Attualità
Un altro passo verso il ponte ciclopedonale tra Altidona e Pedaso, ecco il progetto definitivo: ora l'appalto, poi lavori da eseguire in cinque mesi

“Se non lo vedo non ci credo”: si può sintetizzare così la reazione prevalente degli altidonesi e dei pedasini sui social dopo la notizia di qualche settimana fa della firma, da parte della Regione Marche, della convenzione attraverso la quale il personale tecnico della Tutela del territorio di Fermo (ex Genio civile) si era impegnato ad aiutare le amministrazioni comunali nelle fasi di progettazione e direzione lavori del ponte ciclopedonale tra i due paesi della Valdaso.

Un altro passo verso il ponte ciclopedonale tra Altidona e Pedaso, ecco il progetto definitivo: ora l'appalto, poi lavori da eseguire in cinque mesi

Un'opera attesa da anni, promessa e annunciata più volte ma mai realizzata: per certi versi giustificabile, quindi, lo scetticismo degli abitanti, che però a breve dovranno ricredersi.

I lavori, infatti, si faranno ed è già pronto anche il progetto definitivo: a questo punto non resta che far partire le procedure burocratiche relative all'appalto, espletate le quali si aprirà finalmente il cantiere, ragionevolmente entro la fine del 2018, secondo le previsioni del sindaco di Altidona Enrico Lanciotti.

Il nuovo ponte, che a Pedaso sbucherà dietro al supermercato Simply e a Marina di Altidona in prossimità del Parco dei Due Ponti, sorgerà a monte dell'asse feroviario, ad una distanza di circa 100 metri da esso, garantendo in questo modo la continuità tra i tratti di pista ciclabile già presenti nei rispettivi territori comunali. Il progetto prevede la costruzione di un ponte a basso impatto che, con una corsia larga tre metri, consentirà di raccordare le due sponde del fiume su una distanza di 115 metri.

Le pile in alveo saranno realizzate da singoli pali in calcestruzzo armato del diametro di 1,20 m, senza soluzione di continuità tra la parte interrata di fondazione e quella fuori terra.

L'impalcato del ponte sarà formato da una struttura in acciaio da carpenteria, zincato a caldo e con unioni bullonate in opera, costituita da due travi principali con sezione a doppio T di 80 cm di altezza, opportunamente collegate tra loro. Le travi principali, inoltre, con il solaio di calpestio posto all'intradosso, rappresenteranno anche parte delle balaustre laterali di protezione che saranno completate, fino all'altezza di 1,10 m, da tibolari e drittti anche'essi in acciaio.

Da ricordare che l'importo complessivo dell'opera è di 365.000€, metà dei quali finanziati direttamente dai due comuni (quindi poco più di 91.000 € a testa) e l'altra metà a carico del Ministero. Altidona e Pedaso, infatti, hanno partecipato con successo a uno dei bandi regionali per il cofinanziamento di interventi per la sicurezza stradale: va sottolineato, dunque, che sebbene possa sembrare che l'opera abbia prevalentemente una valenza turistica, permettendo il collegamento tra i due lungomari, in realtà lo scopo primario è quello di garantire uno sbocco sicuro alla mobilità dolce, dato che sulla SS16, che al momento rappresenta l'unica arteria di collegamento tra i due paesi, non sono presenti percorsi ciclabili protetti.

La ditta che si aggiudicherà i lavori avrà poi 150 giorni di tempo per eseguirli. La previsione, dunque, è presto fatta: quella che si avvicina a grandi passi dovrebbe essere l'ultima estate senza ponte ciclopedonale, perché dal 2019 Altidona e Pedaso saranno ancora più vicine di quanto già non lo siano.

 

Il pezzo di SS16 tra i due comuni

 

 Planimetria: prima e dopo

Letture:3599
Data pubblicazione : 15/04/2018 11:42
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Leo

    18-04-2018 16:22 - #1
    Finalmente ! anche i sogni si realizzano ...dopo 20 anni ne avevamo bisogno ... Grazie a chi lo a reso possibile.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications