Attualità
Sant'Elpidio a Mare: il bilancio dell'attività del 2017. Controllo del vicinato: cittadini operativi già in tre quartieri

Controllo del territorio e non solo. L’attività della Polizia Locale svolta nel 2017 lascia emergere una serie di dati che parlano di un lavoro svolto a 360.

Sant'Elpidio a Mare: il bilancio dell'attività del 2017. Controllo del vicinato: cittadini operativi già in tre quartieri
Immagine di repertorio
Nel 2017 l’ufficio front office del Corpo della Polizia Locale di Sant’Elpidio a Mare è stato aperto al pubblico, in modalità ordinaria e/o straordinaria, per oltre 1000 ore. Circa 400 le segnalazioni di diretta competenza pervenute. Perno dell’attività di polizia espletata sul territorio è stata, come sempre, la promozione e la tutela della sicurezza stradale. Oltre 13.000 ore sono state dedicate dagli Operatori al servizio esterno, protratto anche in orario serale/notturno nel periodo estivo. Grazie a questo sforzo sono state accertate n. 4227 violazioni al CdS.
 
A supporto dell’attività degli operatori vengono utilizzate strumentazioni quali il Falco 193 per l’accertamento del corretto assolvimento degli obblighi assicurativi e di revisione dei mezzi e l’Autovelox mod. 104/E per il rilievo di violazioni connesse ai limiti di velocità consentiti.
 
Nel corso del 2017, inoltre, è stato introdotto un nuovo dispositivo per il controllo delle violazioni del rosso semaforico la cui gestione, affidata direttamente al Corpo della Polizia Locale, ha visto l’interessamento di tutti gli operatori adeguatamente formati allo scopo. Tale risultato è giunto al termine di una lunga attività avviata già nel 2016, che ha necessariamente interessato la Prefettura – Ufficio Territoriale del Governo di Fermo, la Provincia titolare delle arterie interessate dal dispositivo, la S.P. 219 intersezione SP 27, la Polizia Stradale, e che ha trovato conclusione con l’esito positivo di una richiesta di offerta sul Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione.
 
Grazie all’impianto di controllo rosso semaforico presso la SP Mezzina, nel corso dell’anno 2017 sono state accertate 1647 violazioni al CdS per le quali sono stati redatti a carico dei trasgressori e degli obbligati in solido i relativi verbali di contestazione. Una apposita sezione sul sito ufficiale del Comune consente agli utenti che ne hanno diritto di visionare, in modo semplice, intuitivo e nel pieno rispetto delle norme sulla privacy, i fotogrammi relativi al comportamento scorretto tenuto e contestato e di avere accesso in autonomia ai dati ed alle informazioni utili a ricostruire l’evento per poter poi provvedere al pagamento della sanzione.
 
Si sono pure potenziati i servizi appiedati in zone mirate del territorio e con particolare attenzione al centro storico. La presenza garantita su strada ha portato all’accertamento di 758 violazioni dell’art. 142 CdS -velocità (a fronte delle 545 dell’anno precedente e delle 369 registrate nel 2015) e l’impegno contro le soste irregolari ha fatto registrare di n. 863 violazioni relative agli artt. 7, 157e 158 CdS (contro le 761 totali dell’anno precedente) cui si vanno ad aggiungere i 72 i verbali amministrativi ai danni dei proprietari/conducenti dei veicoli irregolarmente in sosta negli spazi riservati ai residenti.
 
Dai dati emerge che il numero di interventi per incidenti stradali fa registrare un lieve incremento rispetto all’anno precedente: 61 rilievi effettuati contro i 46 del 2016.
In totale 4068 i punti decurtati nel corso dell’anno a seguito di violazioni al CdS (erano stati 1416 nel 2016 e 1116 nel 2015), numero che è espressione di violazioni legate al mancato rispetto delle norme e sta a sottolineare l’importanza di un regolare presidio del territorio che si esplichi in azioni di prevenzione ed in una attività di vigilanza condotta nel nome del binomio controllo-repressione.
 
Ne sono la riprova i risultati delle campagne di prevenzione ed i controlli effettuati in maniera mirata nel corso del biennio precedente per favorire il corretto uso dei sistemi di ritenuta - art. 172 CdS, per contrastare fenomeni quali la guida con revisione scaduta – art. 80 CdS, senza documenti al seguito – art. 180 CdS o in assenza di copertura assicurativa – art. 193 CdS. : i dati hanno fatto registrare nel corso del 2017 una flessione del numero dei comportamenti scorretti (art. 172 CdS: 7 verbali nel 2017 contro i 32 dell’anno precedente; art. 80 CdS: 328 violazioni accertate nel 2016, 258 nel 2017; art. 180 CdS: 35 contro le 59 del 2016; art. 193 CdS: 48 contro le 74 dell’anno precedente), segnale incoraggiante che riconferma la validità della strada intrapresa e premia il costante impegno profuso.
 
L’attività amministrativa degli Uffici della Polizia Locale ha consentito l’evasione di 171 pratiche relative al rilascio di autorizzazioni all’occupazione del suolo pubblico, 20 le pratiche legate al rilascio di passi carrabili (erano state 6 nell’anno precedente) e 56 nuove pratiche per il rilascio dei tesserini per la circolazione dei disabili. 10 sono stati i ricorsi (16 nel 2016), di cui 7 al Giudice di Pace e 3 innanzi al Prefetto, cui si è data risposta in termini di controdeduzioni e costituzione in giudizio davanti all’Autorità. 77 le pratiche relative ad informazioni ed investigazioni per attività comunali e di altri Enti espletate.
 
Particolare ed attenta cura è stata riservata al controllo ed al monitoraggio della segnaletica. Impegno è stato pure garantito per la dovuta valutazione di proposte d’intervento sulla viabilità e per gli studi di fattibilità legati a segnalazioni dei cittadini e degli amministratori.
 
E’ proseguita anche nel corso dell’anno 2017 la stretta collaborazione con le altre Forze di Polizia.
Con azioni di controllo effettuate attraverso interrogazioni al sistema di videosorveglianza che hanno prodotto sviluppi anche importanti nelle attività investigative condotte. Nel corso dell’anno il sistema è stato implementato con l’acquisizione di otto nuove telecamere OCR che entro il mese di marzo saranno collocate in punti strategici del territorio individuati in collaborazione con la Prefettura.
 
L’attività d’indagine connessa è stata condotta in forma integrata con gli altri Corpi di Polizia grazie ad un sistema di allert collegato alle immagini riprese dalle telecamere, oltre cinquanta, posizionate su tutto il territorio comunale. Tale impegno ha consentito l’individuazione di mezzi collegati a reati consumati e sui quali erano in corso indagini e la registrazione/segnalazione in tempo reale del passaggio di mezzi oggetto di furto. Il tutto ha reso possibile interventi tempestivi e, nella maggioranza dei casi, risolutivi. Il numero di furti e rapine registrate sul territorio ha visto un significativo decremento secondo una percentuale che si aggira intorno al 33%. Si è infatti passati dai 293 casi denunciati nel 2016 ai 196 del 2017.
In totale le informative di reato trasmesse all’Autorità Giudiziaria sono state 45 contro le 36 dell’anno precedente.
 
A tutto ciò va aggiunta l’attività di polizia giudiziaria e l’opera di prevenzione sul territorio concentrata soprattutto, ma non esclusivamente, nelle località e negli orari individuati come “a maggiore rischio” a seguito di un accurato vaglio delle segnalazioni pervenute.
 
Sono anche stati garantiti sopralluoghi di verifica ed accertamenti in materia ambientale ed un costante monitoraggio del territorio anche allo scopo di prevenire e scongiurare, ove possibile, l’insorgere di eventi calamitosi che negli anni passati hanno segnato il territorio. 12 le violazioni contestate e legate all’abbandono di rifiuti su suolo pubblico o al loro non corretto smaltimento, n. 4 le violazioni per mancata / non corretta pulizia dei fondi privati o per inosservanza delle norme fissate dal Regolamento e n. 2 le violazioni amministrative legate alla non corretta detenzione o registrazione di animali.
2 sono stati gli accertamenti che hanno portato al segnalazioni di notizie di reato per materie ambientali all’Autorità Giudiziaria.
 
Ed ancora, controllo in materia commerciale con oltre 40 pratiche e 72 violazioni che hanno determinato sanzioni per un importo di euro. 17.384,67.
E’ pure continuata, nel corso dell’anno 2017, l’attività connessa al “dopo-sisma” con la gestione delle pratiche di contributi per autonoma sistemazione in stretto coordinamento con la Regione.
Uno sforzo ulteriore ed importante in termini di impegno e professionalità è stato pure profuso per garantire supporto e collaborazione all’istituito Ufficio Sisma dell’Ente.
 
“Accanto al gran lavoro fatto dalla Polizia Locale sul fronte sicurezza – dice in merito il Sindaco, Alessio Terrenzi – vorrei anche ricordare l’impegno messo in campo dai cittadini nel così detto controllo del vicinato. Si tratta di comitati spontanei che, seppur non ufficializzati con statuti o atti simili, operano almeno da un anno nei vari quartieri cittadini sul fronte della sicurezza: a Bivio Cascinare, in zona Angeli e in zona Celeste”.
Letture:1096
Data pubblicazione : 22/02/2018 12:53
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications