Attualità
Comitato 5 luglio ringrazia la comunità Fermana per la partecipazione all'evento organizzato dal Comitato Noisette contro il razzismo

"Siamo convinti di interpretare il sentimento di tantissimi cittadini del fermano e di Fermo, nell’esprimere la più profonda soddisfazione per l’iniziativa di domenica scorsa, promossa dai giovani studenti del Comitato “Noisette” contro il razzismo, per la solidarietà e per una società multietnica. Vogliamo ringraziare Noisette, per averci coinvolti; l’attore Giorgio Montanini, il gruppo musicale VelocyRaptusCrew, gli operatori dei progetti SPRAR e i giovani richiedenti asilo e rifugiati presenti, per aver arricchito ulteriormente l’incontro; tutto lo staff del “Soul Kitchen”; i mezzi di informazione e, soprattutto, i tanti, tantissimi cittadini che hanno partecipato, tra cui una straordinaria quantità di giovani e giovanissimi, molti dei quali appena usciti dallo Stadio, e che, al di là di come la pensino individualmente, hanno mostrato la volontà di ascoltare e di conoscere il punto di vista di altri loro coetanei."

Comitato 5 luglio ringrazia la comunità Fermana per la partecipazione all'evento organizzato dal Comitato Noisette contro il razzismo

"La stessa nascita del Comitato “Noisette”, la qualità e la tenacia del loro impegno, ci sembra un segnale importante di speranza; questi ragazzi si stanno mobilitando per sollecitare dialogo, informazione e cultura, rifiutando di “girare la testa dall’altra parte”, sia rispetto a ciò che è accaduto a Fermo, sia al clima di intolleranza xenofoba e razzista che monta nel Paese e, purtroppo, in tanta parte d’Europa. L’incontro di domenica scorsa e le iniziative che porteranno avanti, a cominciare dalla “Giornata della Memoria”, e che ci vedranno al loro fianco, sono indispensabili per alzare, soprattutto tra i più giovani, il livello di coscienza civile e gli anticorpi verso l’odio e l’indifferenza.

Ci risulta che qualche gruppetto xenofobo (presente anche nel fermano) abbia polemizzato, su qualche sito web e sui social network, con Giorgio Montanini e con l’iniziativa del 22 gennaio, con “argomenti” che non raggiungono neanche la soglia dell’attenzione. Il fatto che tanti ragazzi si siano incontrati, per dire no al razzismo - e perché episodi come l’omicidio di Emmanuel Chidi Nnamdi, e le penose giustificazioni che sono seguite, non si ripetano più - evidentemente disturba chi (come la Lega Nord, che a Fermo è un palese ossimoro) vorrebbe continuare a speculare sulla paura, sui problemi e sulla disinformazione della gente, alimentando una “guerra tra i poveri” che serve agli interessi economici forti. Queste critiche risibili confermano solo che è utile continuare a lavorare perché Fermo e il fermano difendano e riscoprano le proprie tradizioni di solidarietà, di accoglienza e democrazia."

Letture:1240
Data pubblicazione : 28/01/2017 11:46
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications