Attualità
Pedaso. Platano Verde e Via Leopardi. Le posizioni del sindaco Toce e del suo sfidante Berdini

Mancano appena due mesi alle elezioni amministrative e a Pedaso, uno dei tre comuni del Fermano chiamati al voto, tiene banco la doppia questione dei lavori di rifacimento del Platano Verde, uno dei simboli del paese, e della chiusura della parte finale di Via Leopardi, proprio nel tratto antistante lo stesso Platano Verde.

Pedaso. Platano Verde e Via Leopardi. Le posizioni del sindaco Toce e del suo sfidante Berdini
Un'immagine dei lavori al Platano Verde

Quest'ultima decisione ha scatenato negli ultimi mesi la reazione di una fetta cospicua della popolazione, concretizzatasi nella raccolta di 460 firme contro la chiusura del tratto di strada in questione, che comporterebbe la perdita di alcuni posti auto in una zona con degli esercizi commerciali piuttosto frequentati.

Nel frattempo, la settimana scorsa sono iniziati i lavori di riqualificazione del Platano Verde, che hanno suscitato diverse reazioni anche sui social.

Il progetto punta a riqualificare un'area attualmente semi dismessa, utilizzata solo per eventi aggregativi durante la stagione estiva, e ad unirla con l'adiacente Bambinopoli per realizzare un unico ampio asse verde nei pressi del mare.

E' Barbara Toce, sindaco di Pedaso in carica, a spiegare nel dettaglio come si muoverà la sua amministrazione: “I lavori proseguiranno in due fasi. La prima, quella già iniziata, consiste nella riqualificazione del Platano Verde, mentre per evitare la presenza di un cantiere in una zona centrale e molto frequentata del paese durante i mesi clou della stagione balneare abbiamo deciso di rinviare la fase della chiusura della strada a dopo l'estate”.

Dopo l'estate, però, la Toce potrebbe non essere più in carica qualora perdesse le elezioni di giugno. La situazione nel campo alternativo alla prima cittadina è ancora in evoluzione, ma di sicuro a sfidare la Toce ci sarà Vincenzo Berdini, già sindaco del paese a cavallo tra gli anni '90 e 2000, intenzionato ora a scendere nuovamente in campo. Lo stesso Berdini è stato tra i promotori della raccolta firme contro la chiusura di Via Leopardi. Sull'argomento i due hanno naturalmente opinioni molto diverse. “I bandi e le gare per gli appalti dei lavori di chiusura delle strada sono stati già effettuati; se qualcuno decidesse di non proseguire nell'opera dovrebbe sedersi al tavolo con le ditte che si sono aggiudicate i lavori – spiega la Toce -. Noi andiamo con forza nella direzione di assicurare ordine e sicurezza ad un luogo popolato prevalentemente da bambini. In tutta Italia e in Europa stanno aumentando sempre più le zone pedonali, penso che una piccola realtà che vive di turismo dovrebbe accettarlo: sicurezza e qualità ambientale sono gli obiettivi che ci siamo proposti di raggiungere con questo intervento”.

Berdini, a sua volta, ricostruisce tutto l'iter di opposizione alla chiusura della strada. Un iter partito ad ottobre scorso, prima che l'amministrazione promuovesse la necessaria variante al piano regolatore, con la raccolta di 213 firme in pochi giorni per convincere la giunta a desistere dal proprio proposito.

L'accusa che Berdini rivolge alla Toce è quella di aver invece proseguito dritta per la propria strada senza portare la questione di fronte alla cittadinanza in un'assemblea pubblica. E' allora che è partita la seconda raccolta firme, quella che ha fatto registrare 460 adesioni.

“Sulle due questioni la nostra posizione è ben distinta – spiega Berdini – La riqualificazione del Platano Verde è un obiettivo condivisibile in sé, ma se avessimo potuto vedere il progetto avremmo potuto dare anche un'opinione più compiuta nel merito. Ribadisco invece la totale contrarietà alla chiusura di Via Leopardi per una serie di motivi. Innanzitutto perché arrecherebbe un grosso danno alla viabilità del paese, interrompendo una strada che prosegue ininterrottamente da Comunanza fino a Pedaso e che rappresenta la principale via di accesso al mare per chi viene dall'interno. Per quanto riguarda il capitolo sicurezza, inoltre, la situazione non cambierebbe granché, perché attorno all'area pedonalizzata insisterebbero comunque due strade, Via Gramsci e Via Martiri della Libertà. Infine il progetto così com'è è piuttosto limitato, manca una visione più generale per l'area". "Se vincerò io le elezioni quella via non si chiude”, è la sua promessa.

La Toce, però, è sicura della bontà di questo intervento e si dice convinta del fatto che a lavori conclusi molti dei cittadini che hanno espresso la propria contrarietà possano ricredersi: “Sicuramente è giusto che un'amministrazione, dopo aver vinto le elezioni, riesca a governare all'interno dei propri poteri. E' normale che un progetto di questa portata possa ricevere opinioni sia positive che negative da parte della cittadinanza. Ci tengo però a sottolineare che si tratta solo di un progetto di riqualificazione urbana, che non va a stravolgere l'aspetto del paese ma lo migliora. Rispetto chi ha firmato contro la chiusura di Via Leopardi, ma spero che una buona parte di loro possa ricredersi”.

E sulla questione parcheggi la sindaca è chiara e rassicura la cittadinanza: “I posti auto che verranno persi in Via Leopardi verranno recuperati con il rifacimento del parcheggio colorato e la riqualificazione di quelli collocati dietro al campo da tennis”.

Ora non resta che attendere i prossimi sviluppi, perché è indubbio che attorno a questi temi si giocherà una fetta importante della campagna elettorale pedasina.

Letture:2175
Data pubblicazione : 15/04/2017 14:37
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications