Attualità
Intercultura. Tre gli studenti fermani che partiranno per il progetto di scambio interculturale e per un’esperienza che “dura tutta la vita”

Si è svolta questa mattina presso la Sala Consiliare della provincia di Fermo la premiazione degli studenti, della provincia stessa e di quelle di Ascoli Piceno e Macerata, vincitori del concorso indetto dall’Associazione Intercultura volto a far trascorrere ai ragazzi un periodo di scambio all’estero.

Intercultura. Tre gli studenti fermani che partiranno per il progetto di scambio interculturale e per un’esperienza che “dura tutta la vita”

“Benvenuti qui in Provincia e lasciatemi dire che è davvero bello vedere questa sala piena di giovani. Il nostro vuole essere un messaggio di vicinanza a voi che siete il nostro futuro, la nostra forza e il nostro investimento: siete la parte più bella e importante e spero sarete quella parte che porterà il nostro Paese fuori dalla situazione difficile in cui siamo ora” sono state queste le parole di saluto della Presidente della Provincia Moira Canigola.

“Vi faccio i miei complimenti per aver vinto il progetto Intercultura, un progetto che vi farà relazionare con il mondo che vi circonda – ha proseguito la Canigola. Intercultura trasmette un importante valore: essere aperti a tutto ciò che è la conoscenza. È fondamentale per la vostra formazione che, in questo momento della vostra vita, possiate vivere dei periodi più o meno lunghi all’estero. Oggi il potere di Internet vi permette di conoscere, ma vivere determinate esperienze con un contatto diretto è qualcosa di completamente diverso.”

“Infine lasciatemi fare i complimenti all’Associazione Intercultura, che ha svolto un lavoro eccezionale, di volontariato, di accoglienza e di preparazione. Un grande in bocca al lupo a tutti voi per la partenza e a chi rimane auguro di avere sempre la voglia di intraprendere percorsi di questo tipo. Spero davvero che il periodo che avete trascorso qui lo ricorderete sempre con positività” Ha concluso la Presidente.

La Presidente del Centro Intercultura, Rosemary Falzolgher Pohl, ha ringraziato tutte le istituzioni presenti per la possibilità offerta ai ragazzi di “allargare i confini del nostro comune in un mondo sempre più globalizzato”.

Il vice Sindaco di Fermo, Francesco Trasatti, ha continuato: “Ho avuto la fortuna di vedere nascere e crescere il gruppo Intercultura di Fermo. Ogni volta ho cercato di essere sempre presente a ogni iniziativa e con piacere noto che ne siamo sempre di più. Personalmente ho vissuto in Danimarca durante il periodo della stesura della mia tesi di laurea, in Spagna con il progetto Leonardo e sono stato in Ecuador per un progetto di volontariato; ho sempre approfittato di tutto ciò che l’Europa può offrirmi e aver vissuto queste esperienze ha rappresentato per me qualcosa di straordinario. Questa esperienza ci aiuterà a vedere il mondo con occhi diversi, con occhi più profondi: questo fa la differenza rispetto alla superficialità di cui il mondo è pieno. L’energia che c’è è straordinaria e il mio augurio è che  questo entusiasmo vi accompagni per tutta la vita.”

La parola infine al Dottor Alessio Giusti, animatore di zona di Intercultura, che coordina una vasta zona che parte da Piacenza e arriva ad Ascoli Piceno. “Da 103 anni portiamo avanti progetti di contatto e di scambio tra culture differenti. Nel 1915 dei soldati americani decisero di andare in Europa per dare un contributo con un’ambulanza da campo ai soldati italiani. Alla fine della Seconda Guerra Mondiale si chiesero come si poteva portare avanti la missione dell’Associazione perché ciò che ne era nato, era un incontro tra persone che avevano origini e culture diverse ma che riuscirono comunque a trovare un denominatore comune in quella situazione di difficoltà. Nel 1955 il progetto proseguì sotto il nome di Intercultura.”

Si è passati poi alla consegna degli attestati. Per Fermo il riconoscimento è andato a Nicolò Crosta del Liceo Classico che partirà per la Francia; a Indhia Dimarti del Liceo Scientifico che andrà in Ghana e a Elena Jommi, del Liceo Scientifico di Fermo, che andrà in America.

Riconoscimenti consegnati anche ai cinque ragazzi che hanno passato un periodo qui in Italia e in particolare nelle Marche: Jana Ghesquiere dal Belgio, Ana Carolina Castro dal Brasile, Emmachristine Stubberud dalla Norvegia, Sebastian Dalgaard Bak dalla Danimarca.  

Letture:2010
Data pubblicazione : 28/05/2018 17:47
Scritto da : Alessandra Bastarè
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications