Attualità
Sms di Renato Leoni verso Pasquale Zacheo. Il giudice di pace archivia il caso. Nessuna ingiuria

Caso archiviato. Questo il verdetto del Giudice di Pace di Fermo in merito alla vicenda dell'sms ritenuto di “minacce gravi” denunciato lo scorso 23 maggio dal candidato Sindaco Pasquale Zacheo. Un sms che era stato inviato da Leoni l'11 marzo 2015 quando Zacheo era Capitano dei Carabinieri. Vicenda che ha poi tenuto banco nel corso della campagna elettorale per la carica di sindaco di Fermo, proprio quando Zacheo, oggi capogruppo di minoranza, denunciò di aver ricevuto un sms di minaccia. A difendere, fino al successo di oggi, Renato Leoni, gli avvocati Igor Giostra e Michela Boniello.

Sms di Renato Leoni verso Pasquale Zacheo. Il giudice di pace archivia il caso. Nessuna ingiuria

Due i passaggi a favore di Leoni. La Procura di Fermo, in un primo momento, non ha ritenuto minaccioso l'sms inviato da Renato Leoni al Capitano Zacheo e ha indagato Leoni per ingiuria (Art. 594 Codice Penale). Reato per il quale l'autorità giudiziaria competente è il Giudice di Pace avente sede nel luogo dove è commesso il fatto di reato, ovvero Fermo. Legali di Leoni Giostra e Boniello che avevano depositato la richiesta di archiviazione. Oggi il verdetto del giudice di pace che ha dato ragione a Leoni spiegando come non vi sia reato. Reato di ingiuria che era già stato depenalizzato con un decreto ad inizio anno. Il caso è dunque archiviato. Una notizia che non mancherà di riaccendere il dibattito politico nelle prossime ore.

Letture:3897
Data pubblicazione : 17/02/2016 16:11
Scritto da : Paolo Paoletti
Commenti dei lettori
6 commenti presenti
  • Pasquale

    19-02-2016 07:57 - #6
    Se non ricordo male, fu Zacheo che fece la denuncia, derubricata ad ingiuria dal Giudice. Zacheo sollevò il problema (..), non vedo nessuna congiura contro di lui, ha fatto tutto da solo.
  • Maurizio

    17-02-2016 22:08 - #5
    Nulla di nuovo sotto il sole!
  • Lucia

    17-02-2016 20:34 - #4
    Sorgono spontanei tre dubbi. Il primo: se la Procura non aveva ritenuto minaccioso l'sms come mai la questione era finita davanti ad un Giudice? Il secondo: se il caso è stato archiviato cosa c'entra il Giudice? il terzo: se il reato di ingiuria è stato depenalizzato è corretto dichiarare che il sig. Leoni, querelato, aveva ragione? Uhmmmm, qualcosa non quadra. Attendiamo ansiosi il riaccendersi del dibattito politico (?) sull'sms.
  • Bartolomeo

    17-02-2016 19:25 - #3
    Egregio direttore Paoletti, gioverebbe spiegare ai lettori che il sig. Leoni non ha avuto alcuna ragione, e che tanto meno i suoi avvocati hanno avuto successo. L'ingiuria è stata depenalizzata da pochi giorni, con effetto immediato e RETROATTIVO su tutti i procedimenti in corso ed addirittura su quelli in giudicato. Pertanto automaticamente è decaduto anche il procedimento anzidetto, che comunque potrebbe proseguire in sede civile per un eventuale risarcimento del danno. Io parlerei di fortuna di Leoni e Avvocati. Direttore Paoletti lei il successo di oggi dove lo vede? Un Capitano dei Carabinieri se presenta una denuncia, lo fa in maniera circostanziata, tant'è che l'organo inquirente ha modificato il reato ipotizzato, ma ha comunque chiesto e ottenuto il rinvio a giudizio. Si gradirebbe maggiore obiettività, grazie.
  • Zacheo non mollare

    17-02-2016 17:18 - #2
    Ho la vaga impressione che il consigliere del comune di Fermo Pasquale Zacheo sia un personaggio un pò scomodo e si tenti di metterlo in un angolo, di far si che ogni sua iniziativa, affermazione, riflessione, nell'ambito politico, sia presa sottogamba per essere soft. Non entro nel merito della singola vicenda, ma la trovo quantomeno "singolare", o no?
  • Mah !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    17-02-2016 16:39 - #1
    La domanda sorge spontanea, ma cosa c'era scritto in quel SMS, forse degli auguri? Mah !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!, il dibattito politico non c'entra spett.le redazione,è forse il colore rosso che ancora furoreggia??????????
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications