Attualità
Porto San Giorgio, Le riflessioni di Francesca Vitali sulla Notte Rosa di sabato scorso

"Dopo la Notte Rosa Revolution del 22 luglio a Porto San Giorgio, è doveroso, da sangiorgese e persona attiva nel sociale ed in politica, fare i complimenti all'amministrazione, alla Confcommercio, a candidati consiglieri eletti e soprattutto non eletti i quali, pur non avendo ottenuto il seggio e a titolo di gratuità, hanno porto il loro impegno e servizio per l'eccellente riuscita della serata". Francesca Vitali, ex componente del direttivo di Forza Italia a Porto San Giorgio, comincia così una nota stampa di commento alla Notte Rosa Revolution, svoltasi in città lo scorso sabato.

Porto San Giorgio, Le riflessioni di Francesca Vitali sulla Notte Rosa di sabato scorso

"Notte Rosa che è l'evento dell'anno, a parte il fatto che quest'estate ogni sera in città ci sono degli eventi che registrano il pieno di presenze e, soprattutto, per tutte le età e diversi nella caratterizzazione - continua la Vitali -. Questo è ciò che in passato auspicavo per Porto San Giorgio: persone, anche giovani e madri, attive per il prossimo anziché per le proprie tasche; proposte differenti per coinvolgere pubblici con interessi differenti e popolazione finalmente vicina ad un'amministrazione che ha saputo azzerare quel distacco ossequioso tra chi "comanda" e chi no, che in passato si aveva l'impressione fosse implicitamente richiesto.

Mi lascia perplessa, però, l'aver letto ed ascoltato in questi giorni, alcuni proclami e confronti.

Alcuni hanno avuto infatti la necessità di informare, nella fattispecie via social, di aver concorso alla realizzazione e promozione di eventi in città limitrofe, programmati nelle stesse occasioni in cui si svolgevano importantissime serate a Porto San Giorgio.

Fermo restando che ognuno sia libero di agire come vuole, mi sconcerta che queste medesime persone, nemmeno due mesi fa, fossero candidate o avessero dei famigliari candidati consiglieri a Porto San Giorgio.

Dal mio punto di vista, la candidatura dovrebbe essere un gesto fatto come somma dimostrazione di amore e volontà di profondere impegno per la propria città.

Quale sia l'esito di questa scelta, quindi la vittoria o no della coalizione, il raggiungimento di un seggio in Consiglio comunale o meno, il legame con Porto San Giorgio dovrebbe rimanere inalterato.

Posto che queste scelte (forse tentativi di boicottaggio?...) non hanno sortito danno alcuno alla città, bisogna tener conto che la riuscita di un evento non è solo un punto di vantaggio per chi governa, ma per i cittadini tutti, per una serie di processi economici, quindi promozionali e di servizi, che ne scaturiscono a vantaggio dell'intera popolazione.

Sono stati fatti paragoni con delle "Notte Rosa" sangiorgesi del passato, non vedo a che pro.

Da un punto di vista soggettivo, mi sento di affermare che in quegli stessi anni, vedendo Notte Rosa o Bianca in altre località, Civitanova Marche, San Benedetto del Tronto, Teramo, Roseto, io lamentavo che a Porto San Giorgio non fossero così belle, quindi deduco che i signori in questione ed io abbiamo ricordi diversi (e probabilmente anche amicizie politiche differenti).

Mi chiedo inoltre quale sia il senso di questa retorica stile: "Quando c'era lui".

Quando un "lui" non è più al comando, perché così decisero i suoi consiglieri, perché così hanno deciso due volte gli elettori, credo che in particolare questa maggioranza degli elettori vada rispettata nella volontà della scelta di una politica cittadina non pretestuosa e fatta di toni pacati.

Mi auguro, amando da sempre visceralmente Porto San Giorgio, di non vedere più persone candidate per Porto San Giorgio che, dopo una sconfitta elettorale, abbandonano la città per altri lidi, perché allora, forse, sono stati lungimiranti ed accorti gli elettori, scegliendo chi ha dimostrato di amare il paese fin dalla giovanissima età e quando era all'opposizione.

Il secondo mandato di Loira è iniziato, a mio avviso, nel segno del distacco dalle dinamiche politiche degli ultimi 25/30 anni a Porto San Giorgio che, causa personalismi, hanno portato a perdere di vista la cosa più importante: la città stessa".

 

 

Letture:5038
Data pubblicazione : 26/07/2017 10:50
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • lucom49

    26-07-2017 12:12 - #1
    complimenti a Francesca Vitali per l'analisi lucida e fuori dagli schemi partitici.Troppi si sono abituati a dire No sempre e comunque ,per una mala interpretazione della politica e per una voglia di potere , anche quando le cose fatte sono giuste.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications