Attualità
Fatti di Macerata, il segretario provinciale PD Alessandrini tuona contro i "fomentatori d'odio": "Basta! Andatevene dalle nostre terre!"

Oggi pomeriggio al Museo Miti di Fermo si sono tenuti gli stati provinciali del Partito Democratico fermano, che ha presentato i suoi candidati nei collegi del territorio in vista delle prossime elezioni politiche.

Fatti di Macerata, il segretario provinciale PD Alessandrini tuona contro i

Naturale però che su tutta la kermesse risuonasse l'eco di quanto accaduto questa mattina a Macerata e negli ultimi giorni a Pollenza, episodi che sono stati commentati direttamente da Fabiano Alessandrini, segretario provinciale del Partito Democratico: “In questi giorni abbiamo vissuto il dramma di una povera ragazza molto fragile, ospite di una comunità di recupero che cercava di riportarla alla vita, e che invece nella sua voglia di scappare ha incontrato la morte per mano di un extracomunitario – riflette Alessandrini riferendosi all'uccisione della giovane Pamela Mastropietro a Pollenza – e subito però si sono scatenate le solite prese di posizione dei fomentatori d'odio, che hanno usato i peggiori epiteti possibili”.

 

Alessandrini poi risponde a chi in questi giorni ha rinfacciato alle istituzioni e ai parlamentari del nostro territorio di aver partecipato al funerale di Emmanuel, il rifugiato nigeriano morto nel luglio 2016 a Fermo, chiedendo loro se avrebbero fatto altrettanto per quello della giovane Mastropietro: “E' chiara a tutti l'umana pietà per delle giovani vite che vengono stroncate. A Fermo, però, venne perpetrato un omicidio per una pura e semplice ragione, quella razziale, e siccome la Costituzione difende la parità delle razze, allora in occasioni del genere lo Stato deve esserci e quindi mi sento di rivendicare con orgoglio quella presenza della Boldrini e dei nostri parlamentari”.

 

Alessandrini arriva poi a parlare più nello specifico di quanto accaduto questa mattina, evidenziando come il giovane Luca Traini abbia sparato ad altezza uomo anche contro la sede del Partito Democratico maceratese, che per fortuna e contrariamente a quanto avviene di solito il sabato mattina, oggi non era aperta: “Quando sono cominciate ad arrivare le prime notizie da Macerata riflettevo su a che cosa possa portare il clima d'odio che si respira sempre più; poi è venuto fuori l'autore di questo folle gesto, un ragazzo fragile per motivi opposti a quelli della Mastropietro, candidato della Lega Nord alle scorse elezioni comunali a Corridonia che si è sentito investito di una missione quasi da giustiziere della morte – commenta Alessandrini, che poi chiude con un affondo durissimo -. Allora in maniera forte e netta noi dobbiamo dire basta a questa gente, ai Salvini e ai suoi accoliti. Basta! Ve ne dovete andare voi, andatevene dalle nostre terre, non è possibile che accadano questi fatti!”

Letture:2472
Data pubblicazione : 03/02/2018 19:31
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • paolo

    04-02-2018 11:27 - #1
    voi politici siete il male assoluto...fomentate violenza s avete creato una guerra tra poveri!!! voi politici specialmente del pd vi arricchite co ssi poracci x un pugno di voti...vi dovreste vergognare...mangiapane a tradimento con vitalizi e pensioni assicurate...pubblicate tutto senza problemi
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications