Attualità
Ultima "uscita pubblica" per il presepe della Resurrezione di Amandola

AMANDOLA Domani dalle ore 15 alle 20 si terrà l’ultima messa in scena del Presepe della resurrezione allestito presso i locali del monastero di San Ruffino di Amandola. Il presepe vede la partecipazione di 12 attori, in un percorso che dura circa 12 minuti attraverso 7 stanze, per cogliere il senso profondo del Natale.

Ultima

“Non ho mai visto nulla del genere”; “Sono stato interpellato nella mia coscienza”; “Mi sono sentita chiamata ad impegnarmi….”; sono alcuni dei commenti dei visitatori che hanno assistito alle rappresentazioni precedenti. Cosa c’entra un presepe con la resurrezione di Nostro Signore? Venite e vedrete! Tuttavia siate pronti a cogliere almeno le tre provocazioni principali che caratterizzano questo lavoro che ha impegnato un gruppo di dieci persone della Comunità agricola di accoglienza di S. Ruffino, per l’allestimento durato un mese e mezzo ed anni di meditazioni spirituali: Il Gesù storico nacque nella Palestina dell’anno zero in una mangiatoia, ma il Cristo nasce oggi nei cuori dei fedeli che lo accolgono, questa è la mangiatoia dell’anno 2015; “ Io sono alla porta e busso……a chi mi accoglie darò il potere di diventare Figlio/a di Dio”. Il Cristo oggi si incarna di preferenza nelle donne/uomini più in difficoltà ed è lì che siamo chiamati a ri-conoscerlo…..non occorre essere dei veggenti per vederlo ogni giorno. La libertà della fede: in virtù del punto precedente noi possiamo ri-conoscerlo oppure come fanno il sacerdote e il levita nella parabola del buon Samaritano, far finta di niente e tirare avanti. Eccoci allora in cammino con i discepoli di Emmaus ignari che il Signore ci cammina accanto, poiché noi ancora ci ostiniamo a volerlo vedere come piace a noi, in bianche vesti e stupendi occhi penetranti… ma così non lo vedremo mai. Approfittare dell’ultima domenica di questo periodo natalizio per scoprire un presepe diverso, in un ambiente diverso, l’Abbazia di S. Ruffino che, grazie all’impegno della Comunità e del comune di Amandola che sta investendo in essa, sta diventando la porta d’ingresso culturale e storica del territorio montano di Amandola e dei Sibillini.

Letture:2091
Data pubblicazione : 09/01/2016 08:21
Scritto da : Ufficio Stampa Comune Amandola
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications