Attualità
“A lezione con i Piceni”: l’Istituto Artigianelli di Fermo all’opera per realizzare gli oggetti simbolo dell’antica civiltà

Venerdì scorso il Comune di Belmonte Piceno ha incontrato l’Istituto Artigianelli di Fermo per dare il via al progetto di riproduzione di quattro oggetti della civiltà picena.

“A lezione con i Piceni”: l’Istituto Artigianelli di Fermo all’opera per realizzare gli oggetti simbolo dell’antica civiltà

L’anellone piceno a sei nodi, un disco-corazza, una spada ad antenne e una calzatura utilizzata dai piceni, verranno riprodotti, con la tecnologia attuale e moderna, ma seguendo  la riproduzione fedele e storica dell’originale, dagli studenti dell’Istituto Fermano. Gli oggetti simbolo della civiltà picena verranno riprodotti entro la fine dell’anno scolastico e saranno poi esposti al Museo di Belmonte Piceno.

Il progetto, partito su iniziativa dell’antropologo Giacomo Recchioni, ha visto coinvolta anche l’archeologa Benedetta Ficcadenti, dell’Università di Firenze, che venerdì ha dato un ulteriore contributo alla conoscenza della civiltà picena, e il Sindaco di Belmonte Piceno Ivano Bascioni. L’idea rappresenta un’importante occasione per far conoscere ai giovani, ma non solo, la necropoli picena e la sua storia.

“Il progetto – ha spiegato l’antropologo Recchioni - si chiama “A lezione con i Piceni”. Due anni fa andai a Numana e vidi che c’erano delle scolaresche, provenienti dalla Cina, che, stavano guardando, con grande curiosità, le calzature dei Piceni. Dopo un anno e mezzo da quell’incontro ho avuto l’idea.”

“Sempre per restare in tema archeologico, la volontà di far nascere questo progetto – continua Recchioni  - si associa perfettamente a una frase di Plutarco che recita: “La mente non è un vaso da riempire, ma un fuoco da accendere”. Proprio questo credo che sia il punto: per me è importante che i ragazzi possano fare qualcosa di innovativo e possano ricostruire dei modelli del nostro territorio con le loro mani. La cultura è qualcosa che esula dall’aspetto biologico di ognuno di noi e anzi si tramanda attraverso il dialogo e il confronto. Esattamente il poter realizzare, e quindi conoscere questa cultura, toccandola con mano, a mio avviso, porta e conferisce ai ragazzi una passione , un fuoco che si accende.”

“Da qui nasce la collaborazione con il grandissimo Sindaco di Belmonte – spiega l’antropologo; è stato Ivano a darmi la possibilità di dare vita al progetto. Grazie a lui, i settanta ragazzi diventeranno i creatori e i fautori di un bene, un bene che, con la conclusione dell’anno scolastico, presenteranno alla comunità.”

Entrando in medias res, è stato lo stesso Recchioni a fornire ai professori, e quindi alle varie classi, le misure esatte, le percentuali dei materiali da utilizzare e tutto ciò che era necessario per la riproduzione storica e fedele degli oggetti della civiltà picena. I Professori poi, con la loro competenza e le loro conoscenze scientifiche, hanno indirizzato gli studenti nella realizzazione dei quattro lavori.

“L’Istituto Artigianelli di Fermo – ha spiegato soddisfatto Recchioni – ha le capacità tecniche che servono per realizzare questo lavoro. Inoltre, quando si incontrano collaboratori disponibili e competenti come il Comune di Belmonte e il suo Sindaco Bascioni, i progetti vanno in porto e la strada è tutta in discesa.”

“I quattro pezzi che gli studenti realizzeranno – ha concluso Recchioni – verranno poi esposti al Museo di Belmonte Piceno e i visitatori potranno toccarli con mano. Gli studenti stessi diventeranno delle piccole guide e spetterà loro condurre una piccola conferenza stampa durante la quale spiegheranno ciò che hanno appreso e conosciuto durante la realizzazione del progetto.”

A maggio inoltre verranno effettuati i primi scavi archeologici a Belmonte Piceno, con l’auspicio che il Museo diventi un punto di riferimento per la cultura picena e per l’intero territorio.

 

Letture:1229
Data pubblicazione : 20/03/2018 11:26
Scritto da : Alessandra Bastarè
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications