Attualità
Crisi del Fermano. Di Cosmo (Cgil): "Ben venga l'avvio dell'iter per il riconoscimento dell'Area di Crisi complessa, ma occorre una strategia di rilancio complessiva con la Regione"

"Di fronte alla crisi economico-produttiva che non accenna a chiudersi, le parti sociali e le istituzioni non possono perdere tempo. Neanche possiamo aspettare la fine della campagna elettorale e l’insediamento del nuovo governo. Bisogna continuare l’azione fin qui svolta e pretendere che i temi della crisi del lavoro e del nostro territorio siano protagonisti anche nel dibattito nella campagna elettorale ormai aperta". Maurizio di Cosmo, segretario della Cgil di Fermo, invita tutti gli attori a non perdere tempo e a continuare senza soste l'azione volta alla ripresa del nostro territorio in crisi.




Crisi del Fermano. Di Cosmo (Cgil):

L’avvio della procedura della Regione, sollecitata e concordata con il “Tavolo Provinciale per lo Sviluppo”, per il riconoscimento da parte del governo di Area di Crisi Complessa è solo una tappa del percorso - prosegue Di Cosmo -. Il Fermano ha molte cose da rivendicare dal governo del territorio, fin qui eluso clamorosamente da Regione e Governo nazionale. Governare non significa solo stabilire le misure e le risorse da destinare, ma soprattutto spingere l’avvio dei processi, gestirli verificandone la realizzazione passo dopo passo e verificarne i risultati".


"Carenza di infrastrutture, bassa produttività, assenza di servizi alle imprese, oblio dei fattori competitivi delle imprese, avvio di processi di aggregazione per superare lo storico dimensionamento delle aziende, nullità delle politiche attive del lavoro, investimenti in ricerca e sviluppo al lumicino, predominanza del lavoro precario, disoccupazione e inoccupazione. A tali problematiche strutturali deve aggiungersi il livello di crisi di questi anni e la caduta della domanda interna a causa della mancanza del lavoro, del propagarsi del lavoro povero, precario e sfruttato e della caduta del potere d’acquisto dei salari - spiega il segretario della Cgil di Fermo -. Il riconoscimento di Area di Crisi Complessa ci darà ulteriori possibilità di investimenti su progetti strategici, ma intanto va definita con la Regione una strategia complessiva di rilancio che va completata con il governo e la gestione attiva dei processi da realizzare. In assenza di questo nuovo approccio rischiamo un altro fallimento".


"Deve quindi proseguire il confronto con la Regione e tutte le istituzioni locali per coinvolgere in questa mobilitazione anche le associazioni non economiche. Bisogna anche dare corpo alle scelte già condivise che possono essere realizzate dalle rappresentanze territoriali per innovare le relazioni industriali. Quest’ultimo aspetto attiene specificamente alla volontà e alla responsabilità delle rappresentanze locali.
Da subito va ripresa l’iniziativa sul “Made in", evidenziandone il valore come fattore competitivo delle nostre produzioni e come diritto dei cittadini ad avere contezza della provenienza dei prodotti che intendono acquistare.
Il governo del Territorio deve tener presente anche la fase di ricostruzione post-sisma - chiude Di Cosmo -. Considerando quanto sta avvenendo nei cantieri del Maceratese, è urgente un confronto coinvolgendo le istituzioni, Prefettura compresa (stiamo attendendo la convocazione dell’incontro richiesto), per affermare la legalità, la qualità delle opere e degli interventi economici e sociali, nonché il rispetto dei diritti dei lavoratori nei cantieri che stanno per aprirsi anche nel Fermano. Da subito diamo corso con la Regione al varo dell’Area Interna del Fermano che può meglio favorire le azioni di rilancio e sviluppo delle aree montane e interne".

 

 

Letture:1978
Data pubblicazione : 16/01/2018 12:33
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Elvio

    16-01-2018 12:47 - #1
    Per il collegio di Civitanova che comprende anche Fermo candiderei Di Cosmo della CGIL e Donati della CISL che sono gli unici ad esprimere qualche idea sul futuro del nostro territorio.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications