Attualità
8 marzo. Coldiretti donne impresa Marche dice stop alle discriminazioni sull'accesso al credito

"Le imprese femminili continuano ad esser discriminate nell'accesso al credito e la ricorrenza dell'otto marzo deve essere quest'anno un punto di partenza per superare una situazione ormai inaccettabile, oltre che anacronistica". A denunciarlo è la responsabile regionale di Coldiretti Donne Impresa Marche, Francesca Gironi, in occasione della festa della donna.

8 marzo. Coldiretti donne impresa Marche dice stop alle discriminazioni sull'accesso al credito

Le difficoltà per ottenere credito si moltiplicano se a chiederlo è un'impresa rosa e ciò nonostante le aziende femminili siano spesso più innovative e "affidabili". Caratteristiche che sono oggi particolarmente evidenti in agricoltura, settore considerato tradizionalista, che ha saputo diventare un modello di lotta alla discriminazione grazie a una vera e propria rivoluzione epocale che ha portato le imprese rosa a rappresentare un terzo del totale, puntando su esperienze innovative come l'agrisociale. "In un settore tradizionalmente maschile le donne sono state capaci di realizzare un cambiamento epocale creando dal nulla nuovi ambiti nei quali valorizzare le proprie capacità imprenditoriali, grazie alle opportunità offerte dalla multifunzionalità – spiega la Gironi che, oltre ad avere un'azienda a Staffolo per il reinserimento lavorativo dei soggetti deboli, rappresenta l'Europa nel Comitato imprenditrici agricole dell'Organizzazione mondiale degli agricoltori (Oma) e l'Italia a Bruxelles, nella giunta del Copa Cogeca –. E' da qui che è nata l'agricoltura sociale, che una legge nazionale ha ora riconosciuto e valorizzato, dando il via a un modello di welfare che vede le campagne protagoniste con progetti imprenditoriali dedicati esplicitamente ai soggetti più vulnerabili che devono fare i conti con la cronica carenza dei servizi alla persona". Ma accanto alle iniziative nel welfare sono tante le attività portate oggi avanti nelle campagne marchigiane, a conferma del fatto che la presenza delle donne nell'agricoltura italiana ha certamente dato un forte impulso all'innovazione che ha caratterizzato il settore con una crescente attenzione al rispetto dell'ambiente e della sicurezza alimentare.

Letture:1530
Data pubblicazione : 08/03/2016 15:28
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications