Attualità
Camera di Commercio Marche Sud. Botta e risposta tra Gastone Gismondi e Jessica Marcozzi

"Ci tengo ad intervenire, sia in veste di politico che da imprenditore, in merito alla ridicola proposta di una parte del Pd che governa la Regione Marche sul taglio delle camere di commercio. Qualche mese fa a Montegranaro abbiamo avuto un consiglio comunale aperto anche per parlare di questo tema e, insieme a tutti i presenti (compresi alcuni esponenti politici di spicco del Pd Fermano regionale e qualche consigliere regionale dell'opposizione), abbiamo preso l'impegno di tenere la Camera di Commercio nel nostro territorio. Poi però vengo a sapere che il consiglio regionale ha approvato (con voto favorevole anche della consigliera Marcozzi) una proposta per abolire la nostra camera di commercio e farne una unica regionale". 

Camera di Commercio Marche Sud. Botta e risposta tra Gastone Gismondi e Jessica Marcozzi

Comincia così la nota di Gastone Gismondi, ex sindaco di Montegranaro, sulla questione del possibile accorpamento delle camere di commercio marchigiane e sulla richiesta, da parte delle Province di Macerata, Fermo e Ascoli, di aprirne una che rappresenti solamente le Marche del Sud.

"È ingiusto che chi rappresenta il territorio fermano si presti a questi giochi di potere solo per favorire gli interessi politici del Pd, senza che nessuno degli eletti di questo partito nel nostro territorio abbia espresso parere contrario, visto che in campagna elettorale sono venuti tutti a fare promesse vane agli imprenditori calzaturieri e del manifatturiero che sono sempre più in difficoltà, ma nessuno di loro ha ascoltato il consiglio delle associazioni di categoria del nostro territorio, che giustamente si sono rivelate contrarie a questa scelta indegna che penalizza le aziende del Fermano - continua la nota di Gismondi -. Spero che anche la Marcozzi e Cesetti potranno spiegare pubblicamente perchè al consiglio comunale aperto a Montegranaro hanno detto una cosa e in Regione fanno l'opposto contrario. Auspico che il Pd del territorio faccia una battaglia affinché tutto ciò non avvenga perché non possiamo permetterci di non avere una camera di commercio a Fermo, la stessa che Cesetti dice invece di aver invece voluto con tutte le sue forze".

A stretto giro di posta è arrivata però la replica a queste dichiarazioni da parte della capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale Jessica Marcozzi.

"E' francamente triste dover constatare che chi oggi mi accusa impropriamente e mi attacca non è minimamente informato sui fatti, dando così vita a una critica priva di qualsiasi fondamento, frutto magari della spinta di qualche sprovveduto suggeritore - si legge nella risposta della Marcozzi -. Mi riferisco all'amico Gastone Gismondi, che mi accusa di aver detto una cosa e averne fatta un'altra in merito alla Camera di Commercio di Fermo. Dispiace dover stigmatizzare il fatto che dalle sue dichiarazioni emergono imprecisioni e un'assoluta mancanza di informazione. Gismondi dovrebbe sapere bene che ho da sempre portato avanti la battaglia per la Camera di Commercio di Fermo e, con il collega Celani, mi sono battuta per la doppia Camera nelle Marche. A dimostrazione di ciò vi è addirittura una mia interrogazione ad hoc risalente al 14 marzo 2016.

La nostra posizione, mia e di Celani, è stata però aspramente criticata anche in minoranza dai nostri colleghi di Lega Nord, Fdi e Movimento 5 Stelle, tutti schierati per la Camera unica regionale in virtù del risparmio di costi che questa comporterebbe. Ci hanno accusato di voler blindare “la poltrona” di Fermo. A questo non ci stiamo. E proprio per questo motivo ci siamo adeguati alla volontà della minoranza e all'espressione del Consiglio. Non siamo certo i difensori delle poltrone. Il presidente Di Battista non è legato alle poltrone e non ha bisogno di “avvocati difensori”. E sicuramente non siamo insensibili a operazioni che comportano tagli di costi per la colletività. Tutto questo Gismondi dovrebbe saperlo bene, ma tant'è. Per carità, non voglio sollevare polemiche e la mia replica è tesa solo a fare chiarezza. Gismondi può dire e pensare quello che vuole. Ma il perché lui, o magari qualche suo poco informato suggeritore, tiri in ballo solo me (e l'assessore regionale Cesetti) e nessuno degli altri esponenti locali in consiglio regionale, sia di maggioranza che di opposizione, tutti uniti nel votare per la Camera unica, francamente qualche dubbio lo solleva. 

 

Letture:1496
Data pubblicazione : 17/05/2017 12:40
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications