Attualità
La Camera di Commercio di Fermo a sostegno delle imprese colpite dal sisma: stanziati 750.000 euro per i progetti di ripresa delle attività economiche

La Camera di Commercio di Fermo scende in campo a sostegno delle imprese del territorio colpite dalle scosse sismiche degli ultimi mesi.

La Camera di Commercio di Fermo a sostegno delle imprese colpite dal sisma: stanziati 750.000 euro per i progetti di ripresa delle attività economiche

L'ente camerale ha infatti  stanziato 750.000 euro per sostenere diversi progetti e forme di rilancio di queste realtà: di questi 750.000 euro, 300.000 verranno impiegati per la concessione di contributi per finanziamenti finalizzati alla ripresa delle attività economiche dei comuni colpiti dagli eventi sismici.


Questo bando, le cui domande dovranno essere presentate entro il 31 dicembre 2017, prevede infatti la possibilità per le imprese che abbiano subito danni diretti o indiretti in conseguenza del terremoto di ricevere un contributo per sostenere investimenti di recupero di beni strumentali e immobili.


I contributi possono essere riconosciuti per l’erogazione di finanziamenti dell’importo massimo di 200.000 euro: il contributo della Camera di Commercio sarà del 5% della somma totale del finanziamento per le imprese dei comuni inseriti all'interno del cratere sismico e del 3% per quelle al di fuori.


“Si tratta di un aiuto concreto che viene messo a disposizione delle imprese – spiega il presidente della Camera di Commercio di Fermo, Graziano Di Battista – già così è una somma importante, che rappresenta circa un quinto del bilancio camerale, ma se fosse necessario siamo disponibili ad incrementare ulteriormente il nostro contributo ed eventualmente anche a spostare verso questo bando parte dei 750.000 euro già stanziati per la totalità dei progetti con cui sosteniamo la ripresa post-sisma”.


Per questo intervento La Camera di Commercio ha puntato sulla semplificazione delle procedure per non gravare ulteriormente su imprenditori già duramente provati dal sisma. La Camera liquiderà quindi i contributi direttamente alle imprese tramite le cooperative di garanzia e alle aziende sarà sufficiente produrre semplicemente un'autocertificazione dei danni subiti, senza quindi dover ricorrere ad una perizia giurata.


Ai 300.000 euro di questo bando, rientranti nei 750.000 complessivamente stanziati dalla Camera di Commercio Fermo per la ripresa post-sisma, se ne aggiungeranno altri 125.000 messi a disposizione da Unioncamere nazionale: “Non è una grandissima cifra, ma manifesta comunque una certa attenzione alla nostra situazione”, commenta a questo proposito Di Battista.

La Camera di Commercio vuole quindi rimanere concretamente vicina ai propri utenti, puntando in particolar modo sulla semplificazione, non solo per quanto riguarda le procedure burocratiche ma anche per il proprio sito ufficiale, che da oggi è online nella sua nuova versione.

“Parlo spesso di digitalizzazione e, insieme ai colleghi di giunta, abbiamo sempre puntato su questo elemento, partecipando ai primissimi bandi del progetto Unioncamere google e poi anche sviluppando altri progetti finanziati dalla stessa Camera – spiega Di Battista –. L'obiettivo è quello di comunicare adeguatamente con tutti gli strumenti".

Il nuovo sito, che ha ricevuto una valutazione del 97% di trasparenza da un organo di certificazione nazionale, è stato realizzato con il primario obiettivo di aumentarne la semplicità di accesso e di fruizione per tutti, anche per gli ipovedenti, che saranno facilitati dalla possibilità di aumentare il contrasto.

Rispetto alla vecchia versione, il sito ha poi una costruzione più dinamica, a cominciare dalle immagini e dalle foto che scorrono e possono essere aggiornate e modificate in tempi brevissimi.

Inoltre, con il nuovo sito la Camera di Commercio si dota anche di una propria web tv su cui verranno trasmessi in streaming i convegni organizzati, permettendo così agli utenti interessati di potervi assistere anche senza essere fisicamente presenti in loco.

Letture:2589
Data pubblicazione : 23/06/2017 13:05
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Aragorn

    23-06-2017 15:51 - #1
    quando leggo queste notizie, o quella riportata tre giorni fa a proposito dei 248 milioni di fondi europei e penso a come sia stata gestita la questione dei 5000 euro del decreto 189/2016 me vene lu torcivudellu! che pacchia è le catastrofi? quanti è li furbi che lucra su centinaia de morti? c'è sempre un virga in agguato...
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications