Attualità
CIIP. Indetti quattro concorsi di selezione pubblica dall’Azienda che continua a investire sul miglioramento dei servizi per il Fermano

Presentati questa mattina in conferenza stampa presso la sede della CIIP spa in Contrada Ete di Fermo, i concorsi di selezione pubblica indetti dalla stessa Azienda e gli investimenti programmati nella Città di Fermo e nel territorio Fermano.

CIIP. Indetti quattro concorsi di selezione pubblica dall’Azienda che continua a investire sul miglioramento dei servizi per il Fermano

Presente il primo cittadino della Città Paolo Calcinaro, che ha esordito “soddisfatto dei lavori ben visibili che l’Azienda sta facendo in Città perché la manutenzione e l’estensione dei progetti più a lungo raggio sono fondamentali per la qualità della vita e per la strategicità, in un’ottica turistica, di Fermo. Basti pensare allo spostamento del depuratore di Lido sul basso Tenna, alle tubazioni a Salvano, ai lavori previsti per l’anello principale di condotta intorno a Fermo, agli allacci in zona Sant’Andrea, Girola, Madonnetta Ete: un confronto positivo, tutt’altro che scontato, con la CIIP.”

 

30742037_10216721025644098_1535595093451341824_n

 

Il Presidente Alati ha esordito spiegando che la CIIP ha indetto quattro avvisi di selezione per altrettante figure da inserire nell’Azienda: “Nel Fermano, a differenza del territorio Ascolano, la risposta è molto bassa. Vorrei, anche grazie all’aiuto dei mezzi di comunicazione, mettere a conoscenza i cittadini di queste opportunità.”

Stiamo parlando di quattro concorsi per un anno di contratto, prorogabile fino a 36 mesi, destinati a under 40 e 35. Addetto clientela, addetto esperto contabilità/controllo di gestione, operaio specializzato polivalente e assistente tecnico amministrativo sono i profili ricercati. Per consultare i bandi si rimanda al sito dell’Azienda: http://www.ciip.it/

 

31073083_10216721026124110_6098505766753271808_n

 

Presidente Alati che ha poi continuato ringraziando tutta la struttura dell’Azienda e soprattutto il “sostegno senza invasione di campo da parte dell’Amministrazione Comunale, come di quella Provinciale: un sostegno indirizzato al raggiungimento di soluzioni che favoriscano il processo di cambiamento positivo del territorio.”

“Senza fare campanilismi – ha proseguito Alati -  il Fermano negli anni era rimasto indietro in termini di investimenti; ad oggi abbiamo risanato completamente il territorio con interventi di milioni di euro. Veniamo da un sisma importante, non dimentichiamo questo, e a noi non è mai mancata l’acqua: abbiamo supportato e sopportato il momento e per questo ringrazio il Sindaco, soprattutto per il lavoro congiunto che è stato fatto. Nonostante questo è necessario sistemare la condotta di Pesaro, lunga circa 60/70 km, per cui saranno necessari circa 60 milioni di euro e, a fronte dei 27 assegnati, chiedo una vicinanza per quanto riguarda l’iter burocratico.”

Sono stati poi gli Ingegneri Ianni, Recanati e Fortuna ad addentrarsi in medias res parlando dei lavori su Salvano e sul collettore dell’Ete, grazie ai quali verranno risanate tutte le possibilità di sanzioni europee per la non conformità degli scarichi. Del nuovo collettore che sgraverà l’impianto di Lido di Fermo e del miglioramento della rete idrica con il nuovo anello di Fermo.

 

31052267_10216721025524095_3966954102369288192_n

 

Un’azienda che sul territorio Regionale detiene il primato per livello di investimenti che è pari a 140 milioni di euro in sette anni. “Spendere il denaro dove è giusto spenderlo – ha proseguito Alati - soprattutto per valorizzare la nostra attrattività turistica. Si stanno verificando una sintesi e un gemellaggio culturale tra il passato e quanto è invece stato fatto nel presente: ottimizzare quindi al meglio ciò che è possibile, per rendere ben fruibile la Provincia da fuori.”

Alati che ha concluso dicendo che “siamo in crisi idrica. Abbiamo già inviato tutta la documentazione alla Regione e a Roma.” “Purtroppo dal 24 agosto 2016 – gli ha fatto eco l’Ingegner Fortuna - il sisma ha modificato l’idrogeologia del nostro territorio. Per le sorgenti di Pescara e Capodacqua non ci sono stati grandi problemi ma quella di Foce di Montemonaco ha registrato danni maggiori: si è passati da 600 litri per secondo a un minimo di 250 litri per secondo. Ora siamo stabili sui 300 litri al secondo. Inoltre il 2017 è stato l’anno siccitoso per eccellenza.”

Nonostante questo però la CIIP è riuscita a garantire in modo costante e continuo il servizio idrico su tutto il territorio Fermano. Un servizio per niente scontato e per il quale lo stesso Presidente ha esortato i cittadini in vista dell’estate: “L’acqua è un bene prezioso, non sprechiamolo.”

 

 31068964_10216721023324040_3539928340469121024_n

 

Letture:3087
Data pubblicazione : 21/04/2018 15:43
Scritto da : Alessandra Bastarè
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications