Attualità
Un premio all'eccellenza della ricettività del Fermano: per 80 strutture del territorio arriva il Marchio di Qualità 2018. TUTTI I NOMI DELLE ATTIVITA' PREMIATE

4 campeggi, 14 agriturismi, 4 country House, 16 Bed&Breakfast, 12 hotel, 23 ristoranti, una residenza d'epoca, una residenza turisti, cinque stabilimenti balneari: sono queste le 80 strutture ricettive della nostra Provincia, in rappresentanza di oltre metà dei comuni (22 su 40), ad aver ricevuto il Marchio di Qualità per il 2018.

Nella grandissima maggioranza dei casi si tratta di conferme: sono infatti appena sei le attività alla loro prima candidatura e una che ha ottenuto il marchio dopo averla ripresentata.

 

Un premio all'eccellenza della ricettività del Fermano: per 80 strutture del territorio arriva il Marchio di Qualità 2018. TUTTI I NOMI DELLE ATTIVITA' PREMIATE

Questa mattina, presso la sede della Camera di Commercio di Fermo e alla presenza dei rappresentanti istituzionali dei comuni coinvolti, gli imprenditori hanno ricevuto ufficialmente questo ambito premio che attesta la qualità della loro ricettività.

“Si tratta di una certificazione importante – ha commentato il vicepresidente della Provincia di Fermo Stefano Pompozzi – perché parliamo costantemente di turismo, ma uno degli elementi fondamentali per incrementarlo è proprio la ricettività: questo riconoscimento ottenuto da così tante attività ne attesta quindi l'alta qualità nella nostra Provincia”.

E in effetti dal 2008 ad oggi il numero delle strutture del territorio ad aver ottenuto la certificazione è addirittura decuplicato: si è passati infatti dalle 8 di dieci anni fa alle 80 di quest'anno, con numeri relativi alle presenze che, ad ormai quasi due anni di distanza dalla prima scossa sismica dell'agosto 2016, stanno pian piano ricominciando a crescere. Ed è proprio su quest'ultimo aspetto che Paolo Calcinaro (sindaco di Fermo, seconda realtà più premiata con 18 strutture dietro alle 20 di Porto San Giorgio) ha voluto rivolgere un messaggio ai media anche internazionali: “Pochi giorni fa un turista americano mi ha domandato se da noi il terremoto ancora si sentisse – rivela – e allora dobbiamo chiedere ai mezzi di informazione anche del resto del mondo di allentare un po' la presa in assenza di eventi apicali: se non c'è un gentlemen's agreement su questo aspetto non è facile per le nostre attività ricominciare a lavorare e a proporre in maniera adeguata la ricettività diffusa e la qualità del food che sono elementi fondamentali dell'offerta turistica del territorio”.

 

Pompozzi a propria volta si è rivolto agli imprenditori premiati definendoli “una delle eccellenze del nostro territorio”. Un giudizio condiviso dal Presidente della Camera di Commercio di Fermo Graziano Di Battista, secondo il quale “se una provincia ha caratteristiche eccezionali come la nostra, ma chi ci opera rappresentandone il biglietto da visita non ha una certa professionalità e una struttura adeguata ai tempi che viviamo, allora quest'eccezionalità rischia di perdersi un po'”.

 

Ma come si ottiene precisamente il Marchio di Qualità? Una commissione composta da cinque persone (il presidente Sandro Coltrinari, Carola Cucchi dell'Isnart, Rossella Scuffia per Confindustria, Giuliano Remia per Confcommercio e Ignazio Pucci in rappresentanza della Regione Marche) esamina una serie di parametri, assegnando poi un punteggio ad ogni attività: se tale punteggio supera 150 per la struttura arriva la certificazione.

“Il valutatore dell'Isnart quando è necessario effettua anche delle visite direttamente in loco – spiega il presidente Coltrinari – e devo dire che ha trovato molta disponibilità da parte degli imprenditori: rispetto al passato non viene infatti più considerato un elemento di disturbo, ma viene accolto perché dà anche molti consigli e suggerimenti, in particolare a chi non è riuscito ad arrivare a quota 150 o l'ha superata per poco”.

Un esempio di uno dei consigli più frequenti? “Tenere in bella vista e a disposizione del cliente delle brochures con le peculiarità del territorio – rivela Coltrinari – perché abbiamo un patrimonio inestimabile e ogni occasione deve essere usata per metterlo in vetrina”.

In conclusione gli imprenditori premiati sono stati invitati uno a uno sul palco, accompagnati da un componente dell'amministrazione comunale del rispettivo comune, per ricevere l'ambito attestato.

 

Di seguito tutte le strutture ricettive premiate:

 

ALTIDONA: Camping Mirage (campeggio), La Vergara (Agriturismo), La Pieve (Agriturismo)

AMANDOLA: La Querceta di Marnacchia (Country House), Dimensione Natura (agriturismo)

CAMPOFLONE: Land&sea (B&B), Mare in Campagna (Agriturismo)

MONTAPPONE: Palazzo Ricucci resort (Hotel) 

FERMO: Hotel Villa Lattanzi (Hotel), Hotel Royal (Hotel), Girasole (campeggio), Ristorante Nautilus (ristorante), Locanda del Palio (ristorante), Villa Capodarco (B&B), 1912 (B&B), Porta Santa Lucia (B&B), Antica Biblioteca (B&B), A casa di Lori (B&B), La lanterna (B&B), La casa dell'Artista (B&B), Palazzo Romani Adami (Residenza d'epoca), Gran Caffè Belli (ristorante), Centro Vacanze Camping Spinnaker (campeggio), Azienda Agricola Roberto Bagalini (agriturismo), Le Terrazze (B&B)

MONTEGIORGIO: Hotel San Paolo (hotel), Hotel Oscar&Amorina (hotel), Ristorante Oscar&Amorina (ristorante), Ristorante Open (ristorante), San Nicolò (B&B), Società agricola Officina del Sole (agriturismo)

PORTO SANT'ELPIDIO: Hotel Il Gambero (hotel), Hotel Residence Holiday (residenza turistica), Centro turistico Holiday (campeggio), Ristorante Il Gambero (ristorante), Pepenero (ristorante), Girovagando (B&B)

GROTTAZZOLINAMontebello (Country house)

LAPEDONA: Il nido di Alice (B&B)

MAGLIANO DI TENNA: Osteria dell'Arco (ristorante)

MONTE GIBERTO: Alla corte di Carolina (agriturismo)

MONTE URANO: Agriturismo delle Rose (agriturismo)

MONTEGRANARO: Hotel Horizon (Hotel), Villa Bianca (ristorante), Robin Wine Bar (ristorante)

MONTELPARO: La ginestra (Ristorante)

MONTE RINALDO: Agriturismo Montorso (Agriturismo)

MONTERUBBIANO: Vento di rose (B&B), Il giogo (B&B)

ORTEZZANO: Colle indaco (country house), Vecchio gelso (agriturismo)

PETRITOLI: La scentella (B&B), Agriturismo M.E.S. (agriturismo)

PONZANO DI FERMO: Azienda agricola Il melograno (agriturismo), Oasi di Pierino (agriturismo)

PORTO SAN GIORGIO: David Palace Hotel (Hotel), Il Caminetto (Hotel), Il Timone (hotel), Rosa Meublé (hotel), L'Arcade (ristorante), Ristorante sul mare chalet Duilio (ristorante), Ristorante David Palace Hotel (ristorante), Cobà (ristorante), Il Caminetto (ristorante), Vela (ristorante), Il Faro (ristorante), Quadrifoglio (ristorante), Chalet ristorante Minonda (ristorante), Delfino Verde (ristorante), Marche Life (agriturismo), Chalet Duilio (stabilimento balneare), Vela (stabilimento balneare), Cobà Beach (stabilimento balnerare), Quadrifoglio (Stabilimento balnerare), Delfino Verde (stabilimento balneare)

SANT'ELPIDIO A MARE: La Locanda dei Matteri (ristorante), Ristorante Merendero (ristorante)

SERVIGLIANO: Villa Funari (Country house), Angela Garden (B&B)

 

Certificato_di_qualitA_

 

 

Certificato_di_qualitA__2

Letture:3885
Data pubblicazione : 28/05/2018 12:10
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications