Attualità
STEAT. Società, Regione, Provincia e Comune presentano i sei nuovi autobus per il servizio urbano a Fermo, Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio

Presentati questo pomeriggio in Piazza del Popolo a Fermo i sei nuovi autobus della Steat per i servizi urbani di Fermo, Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio, co-finanziati dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, nel quadro del POR FESR 2014-2020.

STEAT. Società, Regione, Provincia e Comune presentano i sei nuovi autobus per il servizio urbano a Fermo, Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio

Presenti il Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, insieme all’Assessore al Bilancio Fabrizio Cesetti e al Consigliere Francesco Giacinti. Presenti Fabiano Alessandrini, Presidente della Steat e il Direttore Giuseppe Rutolini; la Presidente della Provincia di Fermo Moira Canigola e il Vice Stefano Pompozzi; il Sindaco di Fermo Paolo Calcinaro e l’Assessore ai Lavori Pubblici Ingrid Luciani; il Presidente della Camera di Commercio Graziano Di Battista e il Sindaco di Porto Sant’Elpidio Nazareno Franchellucci.

Dopo il taglio del nastro in Piazza del Popolo a Fermo, Alessandrini ha presentato la Società e i nuovi sei mezzi che rappresentano “lo sforzo di rinnovamento della Steat”, ringraziando il Presidente Ceriscioli per l’importante contributo, oltre alla Provincia di Fermo e al Comune di Fermo.

 

27946163_10216042621644422_1482159056_o

 

“La Steat è la società capofila della Trasfer S.c.a r.l., titolare dei contratti di servizio del T.P.L. del fermano. La nostra Società eroga circa 1 milione e 800 mila chilometri di servizi extraurbani oltre ai singoli servizi urbani (Fermo 600mila chilometri, Porto San Giorgio 55mila chilometri e Porto Sant’Elpidio 50mila chilometri).

Con i suoi 92 autobus per il TPL, 12 autobus Gran Turismo, 3 autobus per Linee interregionali, 1 deposito principale con officina interna a Fermo, 1 stazionamento autobus a Piane di Falerone, 1 deposito a Porto Sant’Elpidio, gli impianti di rifornimento interno a Fermo e i suoi 107 dipendenti, la Steat rappresenta un’eccellenza per il trasporto nel territorio fermano ed è altresì socia fondatrice della Roma Marche Linee e del consorzio Vector One.

“Negli ultimi 5 anni – ha proseguito il Presidente – la Steat ha investito sul rinnovo del parco autobus da TPL, sia mediante l’acquisto di mezzi nuovi cofinanziati dalla Regione Marche, sia mediante acquisto su autosnodati usati per un valore di due milioni di euro (di cui 969mila dalla Regione). Oltre ad aver investito per circa un milione e mezzo sul rinnovo del parco autobus di noleggio e per le linee interregionali.”

“Importante rimane il tema dell’innovazione tecnologica – ha continuato Alessandrini – con le novità per quanto riguarda il progetto dual fuel, che ha trasformato 4 autobus diesel in alimentazione diesel/metano: una sperimentazione importante che interessa le linee per Monte San Martino, Amandola e Ascoli.”

“Innovazione che prosegue con il progetto AVM, in collaborazione con la Regione Marche – ha spiegato Alessandrini – che ha dotato tutti gli autobus di sistema satellitare e che ha installato sul territorio 32 paline informative elettroniche. Senza dimenticare l’accordo con Google per l’utilizzo dell’applicazione Google Transit per la ricerca di orari, percorsi più veloci, prezzi e molto altro. Per settembre 2018 inoltre è prevista l’uscita dell’App STEAT per acquistare abbonamenti, effettuare ricerche orari, trovare la fermata più vicina e controllare il percorso degli autobus in real time.”

 

27947201_10216042621484418_604403935_o

 

A parlare poi dei nuovi sei autobus Vivacity 8 è stato il Dottor Mazzalupi, Responsabile Commerciale della IIA, Industria Italiana Autobus: “Vivacity 8 è una gamma leader nel segmento degli autobus di taglia medio-corta ed è l’ideale per il servizio nei centro storici. Si tratta di cassaportanti con 61 posti, con motorizzazione a sei cilindri Euro 6, in grado di migliorare le prestazioni del veicolo e di contenere le emissioni inquinanti, la rumorosità e le vibrazioni.”

Grande soddisfazione per il Presidente della Regione Marche, co finanziatrice tramite il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, nel quadro del POR FESR 2014-2020, Luca Ceriscioli, che guarda anche al futuro e a “ciò che si può costruire con il desiderio di poter utilizzare aziende come questa che rappresentano un fiore all’occhiello per il territorio”.

“Credo che il sistema del trasporto pubblico – continua Cerisicoli –, ben integrato con la Regione, rappresenti un servizo di qualità per i cittadini. Condivisione, innovazione e gestione: mettendo insieme tutto questo possiamo creare eccellenza e diventare un punto di riferimento a livello nazionale.”

“L’auspicio, in linea con l’essere riusciti a offrire servizi strategici, importanti per il turismo e l’economia ma anche per l’ambiente e per il sociale, è quello di portare questo settore a prezzi standard reali; dobbiamo trasformare l’efficienza e il “sacrificio” in opportunità di ottenere più risorse negli investimenti”. Ha concluso il Presidente.

 

27951185_10216042621044407_1027096900_o

 

La Presidente della Provincia di Fermo Moira Canigola si è complimentata con “l’attuale gestione della Steat che ha portato avanti un’azienda così importante per il trasporto pubblico locale e che unisce un intero territorio dal mare alla montagna. Questo è un servizio che incide sul benessere e sulla qualità della vita del nostro territorio.”

“Non dimentichiamo inoltre la sicurezza: alcuni autobus sono infatti dotati di un doppio sistema di controllo e di sicurezza stradale. Il mio invito è quello di continuare su questa strada, una strada fatta di innovazione tecnologica e di qualità, che dobbiamo continuare a percorrere.” Ha concluso la Canigola.

Il Sindaco di Fermo Paolo Calcinaro ha ringraziato la Steat, la Regione e la Ditta. “In due anni e mezzo abbiamo raggiunto piccoli e grandi traguardi – ha esordito il primo cittadino. Nel 2018 inoltre sarà compiuto un altro passo importante che riguarda la biglietteria: il Terminal tornerà infatti a essere uno spazio fruibile in maniera poliedrica, ospitando anche i locali dei servizi Steat di accoglienza.”

“Con il bando delle periferie – ha concluso Calcinaro – dovrebbe iniziare anche un dialogo stretto per quanto riguarda il collegamento con Lido Tre Archi. Sono molto soddisfatto del tavolo di lavoro costante tra Amministrazione e Steat, sulla linea dello spirito del servizio al territorio e del contatto diretto e umano.”

Il Presidente della Steat, Alessandrini, ha concluso parlando del prossimo obiettivo della Società: avere un autobus elettrico. “Nelle Marche ci sono aziende pubbliche e sane che fanno quadrare i bilanci e la Steat è una di queste eccellenze, grazie soprattutto a chi ci lavora”.

 

27950519_10216042621284413_836089968_o

Letture:4037
Data pubblicazione : 10/02/2018 20:30
Scritto da : Alessandra Bastarè
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications