Attualità
Sisma. Arriva l'ok dal ministero, i beni culturali rimarranno sul territorio

Si è tenuta ieri pomeriggio a Macerata, presso la Sala Convegni dell'Erap, un'importante riunione sul problema dei beni culturali nelle aree terremotate.

Sisma. Arriva l'ok dal ministero, i beni culturali rimarranno sul territorio
Il commissario straordinario per la ricostruzione Vasco Errani e il Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli (photo credits: ansa.it)

All'incontro erano presenti il Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, l'assessore regionale ai beni culturali Moreno Pieroni, il Commissario straordinario per il sisma Vasco Errani, il Capo del Dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio, il segretario generale del MIBACT (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo) Antonia Pasqua Recchia, il soprintendente speciale per le aree colpite dal sisma Paolo Iannelli e una folta rappresentanza dell'Anci Marche, comprensiva di cinque sindaci del Fermano: i tre componenti della commissione straordinaria dell' Anci Marche per il sisma, Paolo Calcinaro, Nazareno Franchellucci e Adolfo Marinangeli, primi cittadini rispettivamente di Fermo, Porto Sant'Elpidio e Amandola, e i due membri della commissione straordinaria dell'Anci Marche per sisma, cultura e beni culturali, Romina Gualtieri e Armando Altini, rispettivamente sindaci di Monsampietro Morico e Falerone.

Tema dell'incontro la possibilità di lasciare il più possibile le opere d'arte mobili dei Comuni di appartenenza, con l'impegno da parte di questi ultimi di predisporre, laddove possibile, locali adeguati al deposito e alla loro eventuale musealizzazione.

Il fronte dei sindaci, con l'appoggio anche del presidente della Regione Ceriscioli e dell'Assessore Pieroni, si è mostrato sostanzialmente compatto e molti di loro si sono dichiarati interessati e disponibili a verificare la presenza di immobili già in sicurezza e quindi immediatamente disponibili ad accogliere le varie opere. Su tutti Fermo ed Amandola hanno comunicato di essere pronti ad attivare ogni procedura necessaria per riuscire nell'intento: ad Amandola, in particolare, è a disposizione fin da subito il complesso storico monumentale della Collegiata, che verrà attrezzato, allarmato e messo in sicurezza con videosorveglianza e sensori di protezione.

Una nuova ed ampia disponibilità è arrivata anche dalla segreteria generale del MIBACT nella persona dell'architetto Recchia, che ha dichiarato la più ampia collaborazione degli uffici nazionali e di quelli regionali a portare avanti questa iniziativa e permettere quindi ai Comuni di mantenere quante più opere d'arte possibili nei propri territori.

Si sono detti favorevoli alla proposta anche il Commissario Errani e il Direttore nazionale della Protezione Civile Curcio.

Un successo importante, quindi, per la nostra Regione e la nostra Provincia: la rinascita dopo il sisma di agosto e quello di ottobre parte anche da qui, dalla volontà di non arrendersi e di mettere in campo tutte le forze disponibili per mantenere il nostro patrimonio storico e culturale.

 

 

Letture:2202
Data pubblicazione : 05/01/2017 10:41
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Aragorn

    05-01-2017 15:33 - #1
    sci sci...ma le case? il "ricostruiremo tutto" del vostro padrone? sono rimasto a circa un mese fa quando si parlava della prima rata di trenta milioni di spicci che avrebbe dovuto inviare l'europa...poi silenzio totale...qui tocca sbrigasse a rerraprì il museo del paesaggio, atroché!
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications