Attualità
Don Vinicio Albanesi chiarisce la sua posizione in merito alla sua non partecipazione alla Manifestazione contro il razzismo

Abbiamo contattato telefonicamente Don Vinicio Albanesi, il prete e l'uomo che per primo denunciò la morte di Emmanuel come un grave atto di razzismo da parte della nostra comunità. Una voce stanca al telefono, ma non fragile, che ha risposto cordialmente e sinteticamente alle nostre domande.

Don Vinicio Albanesi chiarisce la sua posizione in merito alla sua non partecipazione alla Manifestazione contro il razzismo

Le dichiarazioni di ieri 4 luglio alla carta stampa di Don Vinicio Albanesi, come lui stesso ha dichiarato alla nostra redazione, nonchè al suo amico e consigliere comunale Massimo Rossi - anch'esso sentito prontamente riguardo l'argomento - sono state travisate ed esagerate.


"Un conto sono le parole, un conto i fatti. E un conto è fare politica, e io non la faccio. Un conto è fare lutto. Ho già svolto la messa in suffragio di Emmanuel - lo scorso sabato presso la chiesa di S. Alessandro a Fermo - io faccio il prete e se mi presentassi questa sera sarebbe una presa di posizione politica."


Con queste parole Don Vinicio ha voluto prendere le distanze, ma non dalla manifestazione che si terrà stasera in Piazza del Popolo a Fermo, ma da come le sue stesse parole siano state ingigantite, quasi deviate, dai media. Infatti, tiene a precisare, anche attraverso e le parole del consigliere Rossi, di non aver mai parlato di una "eccessiva politicizzazione" della manifestazione del Comitato 5 Luglio.


"Non voleva dissociarsi dalla manifestazione di stasera" dice Massimo Rossi "che non ritiene assolutamente politicizzata. Voleva solo chiarire che ognuno sta nel suo e non voleva invadere gli altrui campi. Essendosi già molto esposto, forse, vuole tornare nel suo ambito, ed è comprensibile". Tutti ricordano infatti la pioggia di accuse e insulti che ha investito Don Vinicio per le sue denunce pubbliche e la mobilitazione mediatica che ha sollevato alla morte del nigeriano che risiedeva presso la sua comunità.


"E' proprio per il senso di responsabilità più alta, più grande di lui stesso, che Don Vinicio sente nei confronti della sua comunità, che ha fatto un passo indietro, ma di questo ci sarebbe molto di cui parlare" ha tenuto a specificare il consigliere Rossi, che ha raccolto lo sfogo di Don Vinicio dopo l'eccessiva distorsione delle sue parole.

Letture:4424
Data pubblicazione : 05/07/2017 18:15
Scritto da : Ophelia Di Antonio
Commenti dei lettori
3 commenti presenti
  • mario

    06-07-2017 12:51 - #3
    Se sei un marziano e vivi su Marte, ma ti occupi di politica e "metti bocca", non puoi pretendere che nessuno poi ti tiri in ballo per ciò che di politico hai detto !! Resta su Marte non ti occupare di politica e vedrai che nessuno ti tirerà in ballo chiamandoti in causa !!! E' oltremodo singolare che le Istituzioni (la parte politica) ripetano a josa che lo Stato è laico e che la Chiesta non deve invadere il campo su questioni politiche. Solo in questi casi però, quando cioè parlano preti che simpatizzano per i temi cari alla sinistra, allora l'invasione di campo della Chiesa viene molto ben tollerata !! Provi il don a parlare pubblicamente condannando le prese di posizione su aborto, eutanasia, cultura gender, bioetica ecc. ecc. e vedrà quante critiche dalle Istituzioni riceverà al posto degli applausi !!!!
  • Mahhhhhhhhhhhhhh !

    06-07-2017 08:54 - #2
    che il buon Don Vinicio Albanesi si professi solo come prete mi lascia da pensare, perchè le sue iniziative sono tali e tante che mi sembra molto riduttivo; che oggi prenda le distanze da un parte "la vogliamo chiamare politica?" mi lascia altrettanto perplesso, ma con chi era l'anno scorso quando rilasciava interviste a iosa, non era anche con il consigliere Rossi? Sinceramente non capisco il suo passo indietro, poi motivato da Rossi come senso di responsabilità nei confronti della sua comunità, quale?????? Mahhhhhhhhhhhh, tante domande e poche risposte e le poche date non chiare, questo è quello che penso.
  • Massimiliano

    05-07-2017 20:18 - #1
    Appare limpido come il sole che Don Vinicio non faccia politica. Infatti Renzi chissà chi lo ha chiamato, salvando a tutti la poltrona x la crisi di governo che si stava aprendo per le questioni del fratello di Alfano. Questo povero cristo di Emmanuell ha fatto comodo a tutti.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications