Attualità
Dopo il Fermo Forum, Royal Group si aggiudica la gestione della nuova fiera di Civitanova. Properzi: "Da oggi siamo il primo polo fieristico delle Marche"

“Da oggi siamo il primo polo fieristico delle Marche. La potenzialità che ora può offrire Civitanova, assieme al Fermo Forum che gestiamo dal 2013, è enorme. E noi, con il know how e l’organizzazione di cui disponiamo, vogliamo mettere questo territorio nelle condizioni di esprimerla diventando un riferimento a livello nazionale grazie a due strutture complementari e non in concorrenza”. Giampiero Properzi è l’amministratore unico di Royal Group l’azienda capofila dell’ATI che ha vinto la gara di appalto per la gestione del nuovo polo fieristico che va a completare la nuova area commerciale civitanovese con Cuore Adriatico e palasport.

Dopo il Fermo Forum, Royal Group si aggiudica la gestione della nuova fiera di Civitanova. Properzi:

La gestione dura 5 anni, rinnovabili per altri 5. “Entro il 2016, tra luglio e dicembre, organizzeremo due grandi fiere. Mentre numerosi saranno gli avvenimenti, come mostre e convention”.
Progetto e offerta economica hanno permesso alla società di superare i diversi step che il Comune di Civitanova aveva inserito nella selezione. “Al fine di concorrere allo sviluppo economico territoriale e offrire un servizio alle imprese, attraverso la costruzione di eventi di alto profilo professionale con l’obiettivo, a medio termine, di riportare il territorio produttivo al centro dei mercati nazionali e internazionali, grazie all’attrazione dei migliori buyer riferiti ai diversi settori merceologici”. Questo l’obiettivo che si era data l’amministrazione nel bando di gara di gestione della struttura composta da 2 piani, con una superficie totale di oltre 6.000 metri che prevede, oltre ad ampi spazi espositivi, uffici e sala convegni per oltre 200 posti.
Royal Group ha sede a Fermo, zona Campiglione. Il gruppo conta cento dipendenti. Azienda di riferimento del gruppo è la Royal Pat, leader a livello internazionale nel settore delle porte, finestre e complementi di arredo.
Nel rispondere al bando, Properzi è partito da un concetto semplice da cui si evince la volontà di fare della Fiera di Civitanova il cuore di una zona e non certo un luogo chiuso: “Il territorio svolge un ruolo fondamentale, ponendosi alla base dell’offerta fieristica perché contiene tutti gli elementi costitutivi del pacchetto e perché vive la fiera sulla propria pelle e partecipa attivamente alla buona riuscita di una manifestazione”. E territorio significa bellezze naturali, ma soprattutto scarpe e cappelli, che del distretto fermano-maceratese sono il gioiello riconosciuto nel mondo, oltre al settore balneare e agroalimentare che caratterizza la provincia.
Il progetto si basa su due filoni. Il primo: sostenere e incentivare le aziende dei maggiori distretti produttivi marchigiani e non solo, con l’obiettivo di riportare il territorio produttivo al centro dei mercati nazionali e internazionali. Il secondo: valorizzare il nuovo padiglione fieristico e con esso il territorio, attraendo pubblico proveniente da tutta Italia (e non solo) alla scoperta delle sue bellezze e delle opportunità che offre.
“Per farlo, non offriamo solo vetrine ma vere occasioni di business. Le manifestazioni organizzate – spiega Properzi - saranno accomunate dall’obiettivo di favorire il match-making con buyer nazionali ed internazionali nonché da una dimensione mediatica nazionale. I buyer invitati, accuratamente selezionati, avranno l’opportunità unica di incontrare le aziende direttamente sul territorio e di conoscere i valori ed il contesto in cui queste imprese operano. La massiccia digitalizzazione ha riportato l’individuo ad aver bisogno di realtà e di real contact”.
Fiere dedicate alle calzature e ai cappelli, al distretto agroalimentare tra Valdaso e San Benedetto del Tronto, alla manifattura del distretto industriale tra Recanati e Ancona, al settore balneare e al mobile, fino ad arrivare alla novità inserita nel progetto dall’ATI guidata da Properzi: unire sotto il padiglione di Civitanova il mondo dei brevetti, innovazioni e start Up innovative per una manifestazione B2B. “L’elenco dei settori – prosegue Properzi – è molto lungo, come le idee che abbiamo anche sperimentato al Fermo Forum, la struttura fieristica di 15mila metri quadri, di nostra proprietà, inaugurata nel 2013 e già diventata punto di riferimento per iniziative fieristiche e convegnistiche sia regionali che nazionali.
Città protagonista
“Vogliamo creare una fiera diffusa” precisa Giampiero Properzi. Il che comporta di poter rispondere alla domanda di spazi chiusi anche in momenti più caldi dell’anno o per manifestazioni cittadine che si svolgono prevalente all’aperto ma che non possono per motivi di orari o condizioni climatiche ospitare alcuni eventi. “Manifestazioni come “Il Vita Vita” o “Futura Festival” potrebbero essere partner. Il centro fieristico, in questo modo, sarà a disposizione, della cittadinanza e a servizio di organizzatori di eventi in città”.

Sono 1027 le manifestazioni fieristiche censite in Italia: 196 sono internazionali, 330 nazionali, 400 tra regionali e locali e 101 organizzate all’estero. I visitatori sono invece 22.000.000, di cui 13.000.000 prendono parte a rassegne internazionali e il 10% di questi proviene dall’estero. Durante gli eventi italiani vengono conclusi affari per 60 milioni di euro e da questi nasce il 15% dell’export nazionale. L’Italia conta 62 poli fieristici.

Letture:3004
Data pubblicazione : 19/02/2016 16:34
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications