Attualità
“È la Costituzione la nostra Patria”. Tra reading ed esecuzioni musicali per celebrare i 70 anni della Carta Costituente

Presentato questa mattina in conferenza stampa presso la sede della Provincia di Fermo “È la Costituzione la nostra Patria”, spettacolo previsto per venerdì 20 alle ore 21:00 al Teatro dell’Aquila di Fermo in occasione dei 70 anni dalla Costituzione Italiana.

“È la Costituzione la nostra Patria”. Tra reading ed esecuzioni musicali per celebrare i 70 anni della Carta Costituente

“Stiamo accogliendo a scuola proprio oggi alcuni ragazzi rifugiati dello SPRAR per il secondo anno – ha esordito Giuseppe Buondonno - e questo centra molto perché la Costituzione e i suoi valori si praticano tutti i giorni ma soprattutto è importante ribadire il carattere universale dei diritti che essa sancisce. Per questo ringrazio le Istituzioni, le Scuole e i ragazzi del Conservatorio, che leggeranno alcune parti del dibattito della fase costituente.”

“Vorremmo lavorare con i ragazzi – ha proseguito l’insegnante - alla creazione di una antologia sulla Costituzione; è bene che sappiano che la stessa è il frutto di un importante filone di discussione sulla democrazia. I grandi temi che abbiamo oggi davanti sono temi che hanno già una risposta e questa è scritta proprio nella Costituzione: tolleranza, eliminazione delle discriminazioni dei ogni natura, il diritto dell’essere umano a realizzare la propria personalità e felicità e il bisogno di difendere la pace, maggiormente in questo momento storico. Ricordare i 70 anni non è un atto rituale ma un atto civile importante. È un momento di grande difficoltà da tutti i punti di vista e la Costituzione deve rimanere un punto di riferimento per tutti noi: credo che il compito degli adulti sia quello di trasmettere ai ragazzi principi che devono rimanere sempre vivi.”

 

30715700_10216696229704215_5398769892457447424_n 

 

Moira Canigola, Presidente della Provincia di Fermo ha espresso la sua soddisfazione e il suo ringraziamento a tutti i partecipanti al Tavolo della Legalità per un “evento molto importante e dovuto al nostro Paese e al nostro sistema”.

“70 anni – ha continuato la Canigola - non sono pochi ma nemmeno tantissimi: la nostra è una democrazia giovane e avere una carta con dei valori così attuali da dover far conoscere ai ragazzi, credo che sia estremamente significativo. Determinati valori, che i nostri padri costituenti hanno infuso con profonda cultura, devono essere trasmessi alle nuove generazioni, le quali devono sentirsi orgogliose.”

“Sarà poi un onore – ha concluso la Canigola - ospitare il Procuratore Generale presso la Corte di Appello di Ancona, il Dottor Sottani, perché penso potrà portare un maggiore e più approfondito contenuto riguardo i principi della legalità. La gioia maggiore è pensare che le scuole secondarie di primo e secondo grado parteciperanno attivamente al reading e allo stesso modo l’Orchestra d’Archi del Conservatorio “Pergolesi” di Fermo porterà il suo contributo. Voglio infine ringraziare tutti quelli che hanno collaborato alla realizzazione dello spettacolo.”

 

30705320_10216696229944221_7639888332930940928_n 

 

Gionata Borraccini, Consigliere Provinciale con delega al Tavolo della legalità, alle parole del Presidente ha aggiunto che “Il Tavolo rappresenta questa rete di enti, associazioni e comuni che si occupano di diffondere principi fondamentali nelle nuove generazioni. Ai ragazzi viene fatto un ottimo lavoro di preparazione all’incontro che faranno e abbiamo notato che sono molto preparati sulla nostra Costituzione. Per questo motivo abbiamo deciso di allargare il progetto a tutta la cittadinanza: ci sembrava importante rinverdire la partecipazione e la consapevolezza. C’è in questo senso un rovesciamento del paradigma perché sono i proprio i giovani che insegnano ai cittadini, i quali sembrano oggi aver dimenticato determinati valori. Voglio ringraziare tutti i volontari che hanno reso realtà questo progetto e soprattutto la Professoressa Sabrina Vallesi, docente curatrice dell’evento.”

Donato Reggi, Direttore dell’Orchestra d’Archi del Conservatorio “Pergolesi” di Fermo è “onorato di poter collaborare a questa pregevole iniziativa.”

“L’organico di 32 elementi dell’Orchestra d’Archi – ha continuato Reggi - si è esibito più volte anche fuori Regione e porteremo il nostro vasto repertorio, che va dal barocco alla musica contemporanea, sul palco del Teatro dell’Aquila di Fermo. Cercheremo di dare una visione a 360 gradi della pratica della musica: dalla colonna sonora di Schindlers' list all’esecuzione di “Bella Ciao”, passando per una rivisitazione del brano “Blowin in the wind” di Bob Dylan e concludere poi con l’Inno di Mameli.”

 

30741813_10216696228904195_7421247473630314496_n 

 

Carlo Pagliacci, regista dell’evento, ha spiegato che “insieme alle insegnanti abbiamo pensato di realizzare un testo che si giovasse di un contributo importante: verrà fatto un percorso di ricostruzione del significato della Carta Costituzionale accompagnato da letture interpretate. Non sarà uno spettacolo teatrale, ma nemmeno una semplice lettura; abbiamo messo insieme le esperienze di questi ragazzi che stanno facendo un percorso di studio su quel determinato periodo. Ci concentreremo in particolare sul personaggio di Piero Calamandrei e su un discorso che fece agli studenti milanesi nel 1955. Letture e contributi video e musicali, con un finale che coinvolgerà l’intero pubblico, terranno aperto il discorso sulla Carta Costituente che è viva e presente. Un percorso importante che sottolinea la differenza tra l’essere sudditi e l’essere cittadini, quali siamo oggi, percorso portato avanti insieme a ragazzi che hanno dimostrato di avere risorse e capacità di mettersi in gioco.”

Letture:963
Data pubblicazione : 18/04/2018 13:10
Scritto da : Alessandra Bastarè
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications