Attualità
VIDEOSTORIA: Un giorno nella vita di un bagnino di salvataggio sul litorale fermano

Mattia Caldarelli ha 25 anni, studia ingegneria civile e ambientale ad Ancona e da 7 anni è un bagnino di salvataggio. Ogni estate, dal 2011 a oggi, Mattia ha indossato la sua divisa rossa per pattugliare il mare e salvaguardare la vita dei bagnanti che, ogni giorno, fanno affidamento su di lui e su tutti gli altri bagnini della Delta Coop, affinché la sicurezza in spiaggia e in acqua sia sempre garantita. 

VIDEOSTORIA: Un giorno nella vita di un bagnino di salvataggio sul litorale fermano

E' un lavoro duro, sebbene qualcuno possa pensare che un bagnino stia 8 ore su una torretta a non fare niente, al massimo prendere il sole. La verità è ben diversa: è un lavoro di grande responsabilità, dove una minima distrazione può portare a una situazione di pericolo o di emergenza.

 

 

E' una questione di secondi: un momento la testa di un bagnante si vede, galleggia,  un momento dopo potrebbe essere finita sott'acqua. Un malore, un crampo, una buca improvvisa nella sabbia. Le ragioni possono essere tantissime, ma una cosa è certa: non si può perdere la concentrazione neanche un secondo. 

 

Screen_Shot_2017-08-08_at_10.03.43

 

Eppure essere bagnini di salvataggio, e lo si può chiedere a chiunque lo sia o lo sia stato, non è un semplice lavoro: è qualcosa che ti rimane, qualcosa che ti fa crescere e ti fa diventare più responsabile e maturo. Una divisa che finirai per indossare tutta la vita e che ti porterà a controllare il mare sempre e comunque.

Ogni mattina, verso le 8:30,  gli assistenti bagnanti della Delta Coop della Confcommercio Marche centrale, capitanati da Stefano Cencetti, si ritrovano allo chalet Windsurf di Porto San Giorgio per la riunione mattutina, dove vengono assegnate le torrette e dove il capo Cencetti comunica le varie notizie e informazioni della giornata. Poi, i bagnini si spostano immediatamente nelle loro postazioni, da Lido Tre Archi fino a Marina Palmense, dove il servizio è garantito dalle 9:30 fino alle 18:30 senza interruzioni. 

 

Screen_Shot_2017-08-08_at_10.06.31

 

Fra il monitoraggio in torretta, sul pattino di salvataggio e in riva al mare, le ore scorrono lente, sotto sole che, come dice Mattia Caldarelli: "Ormai non mi fa più niente. Sono diventato refrattario!"

 

Eppure, una cosa che Caldarelli tiene a sottolineare con enfasi è la forza e la bellezza del gruppo con il quale lavora. I suoi compagni bagnini non sono solo colleghi, ma amici, del quale si fida ciecamente e su di cui può fare ciecamente affidamento per rispondere a tutti i tipi di situazioni. 

 

Screen_Shot_2017-08-08_at_10.05.34

 

Ed è grazie alla forza del gruppo bagnini di salvataggio, un tempo guidati da Andrea Properzi, poi da Fabio Marini e, infine, da Stefano Cencetti,  da tantissimi anni sono una garanzia di sicurezza sul lungomare sangiorgese e fermano. Solo quest'anno sono già stati fatti sei interventi di una certa entità, fornendo sempre un servizio di qualità e d'eccellenza. 

 

 

Letture:2256
Data pubblicazione : 08/08/2017 11:23
Scritto da : Iacopo Luzi (video e testo)
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications