Attualità
Rocca Montevarmine: presentato il bando. Agricoltura biologica e volontà di investire i punti cardine del progetto. VIDEO E BANDO

Presenti questa mattina in conferenza stampa Alessandro Ciarrocchi, Assessore all’Ambiente, Gionata Borraccini, consigliere comunale all’agricoltura, Claudio Villa dell’ufficio patrimonio del Comune di Fermo e Vincenzo Polini, Sindaco di Carassai. 

Rocca Montevarmine: presentato il bando. Agricoltura biologica e volontà di investire i punti cardine del progetto. VIDEO E BANDO

Ciarrocchi ha spiegato: “Dopo il primo bando, relativo a una piccola parte dei terreni, ora la delibera del Consiglio Comunale trova la sua consacrazione in questo bando che include tutti i terreni e che si indirizza verso un’agricoltura biologica e sociale, già sviluppata a Montepacini.”

“All’inizio – prosegue Ciarrocchi -  c’erano i contratti in scadenza e vincolati dopo la donazione, la quale presupponeva che il reddito di questi affitti venisse reimpiegato nei servizi sociali e questo abbiamo voluto salvaguardare: uno spazio di circa 600 ettari che non include solo terreni ma anche immobili. Proprio la presenza del Sindaco Polini testimonia il voler guardare oltre, pensando soprattutto a rimettere in moto il ristorante in una seconda fase di progettualità. Lo stesso discorso vale per la Rocca che però, avendo una parte lesionata a causa del terremoto, richiede dei tempi un po’ più lunghi.”

 

22278478_10214867651470902_33436680_n

 

“Questa amministrazione è riuscita nell’obiettivo che in molti anni è mancato – esordisce Carassai -, si è coinvolta molto e per noi è fondamentale sapere cosa fare con questi ettari di terreno. Il dovere di un’amministrazione è quello di saper amministrare e consolidare il lavoro migliorando sempre di più.”

“Mi complimento con Fermo anche per aver inserito nel bando lavoratori diversamente abili, prodotti tipici del nostro territorio e molto altro – continua Polini. Analizzeremo poi con gli uffici di competenza se sarà possibile recuperare una parte della Rocca, quella che non è stata danneggiata dal sisma; oltre alla valorizzazione del ristorante che è un importante bene comune.”

Gionata Borraccini spiega poi la struttura del bando: “Vogliamo creare un’agricoltura diversa da quella standard: chi infatti inserirà agriturismi avrà dei punteggi maggiori. Abbiamo inoltre deciso di mandare al bando tutte le terre insieme, realizzare un progetto comune quindi che possa valorizzare tutta l’area e creare un marchio Montevarmine, che porterebbe lustro ai due Comuni di Fermo e Carassai.”

“Il bando parte da una base d’asta di 97 mila euro. Gli immobili sono 37 più il ristorante e la Rocca, distribuiti su 570 ettari. L’offerta economica incide di 10 punti su 100, ciò che ci interessa è il progetto che c’è dietro – continua Borraccini. La sostenibilità economica, la creazione di punti vendita, la volontà di investire e l’esperienza sono i punti cardine.”

“Per quanto riguarda la Rocca – continua il Consigliere – l’ingresso alla torre è inaccessibil e il maschio e la chiesa sono stati lesionati dal sisma, mentre la facciata d’ingresso è rimasta intatta. Ora stiamo aspettando la scheda Aedes (prevista per oggi o domani) e speriamo magari che il terremoto diventi un’”opportunità”.”

 

22290283_10214867651230896_1271854578_n

 

Polini sottolinea anche l’aspetto della valorizzazione della flora: “In tutto il territorio interessato ci sono piante secolari di alto pregio: la natura è preponderante e nonostante ci sia stato molto abbandono sembra di essere in un’oasi protetta.”

L’Ingegner Claudio Villa, dell’Ufficio Patrimonio, spiega poi nel dettaglio alcuni punti del bando: “È indirizzato a imprese e agricoltori e per i giovani è previsto un punteggio maggiore. Il diritto di prelazione viene esercitato a parità di condizione. Il problema degli attuali affittuari è il passaggio all’agricoltura biologica, ma hanno a disposizione 10 anni per il passaggio: verranno in questo senso incentivati dal non aumento Istat per i primi 5 anni”.

“Sarà sicuramente l’inizio di una nuova fase per Carassai che avrà un ritorno indubbio. Molte associazioni storiche si sono interessate per portare in questi luoghi le loro rievocazioni storiche.” Spiega Polini.

“Il contratto di locazione è di 15 anni, rinnovabile per altri 15 a patto che ci sia stato un investimento sulle infrastrutture di 150 mila euro (saranno scomputati per il 50%) - spiega Villa. Non è obbligatorio dal punto di vista formare la sistemazione degli immobili ma è necessario in vista di un vero e proprio progetto (rimane comunque obbligatoria la sistemazione e messa in sicurezza e il rendere inaccessibili gli immobili non utilizzati).”

 

 

LINK AL BANDO 

 

 

Letture:2682
Data pubblicazione : 06/10/2017 13:13
Scritto da : Alessandra Bastarè
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications