utenti. Infatti il Servizio inserimenti lavorativi svolge le seguenti funzioni:
• Attiva interventi di orientamento, consulenza e sostegno rivolti a persone con disabilità;
• Programma ed elabora progetti di integrazione lavorativa e collocamento mirato;
• Favorisce percorsi di professionalizzazione specifica;
• Valuta e verifica gli inserimenti in base agli obiettivi;
• Accompagna e monitora le aziende del territorio;
• Incrocia la “persona giusta al posto giusto”;
• Promuove la rete integrata tra i diversi Enti/Soggetti;

"Purtroppo - aggiunge il sindaco Franchellucci -  a seguito della riorganizzazione degli Enti periferici, questo Servizio che ha trovato il consenso di tutti, rischiava di essere interrotto, senza avere risorse sufficienti per dare una continuità di qualità. Su stimolo del Presidente del Comitato dei Sindaci dell’ATS XX del Comune di Porto Sant’Elpidio Nazareno Franchellucci, dell’ex. Presidente e del Consigliere con delega alle politiche del Lavoro della Provincia di Fermo rispettivamente, Fabrizio Cesetti e Daniele Stacchietti e con la collaborazione degli Uffici dell’ATS XIX e XX, è stato aperto un tavolo di progettazione con la Regione Marche, nel quale elaborare nuove strategie e soprattutto definire risorse economiche per dare continuità a questa buina prassi. La settimana scorsa è arrivata informalmente la notizia dalla Regione Marche, che il Servizio, grazie alle nuove risorse provenienti dalla Comunità Europea, verrà assorbito dalla Regione stessa attraverso il Centro per l’Impiego della Provincia di Fermo, e non solo diventerà stabile per almeno tre anni, ma rappresenterà un modello che verrà studiato e ripetuto in 13 centri per l’Impiego della Regione Marche. La notizia è stata accolta con estrema soddisfazione da parte degli Amministratori Locali e dalle organizzazioni coinvolte nella rete….In questo caso, un servizio che parte dal basso, diventa una risorsa fondamentale per tutto il territorio regionale!"

Letture:4229
Data pubblicazione : 21/07/2015 15:26
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Simone

    21-07-2015 22:58 - #1
    Egr. Sindaco sono iscritto alle categorie protette da 5 anni ,faccia la cortesia quale inserimento , lavorativo se hai cognome giusto allora , si che si aprono le porte.,Se ha occassione sono ha disposizione le invio mio C.V.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications