Attualità
Un dono che vale una speranza di futuro. Marzia Malaigia dona un computer ai detenuti nel carcere di Fermo

Il consigliere regionale Marzia Malaigia ha consegnato ieri un computer, donato alla redazione dell’Altra chiave news, giornale dei detenuti nel carcere di Fermo, proprio per lavorare all’impaginazione del periodico della casa di reclusione

Un dono che vale una speranza di futuro. Marzia Malaigia dona un computer ai detenuti nel carcere di Fermo

Un gesto che arriva dal cuore e che porta speranza e consolazione. È stato consegnato ieri nel carcere di Fermo il computer che il consigliere regionale della Lega nord, Marzia Malaigia, ha voluto regalare, in forma del tutto privata, alla redazione dell’Altra chiave news, il giornale dei detenuti nel carcere di Fermo. Un regalo particolarmente gradito ai ‘redattori’ che avranno così la possibilità di installare un programma di impaginazione, per provvedere anche alla sistemazione grafica del giornale che già scrivono.
Grande la riconoscenza dei detenuti e della direttrice del carcere, Eleonora Consoli, che ha ricevuto il dono dalle mani della stessa Malaigia, alla presenza di Loredana Napoli, comandante della Polizia penitenziaria, e dell’educatore Nicola Arbusti. Marzia Malaigia ha poi chiesto di incontrare i detenuti che fanno parte della redazione, raccontando: "Il mese scorso ho avuto occasione di visitare il carcere di Fermo, nell'ambito delle iniziative promosse dall’Ombudsman, Andrea Nobili. Confesso di essere entrata prevenuta, perché mi aspettavo di incontrare una realtà satura di squallore e testimonianze di vite ormai consumate e circoscritte tra muraglioni, cancelli e sbarre. Non pensavo di certo, dopo l'incontro avuto con i detenuti, di trovare un grande desiderio di comunicare e raccontarsi e soprattutto una prospettiva che, partendo dal proprio vissuto, fosse proiettata al domani, con un condiviso pensiero apprensivo rivolto alle famiglie di ognuno. Segno concreto di questa volontà è la realizzazione del giornalino Altra Chiave News, che raccoglie voci e crea un ponte virtuale tra il dentro ed il fuori. Credo che i ragazzi non si rendano nemmeno conto di quanto questo sia importante, perché ho visto che ci lavorano con la spontaneità propria di chi non mira a raggiungere altro scopo, se non quello di parlare ed essere ascoltati".
"Nel contesto carcerario, ha proseguito Malaigia che è anche vice presidente del Consiglio regionale, si ha bisogno anche di strumenti: a me in fondo non costa poi molto lasciare un segno tangibile di stima per un lavoro collettivo che penso meriti di essere riconosciuto, valorizzato, compensato e stimolato. Del resto, gli strumenti sono solo un mezzo, i contenuti sono l'essenza: per questo, sono io che ringrazio voi, ragazzi. Spero di poter seguire i vostri percorsi e poter raccontare che si può rinascere, se si vuole e se c'è qualcuno che crede in te e ti tende una mano. (Ho un ruolo istituzionale, sì, ma ho preferito agire a titolo personale, perché più immediato e meno soggetto a strumentalizzazioni: non ho fatto campagna elettorale prima, figuriamoci se la faccio adesso)".

 

Letture:2035
Data pubblicazione : 07/03/2016 15:49
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications