Attualità
Porto San Giorgio. Il Movimento 5 Stelle passa in rassegna i lavori alle Mura Castellane e attacca la giunta Loira. VIDEO

Il Movimento 5 Stelle di Porto San Giorgio si scaglia contro l'amministrazione Loira per la gestione del progetto di ripristino e messa in sicurezza del percorso pedonale delle Mura Castellane.

I pentastellati hanno diffuso un comunicato stampa per ripercorrere il percorso amministrativo connesso ai lavori nell'area, documentando il tutto con un video che testimonia lo stato di abbandono in cui versa attualmente l'area del cantiere

Porto San Giorgio. Il Movimento 5 Stelle passa in rassegna i lavori alle Mura Castellane e attacca la giunta Loira. VIDEO

"Era il 29 Luglio scorso quando nella sede Comunale venivano vidimati gli elaborati progettuali del Progetto di Ripristino e messa in Sicurezza del percorso pedonale Mura Castellane - si legge nel comunicato -. Di lì a poco (18/08/2016), la Giunta Comunale si sarebbe riunita deliberando l’approvazione del suddetto progetto e dando il via all’iter procedurale per l’individuazione della miglior offerta economica da reperire sul mercato.
Così, il 22 Settembre 2016 si indiceva la gara d’appalto per la selezione del contraente a procedura negoziata; passati quattro giorni partivano le lettere di invito a presentare tale offerta economica sulla base del progetto nato alla fine di Luglio.
Giunti finalmente al 17 ottobre si dichiarava aggiudicataria provvisoria dei lavori una ditta della provincia di Ascoli Piceno, con un ribasso del 15,316%.
La pratica sembra chiudersi il 4 novembre (già in leggero ritardo rispetto al Cronoprogramma redatto in Luglio), quando si determina di affidare definitivamente i lavori per la somma di € 69.785,25 (€ 68.662,30 per i lavori al netto del ribasso d'asta + € 1.122,95 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso) più l'Iva di legge, raggiungendo così la cifra di € 85.138,00.
Resta da capire in che data siano stati ufficialmente consegnati i lavori(*); la cosa certamente nota è che questi siano iniziati a Febbraio inoltrato, quando invece sarebbero dovuti essere stati conclusi da parecchio. Non si hanno notizie di sospensioni e/o proroghe richieste né tantomeno concesse, ma siamo ben oltre la metà di aprile e forse è il caso di iniziare a capire cosa abbia inceppato la macchina dei lavori e soprattutto se possiamo iniziare a contare i soldi di penale derivanti dal ritardo nella consegna dei lavori (500,00 € al giorno ex Art. 20 del Capitolato Speciale d’Appalto).
Nel frattempo, l’area di cantiere è lasciata all’abbandono totale con bassissimi standard di sicurezza garantiti ed un degrado in ascesa che fa rabbrividire. Da chi esige fiducia non si hanno né notizie né risposte
Il MoVimento 5 Stelle è garante di trasparenza e di applicazione del metodo. E' impensabile gestire in maniera così approssimativa un iter procedurale così semplice. C'è bisogno di un accurato controllo di tutte le fasi sia progettuali che esecutive e di una costante comunicazione coi cittadini che tanto si interessano delle sorti del nostro bel Paese!
Ci auguriamo che il taglio del nastro sia effettuato prima possibile per il bene della Città!"


(*) "Consegna dei lavori": Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali con cui l’appaltatore viene “immesso nel possesso dell’area” su cui deve sorgere l’opera e, eventualmente, dell’area destinata alla formazione del cantiere. Ovviamente non si tratta di un possesso in senso proprio, ma di una detenzione strumentale alla esecuzione dell’opera stabilita. Infatti da questo momento l’appaltatore è obbligato alla custodia ed alla manutenzione delle opere.

 

 

Letture:329
Data pubblicazione : 20/04/2017 17:17
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications