Attualità
Inaugurazione dell'A.A.alla Facoltà di Ingegneria Gestionale a Fermo, iscrizioni aumentate del 20%.Il Rettore Longhi:Fermo città a vocazione studentesca.Non sentitevi mai ospiti, siate protagonisti

Questa mattina presso la facoltà di Ingegneria Gestionale a Fermo si è aperto l'Anno Accademico 2017/2018, con i saluti del Rettore dell'Università Politecnica delle Marche Sauro Longhi, del Sindaco di Fermo Paolo Calcinaro, del Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo Alberto Palma, del Presidente della Camera di Commercio di Fermo Graziano Di Battista e del Preside della Facoltà di Ingegneria Gestionale Prof. Ing. Dario Amodio e infine il Vicepresidente della Provincia di Fermo, Stefano Pompozzi.

Inaugurazione dell'A.A.alla Facoltà di Ingegneria Gestionale a Fermo, iscrizioni aumentate del 20%.Il Rettore Longhi:Fermo città a vocazione studentesca.Non sentitevi mai ospiti, siate protagonisti

Un'aula gremita, non l'aula magna, perchè non sarebbero bastati i posti a sedere per tutti gli studenti e le studentesse presenti, ma una semplice aula dove si fa lezione, è quella che ha accolto il saluto del Magnifico Rettore dell'Università Politecnica delle Marche, il Prof. Sauro Longhi, per l'inaugurazione dell'Anno Accademico 2017/2018.

 

IMG_20171003_120316


La soddisfazione espressa è immensa, soprattutto per i numeri: sono stimati infatti circa 140 iscritti per questo anno, date le presenze nei banchi del Palazzo sede della facoltà di Ingegneria Gestionale in via Brunforte a Fermo.

Rispetto l'anno scorso le iscrizioni sono salite del 20%, 110 infatti gli iscritti per l'a.a. 2016/2017; e nel corso di quattro anni, da quando cioè l'attuale Rettore ha preso l'incarico, le iscrizioni sono più che raddoppiate, ben il 62% in più (63 iscritti al 2013, 140 entro fine 2017).

La soluzione adottata per far fronte a questo numero è stata quella più logica, ossia di dividere il gruppo di studenti in due, creando due sezioni di classi, diffuse in tutti gli atenei italiani: A -L e M -Z.

Non è un piccolo dettaglio questo, perchè, come sottolinea il Sindaco Paolo Calcinaro:  "E' una soglia psicologica superata e abbattuta: quella per cui Fermo ora può essere considerata a tutti gli effetti una città universitaria."

Sempre Calcinaro, dopo aver sottolineato quanto la scelta della divisione in due classi sia quella più ottimale, dice: "Sono veramente orgoglioso, e non è una frase fatta, di vedere una paltea di studenti del primo anno con questi numeri, oltre 140 iscritti! E' una grandissima opportunità per la città. E' una grande soddisfazione per tutti, così come per il Comune e l'Università anche per i nostri partner Carifermo e Camera di Commercio."

Poi si rivolge direttamente agli studenti: "La città cerca già di essere a vostra misura: le intense interazioni con i rappresentanti studenteschi, per iniziative di cui la città ha bisogno, ne sono la prova: vivere a Fermo non è proprio la cosa più facile del mondo. Alcuni lavori di pedonalizzazione e miglioria di strutture e strade sono solo l'inizio, si procederà in questa via."

 

IMG_20171003_122559

 

Il Rettore Longhi parla ispirato ai ragazzi che oggi per la prima volta nella loro vita si sono seduti sui banchi universitari:

"Di Ingegneri Gestionali c'è bisogno, e tanto. Le richieste di segnalazioni di nomi e lavori per Ingegneri mi arrivano ogni giorno, insistentemente, da partre delle aziende. Non è vero che ci sono troppi laureati, ce ne sono troppi pochi anzi. Ci sono molte più richieste di lavoro che laureati.

Digitalizzare e informatizzare: non si fa che parlare di Industria 4.0, di Fabbrica Intelligente. La digitalizzazione non è solo informatica, ma anche un problema organizzativo, che voi saprete risolvere. Se vogliamo essere un paese capace di competere sul mercato dobbiamo metterci al paro con quei Paesi che hanno già avviato i processi di tecnologizzazione. Le competenze che acquisirete qui saranno quelle esplicitamente richieste dalle aziende: c'è voglia di portare capitale umano e conoscenza all'interno del mondo della produttività".

 

IMG_20171003_120814

 

Poi guarda la platea che si stende davanti agli occhi di tutti:

"L'anno scorso almeno l'80% degli iscritti era fuori sede, quest'anno forse di più - ad alzata di mano, quasi tutti hanno asserito di essere fuori sede - e noto con piacere l'alto numero di studentesse femmine iscritte: questa è la prova che le competenze tecniche e scientifiche non sono di genere, voi tutti siete protagonisti di una rivoluzione culturale! Questi fattori, ossia il numero degli studenti e l'alta parte di fuori sede, sono una risorsa e una ricchezza inimmaginabile per il territorio, non paragonabile a quella di nessun'altra forza studentesca."

 

L'unicità della sede di Fermo è proprio nella sua location:

"Questa Facoltà è l'unica di Ingegneria dell'Informazione nel centro Italia tra Bologna e Bari, andava valorizzata a dovere, e Fermo ha sempre avuto una vocazione studentesca, ricordo anche solo ad esempio l'Istituto Montani. L'amministrazione comunale fa del suo meglio per rendere la città attraente culturalmente. Fermo è già una città a misura di studente, mi aspetto anche da voi un atteggiamento e azioni propositive in tal senso: avete degli spazi bellissimi, usateli."

 

IMG_20171003_122537


Infine esorta i futuri Ingegneri non solo a dare il meglio, ma anche a pretenderlo, a onor del loro titolo e degli sforzi che andranno a incontrare:

"Gli studenti che vengono qua sanno che non avranno la strada spianata, sarà un percorso duro e difficile, ma ricco di soddisfazioni e con alla fine una premiazione adeguata.

Il 70% degli studenti trova lavoro nella zona limitrofa a quella dove ha studiato, e quando arrivano alla celebrazione delle Lauree in Piazza, alla fine del percorso di studi, molti di loro hanno già un contratto firmato a tempo indeterminato, cosa per la quale noi ci siamo sempre attivati.

Non accettate qualunque cosa, dopo che vi siete laureati, combattete per il contratto e non accettate che non sia a tempo indeterminato. E' finita l'era del tirocinio non pagato, anche perchè abbiamo già predisposto la parte degli stage e dei tirocini all'interno del percorso formativo, per la politica di rafforzamento dell'altrernanza scuola lavoro, molto voluta e sostenuta con noi dalla Camera di Commercio."

 

IMG_20171003_125819


Hanno dato il loro saluto agli studenti anche le due Istutuzioni da sempre al fianco dell'Università e dell'EUF, l'Ente Universitario Fermano, che per primo ha lottato per portare a Fermo le sedi distaccate delle Università marchigiane, ottenendo oggi un gran risultato:


Il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo, il Dott. Alberto Palma, dando il benvenuto agli studenti presenti, ha ricordato come la sua Istituzione abbia sempre creduto in quel corso universitario, e che la qualità dell'insegnamento che sta crescendo sia un'assicurazione per tutto il territorio. Infine, ribadisce come la Carifermo sarà sempre, nel limite delle sue possibilità, di supporto all'Università delle Marche.

Per il mondo delle aziende invece la Camera di Commercio di Fermo ha il ruolo di cardine di connessione tra la formazione di questi studenti e il mondo del lavoro: il Presidente della sezione fermana, Graziano Di Battista, ricorda come si siano attivati in prima persona per garantire il progetto dell'alternanza scuola - lavoro.

"Questa Facoltà è fondamentale - ricorda - perchè nel cuore del distretto calzaturiero italiano. Nato spontaneamente, oggi deve essere guidato da figure professionali competenti e sempre più specializzate. In giro per il Mondo il Made in Italy è diventato un marchio: in nome di questo oggi i veri specialisti siete voi, non più quella figura di imprenditore che sa fare certe cose e non altre. Oggi voi maneggiate strumenti indispensabili, quelli che fanno girare l'economia"

 

Non resta che augurare ai ragazzi e alle ragazze buono studio.

Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications