Attualità
Terremoto. A Pescara del Tronto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in visita per la rimozione delle macerie. GUARDA LE FOTO

Il Capo di Stato Sergio Mattarella si è recato in visita ai luoghi devastati dal sisma del 24 agosto scorso. A Pescara del Tronto il Presidente ha appurato lo stato di rimozione delle macerie dalle strade principali di accesso al paese. Ceriscioli: "Testimonianza concreta della vicinanza dello Stato. Ad Arquata del Tronto rimosse 53mila tonnellate di macerie" e Mattarella rassicura "La ricostruzione non si fermerà: lo Stato farà per intero la sua parte".

Terremoto. A Pescara del Tronto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in visita per la rimozione delle macerie. GUARDA LE FOTO

“Il desiderio del presidente Mattarella era quello di incontrare  le persone che sono tornate nelle casette a Pescara del Tronto. La sua presenza e sempre molto importante per noi. Un impegno che ha preso e mantenuto più volte, quello di tornare nei luoghi del sisma. Un modo per confermare ogni volta l'impegno costante dello Stato e la vicinanza nei confronti della popolazione, una vicinanza non solo formale e simbolica ma sostanziale. Basti pensare che in un anno sulle Marche sono stati effettuati un miliardo di euro di investimenti per le imprese e le costruzioni, senza contare la gestione della emergenza. E’ chiaro che qui i problemi sono enormi e la presenza dello Stato è essenziale per poter affrontare una situazione così difficile. Solo ad Arquata del Tronto sono state rimosse 53mila tonnellate di macerie. Presto comunque consegneremo un altro blocco di casette per Arquata”.

Così il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, questa mattina durante la visita del presidente della Repubblica Mattarella a Borgo di Arquata e a Pescara del Tronto dove si e fermato a salutare le famiglie (in totale 60 persone) che sono tornate a vivere nelle prime 26 casette consegnate a luglio assicurando loro la “vicinanza dello Stato e il massimo impegno per la ricostruzione”.

Il presidente Mattarella nel corso della sua visita ha fatto anche una breve sosta di raccoglimento ai giardini comunali di Pescara del Tronto dove un Corazziere ha deposto un cuscino di fiori. Altra sosta nella piccola chiesa costruita vicino alle casette che custodisce al suo interno un antico crocefisso recuperato tra le macerie dai Vigili del Fuoco.

 

PresidenteMattarellaPescaraDelTronto_01 

 

PresidenteMattarellaPescaraDelTronto_02

 

COME VERSANO I LAVORI DI RIMOZIONE?

Risultano a oggi totalmente libere le strade su 44 dei 52 Comuni del cratere che hanno dichiarato la presenza di macerie sul proprio territorio a seguito del sisma e si va normalizzando anche la situazione relativa alla emissione di ordinanze da parte dei sindaci per attuare le demolizioni di sicurezza e consentire così l'agibilità di tutte le vie di comunicazione.

Nei restanti 9 Comuni la situazione a oggi è la seguente: a Camerino restano 250 tonnellate in vicoli secondari; a Castelsantangelo sul Nera, Fiastra, Ussita, Visso, Acquasanta Terme, Montegallo e Amandola è stata liberata la viabilità principale e restano da liberare alcuni tratti di viabilità secondaria; caso a parte è costituito da Arquata del Tronto, dove nelle situazioni più estreme come Pescara, Tufo e Capodacqua ci sono ancora macerie miste su area pubblica e su area privata e questo le rende ancora impraticabili nel loro complesso.

Per quanto riguarda la situazione generale dei lavori di rimozione, a oggi risultano 110.651,36 tonnellate rimosse, con un ritmo giornaliero di circa 2.000 tonnellate, destinato a incrementarsi, poiché sono in allestimento altri due siti di raccolta, che si aggiungono ai tre già operanti

In base ai piani presentati dai Comuni con le stime dei quantitativi da rimuovere, i Comuni con più macerie sono: Arquata del Tronto (rimosse 53.000), Castelsantangelo sul Nera (rimosse 2.600 tonnellate e lavorate con il Mibact le macerie aventi valore storico architettonico, per le quali la stima è fatta in ore di lavoro e mezzi e non in termini di quantità), Ussita (rimosse 2.370 tonnellate).

Nei lavori di rimozione è stata data priorità a Visso, San Ginesio e San Severino Marche, per liberare la viabilità generale e rimuovere le macerie degli edifici scolastici. A Visso sono state rimosse 11.764 tonnellate, a San Severino Marche 10.212 tonnellate e a San Ginesio 8.778.

Dice ancora Luca Ceriscioli: "Stiamo ultimando le operazioni per la rimozione e lavorazione delle macerie pubbliche".

"Gran parte del materiale su strade e piazze è stato rimosso. Questo era l'obiettivo principale. La parte relativa alle macerie private verrà poi lavorata con la ricostruzione anche delle singole abitazioni, anche perché per rimuovere le macerie private occorre di volta in volta avere le singole autorizzazioni dei cittadini. Stiamo lavorando con le amministrazioni locali. I Comuni infatti sono chiamati a fare le ordinanze di demolizione degli edifici pericolanti che costituiscono rischio alla pubblica incolumità, le messe in sicurezza degli edifici pericolanti non da demolire e anche gli avvisi propedeutici alla rimozione delle macerie che insistono sulle aree private ".

 

Immagine-6-780x436 

 

PresidenteMattarellaPescaraDelTronto_03

 

15-12-16_PresMattarellaPescaraDelTronto_01 

 

photo_1

 

 photo_4

 

PresidenteMattarellaPescaraDelTronto_04

 

La PROLOCO ITALIA presenterà il 3 agosto un Bando per l'assegnazione dei fondi raccolti dalle Pro Loco italiane a seguito degli eventi sismici che hanno colpito il Centro Italia (Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria) nel 2016. La presentazione si terrà ad Arquata del Tronto, alle ore 11, presso la "Scuola Fondazione Rava" nella frazione Borgo di Arquata. I contributi possono essere concessi alle associazioni di Pro Loco regolarmente iscritte all'UNPLI e/o ai comitati territoriali delle regioni colpite dal sisma.

L'importo da assegnare ammonta a 133.653 euro, in precedenza sono stati già distribuiti 213.770 euro. Complessivamente i fondi raccolti, con i versamenti effettuati da persone e associazioni, dalle Pro Loco e dai Comitati regionali e provinciali, ammontano 347.423 euro; il dettaglio è disponibile sul sito Unpli.info.

All'incontro parteciperanno il presidente dell'Unione Nazionale delle Pro Loco d'Italia, Antonino La Spina, il sindaco di Arquata del Tronto, Aleandro Petrucci, il presidente di Unpli Abruzzo, Sandro Di Addezio e il presidente di Unpli Marche, Mario Borroni. Interverranno anche i componenti della giunta nazionale, Rocco Franciosa e Fernando Tomasello quest'ultimo, da autore del bando, ne dettaglierà ratio e contenuti. Saranno presenti anche i consiglieri nazionali Carmine Santarelli e Domenico Fusari (Abruzzo), Marco Collina (Marche) e Maximiliano Falerni (Emilia Romagna). Parteciperà anche Renato Peroni vice presidente vicario di Unpli Umbria.

 

Locandina

 

LE CASETTE

 

IMG_6831

 

IMG_6825 

 

IMG_6792

Letture:2361
Data pubblicazione : 02/08/2017 18:10
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications