Attualità
Il GIP del Tribunale di Fermo conferma la chiusura del Verde Mare. Fulvio Riccio: "Siamo sconcertati e basiti, è una condanna a morte preventiva"

Niente da fare per il Verde Mare; a nulla sono serviti i numerosi appelli degli ultimi mesi e la manifestazione di venerdì scorso in Piazza del Popolo. Il GIP del Tribunale di Fermo ha infatti respinto la richiesta dei legali del camping, che chiedevano la revoca del sequestro della struttura e quindi la riapertura per l'imminente stagione estiva.

Una decisione che ha lasciato di stucco i dipendenti del campeggio e tutto il mondo che orbita attorno ad esso, rappresentato da Fulvio Riccio, il presidente del comitato “Salviamo il Verde Mare”, che a caldo ha commentato in modo molto duro questa decisione.

Il GIP del Tribunale di Fermo conferma la chiusura del Verde Mare. Fulvio Riccio:

“Siamo letteralmente sconcertati e basiti, è un provvedimento di cui non condividiamo assolutamente nulla – spiega - .Il GIP avrebbe potuto emettere un provvedimento di esercizio provvisorio, che sarebbe stato corretto giuridicamente e avrebbe al tempo stesso tutelato il territorio. Così facendo, invece, il Tribunale ha condannato a morte un'intera area, assumendosi in questo modo una responsabilità enorme”.

Come spiega Riccio, infatti, qualora venisse confermato il sequestro del camping, questo ne provocherebbe il fallimento indipendentemente da quello che sarà l'esito nel merito del processo, e cioè a prescindere dal fatto che l'accusa di lottizzazione abusiva delle roulotte dei clienti venga effettivamente accertata o meno dalla magistratura inquirente: “Questa decisione è una condanna a morte preventiva – rincara la dose Riccio – se il camping non riapre per questa stagione è destinato al fallimento. La magistratura dovrebbe tutelare le persone. Tutti erano concordi sul fatto che l'indagine dovesse andare avanti, ma il sequestro della struttura sembrava eccessivo rispetto all'entità dell'ipotesi di reato. Questo non è un provvedimento a servizio delle persone, perché i danni che la decisione rischia di provocare ai lavoratori e a tutto il tessuto economico-sociale del territorio sono enormi”.

L'ultima speranza è ora affidata al presumibile ricorso al tribunale del riesame che la proprietà del Verde Mare dovrà decidere se presentare o meno: “Sono quasi sicuro che il ricorso verrà effettivamente presentato, ma noi tutti sapevamo che quella di oggi era la cartuccia principale a nostra disposizione – continua Riccio – eventualmente aspetteremo comunque speranzosi la decisione del Tribunale del riesame, sperando che possa sorprenderci in senso opposto a quella di oggi”.

Letture:4902
Data pubblicazione : 15/03/2017 19:41
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
2 commenti presenti
  • Mah !!!!!!!!!!!!!!!!!

    16-03-2017 08:33 - #2
    A questo punto dovete chiede alla magistratura il perchè delle indagini e conseguente sequestro contro il solo campeggio Verdemare, con gli altri a due passi dal vostro che continuano l'attività, mi sembra un assurdo ma in questa città di stranezze ce ne sono tante.
  • Nord

    16-03-2017 07:37 - #1
    Ma allora dovrebbero chiudere tutti i camping, perché sono tutti abusivi, tutti hanno prefabbricati con servizi, e allora cosa facciamo, fate pagare il dovuto e ricominciamo in regola, che giustizia è questa!?! Vergogna, tanto i giudici e magistrati prendono sempre lo stipendio,!?!
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications