Attualità
Fermo. Abbattimento degli alberi a Piazzale Carducci. Calcinaro: "Un intervento programmato, situazione resa delicata anche dagli interventi di rifacimento dell'asfalto di qualche anno fa"

Questa mattina a Fermo sono cominciate le operazioni di abbattimento delle piante a Piazzale Carducci, sotto il palazzo delle Poste.

Fermo. Abbattimento degli alberi a Piazzale Carducci. Calcinaro:
Photo credits: Vissia Ulissi

Un intervento che ha naturalmente catturato l'attenzione dei cittadini, ma che rientra in un piano già stilato dal Comune in seguito ai pareri espressi da tre agronomi incaricati nel luglio del 2016 di portare avanti una ricognizione del patrimonio arboreo della città.

“Un'operazione programmata – conferma il sindaco Paolo Calcinaro a informazione.tv – nello specifico, le piante di Piazzale Carducci avevano risentito del taglio indiscriminato delle radici effettuato in occasione degli interventi di rifacimento dell'asfalto, compiuti in quell'area tra il 2013 e il 2014. Quella era quindi una situazione particolarmente pericolosa, non possiamo affidarci alla statistica per evitare tragedie”.

Di questi argomenti si era già parlato una decina di giorni fa durante una conferenza stampa che l'Amministrazione aveva indetto per presentare la programmazione dei lavori sul verde pubblico concordata con l'Asite. Nell'occasione, Calcinaro aveva elencato cinque crolli di piante che si erano verificati tra fine 2015 ed inizio 2016, quindi all'inizio del suo mandato. “Uno proprio a Piazzale Carducci, un altro in Via Bellesi, un altro in Via Crollalanza, vicino al circolo tennis, uno a Piazzale Azzolino, riguardante un albero che poi siamo comunque riusciti a salvare, e un altro nell'area giochi in via XX Settembre – ricorda il primo cittadino -. Questa situazione ci ha portato a richiedere l'intervento di tre agronomi, cui abbiamo dato il compito di effettuare una mappatura della situazione del nostro patrimonio arboreo, in particolare nelle aree gioco, nelle scuole, nelle aree verdi e nelle arterie della viabilità principale. A seguito delle loro indicazioni abbiamo già effettuato alcuni interventi e ne stiamo portando avanti altri: si tratta di un lavoro molto ampio, che va a sanare una situazione resa delicata dalla prolungata assenza di interventi di manutenzione nel tempo. In alcuni casi è sufficiente una potatura, in altri si deve procedere all'abbattimento".

“Dopo la fase della riduzione del rischio del patrimonio arboreo che si attua con questi interventi – ha aggiunto l’assessore all’ambiente Alessandro Ciarrocchi - partiranno le ripiantumazioni che stiamo programmando: il nostro rapporto con gli agronomi è costante e stanno monitorando passo passo tutta la situazione. Ci sono altre aree che sono interessate a questo piano: sempre in collaborazione con i tre agronomi stiamo studiando altre iniziative per la ricostruzione del patrimonio arboreo, come quella che prevede la legge, per la piantumazione di un albero per ogni nuovo nato”.

 

Letture:2545
Data pubblicazione : 20/03/2017 11:45
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
2 commenti presenti
  • pietro

    20-03-2017 14:55 - #2
    Qualche domandina in più da fare ? Io ne avrei parecchie. Innanzitutto sul perché del taglio di tutte le file di alberi, se solo alcuni sono pericolosi, su come sarà organizzato lo spazio in seguito, quando si asfalterà di nuovo, sulla durata dei lavori,presenti e futuri, su quanti posti si recupereranno o meno di posteggio, se gli alberi che rimarranno,come sembra, sono sicuri, se invece saranno abbattuti tutti, se sarà prevista una qualche forma di arredo/ombreggiatura...ecc ecc ecc.
  • Francesco

    20-03-2017 12:15 - #1
    Sono daccordo che la prima cosa è tutelare i cittadini, quindi se pericolosi gli alberi vanno abbattuti. Detto questo trovo il solito sindaco Paolo Calcinaro, ricordiamoci ex vice sindaco con la Brambatti, che indica come gli alberi avrebbero subito dei problemi anche dall'asfaltatura di alcuni anni fa, quali, quando lui era vice sindaco e assessore ? La manutenzione che non è stata fatta in passato sugli alberi, lui non era in giunta? Poi anche se fuori contesto, voglio rimarcare la presa di posizione del sindaco sullo scandalo del campeggio Verdemare, moscia è dire poco ..... A proposito di ASITE, ho letto che aumenterà del 16% il costo della raccolta e smaltimento dei rifiuti per gli altri comuni, che succede che non basta raccogliere MILIONI DI EURO dal comune di Fermo, SI DICE 5 MILIONI, e raccogliere rifiuti in giro per l'Italia ( tra poco anche quelli di Ascoli ), ora hanno bisogno di aumentare pure le tariffe? Vedete, questa è continuità tra il Calcinaro era Brambatti e il Calcinaro di oggi, due facce della stessa moneta.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications