Attualità
E’ la “giornata del dono”. Avis, Admo, Aido e Adisco insieme per crescere

Marco, 18 anni, racconta la sua prima donazione, e Cristina che ha partorito da poco racconta di aver donato il cordone ombelicale. Sono i testimoni del dono che insieme al presidente dell’Avis provinciale di Fermo, Avv. Giovanni Lanciotti, hanno presentato, ieri al Caffè letterario, la prima “giornata del dono” che si festeggia oggi, 4 ottobre, in tutta Italia a seguito della promulgazione della legge del 14 luglio scorso. Legge 110 che all’art.1 recita: La Repubblica italiana riconosce il 4 ottobre di ogni anno “Giorno del dono”, al fine di offrire ai cittadini l’opportunità di acquisire una maggiore consapevolezza del contributo che le scelte e le attività donative possono recare alla crescita della società italiana, ravvisando in esse una forma di impegno e di partecipazione nella quale i valori primari della libertà e della solidarietà affermati dalla Costituzione trovano un’espressione altamente degna di essere riconosciuta e promossa”.

E’ la “giornata del dono”. Avis, Admo, Aido e Adisco insieme per crescere

Una iniziativa sicuramente lodevole e che mette in risalto una bella vocazione degli italiani. Le associazioni Avis, Admo, Aido e Adisco rappresentano l’emblema della generosità e quindi insieme, si riuniscono per la giornata del dono. E proprio il presidente provinciale Avis, Giovanni Lanciotti, rimarca come tutte le realtà sopra citate siano ancore di salvezza per molti: -Le donazioni di midollo osseo e organi possono salvare la vita ma nulla è possibile senza il sangue che resta sempre una raccolta importante e fondamentale- sottolinea Lanciotti - La nostra missione è quindi quella di coinvolgere più persone possibili per continuare questo percorso d'amore-.
Eugenio Monaldi, Presidente regionale Aido, conferma che mettere a disposizione qualcosa di noi per gli altri sia una delle migliori azioni dell’uomo: -Che sia il tempo o sia una parte fisica, è comunque un dono che si fa alla collettività- dice -A Petritoli in occasione della mostra "Il mondo di Matteo" premio Matteo Biancucci si parlerà del tema delle donazioni di organi e tessuti. La mostra consiste nella esposizione di lavori degli studenti del biennio delle scuole di II grado. È una occasione di conoscenza culturale circa il tema del dono a cui abbiamo lavorato in molti. Gli iscritti all’Aido sono 1.311.000 in Italia, 32.000 nelle Marche e 3.100 nel fermano con le sue 6 sezioni. Ma tanto ancora si può fare-.
In questa direzione anche Renato Politi, responsabile provinciale Admo: - Le iscrizioni sono possibili solo dai 18 ai 35 anni e quindi abbiamo cercato di coinvolgere i giovani perché possano presentarsi a loro volta ad altri giovani. Purtroppo si attinge al registro mondiale perché i numeri in Italia sono bassissimi. Nelle Marche 10.000 sono i donatori di midollo ma attivi solo 8.200 che presentano uno screening perfetto. Le donazioni in 25 anni sono state solo 67. La provincia di Fermo conta 600 iscritti, 12 donazioni di midollo e sangue periferico-.
Non ha voluto mancare l’appuntamento il Sindaco di Fermo, Paolo Calcinaro, che ha espresso tutta la sua gratitudine agli associati per la loro generosità promettendo il massimo sostegno.
Di strada c’è da farne molta e il primo passo che la giornata del dono suggerisce a tutti è quello di informarsi ai centri raccolta più vicini, perché donare è salvare la vita e dare un significato migliore a quella di ciascuno. Sarà un caso ma il 4 ottobre si ricorda San Francesco d’Assisi, patrono d’Italia, che ha fatto del dono la sua ragione di vita.

 

Letture:3182
Data pubblicazione : 04/10/2015 07:01
Scritto da : Nunzia Eleuteri
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications