Attualità
Asite, Monteleone replica a Tulli: "E' un disco rotto, dal 2016 sempre le stesse osservazioni smentite dai fatti"

“Un orologio rotto segna l’ora esatta almeno due volte al giorno, il disco rotto di Tulli nemmeno quelle. Continuiamo a ricevere dal 2016 le stesse osservazioni smentite dai fatti, ma nonostante questo il consigliere Tulli continua ad incaponirsi mettendo in dubbio anche la veridicità delle risposte scritte che il sindaco ha dato alle sue interrogazioni". Non usa giri di parole Massimo Monteleone, consigliere comunale di maggioranza con delega all'ambiente, nei confronti di Gianluca Tulli, che aveva attaccatto l'amministrazione in merito all'Asite.

Asite, Monteleone replica a Tulli:

"Allora siamo costretti a ricordare che sono dati oggettivi e consultabili quelli che vedono l’attuale percentuale dei rifiuti speciali al 21 % (dunque entro la soglia), quelli che vedono interrotti da ormai un anno i conferimenti da fuori Regione (Roma per intenderci), e che vedono inesistenti i fantomatici conferimenti che, stando a Fermo Libera, dovrebbero arrivare da mezza Italia - continua Monteleone -. Anche il suo calcolo della tariffa di conferimento sconta un'evidente forzatura e sinceramente, quando una cosa gli viene spiegata più di una volta, cominciamo a credere che non la voglia capire, ecco perché poi diventa un disco rotto. Il prezzo di 65 euro a tonnellata pagato dai conferenti fuori provincia (provincia di Ascoli Piceno, per inciso) non è comprensivo del trattamento meccanico biologico che, se calcolato, lo farebbe divenire ben maggiore del prezzo pagato dai locali (90 euro). Il tutto senza nemmeno considerare il costo del trasporto, ovviamente a carico del conferente. E’ tanto difficile da capire per un consigliere comunale??"


"Piuttosto, come mai Tulli non prende atto del fatto che, nonostante la riduzione degli speciali e l' interruzione dei conferimenti fuori regione, l’Asite riesce ancora virtuosamente a non aumentare il prezzo ai comuni del circondario (anche per effetto dell’accordo interprovinciale con Ascoli Piceno)?? - domanda Monteleone -. Che ne pensa il consigliere Tulli dei progressi registrati nell’anno in corso sulla percentuale di raccolta differenziata grazie all’introduzione dei nuovi sistemi, alla lotta agli abbandoni e alle iniziative di sensibilizzazione presso le scuole?? Dopo due anni circa ancora sentiamo parlare di richiesta perizie, di commissioni speciali, di commissioni tecniche, ma senza un effettivo oggetto; così, giusto per polemizzare e magari per far suonare il disco ormai sempre più rotto”.

Letture:619
Data pubblicazione : 14/11/2017 17:43
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
2 commenti presenti
  • cittadino indignato

    15-11-2017 10:06 - #2
    i nuovi sistemi per la raccolta differenziata Monteleone, sono le isole ecologiche acquistate per 3 MILIONI DI EURO, e ti sembra poco? La verità è che l'ex presidente ASITE Cippitelli si è dimesso, il direttore della DISCARICA non è più lo stesso e lei vuole sostenere che è tutto OK ? La città nel suo centro storico è sporca più di prima, con i piccioni che sono i padroni in molte vie, in cui è impossibile passare per i molti escrementi presenti, che creano ulteriori pericoli con la pioggia perchè rende scivioloso il passaggio. Si faccia un bel giretto nella zona di San Francesco e poi ci riferica sulle condizioni delle vie.
  • luca2

    14-11-2017 19:11 - #1
    Ma secondo lei consigliere, la gestione dell'Asite è stata trasparente????? I milioni spesi per le isole ecologiche meccanizzate sono giustificati? Ma perchè si è dimesso il presidentre dell'Asite, da voi confermato dopo eserre stato nominato dal sindaco Brambatti? Adesso il consigliere Tulli ci dice che anche il direttore della discarica è stato salutato, perchè? Mi sarei aspettato qualcosa di diverso e di più da gente la cui lista si chiama Piazza Pulita, ma ritengo che il cordone ombelicale che univa l'attuale sindaco Paolo Calcinaro al PD sia ancora intatto, con tutte le conseguenze del caso, come per l'Asite.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications