Attualità
Asse Viario Monti-Mare, la Marcozzi in consiglio regionale: "Ad oggi solo ipotesi senza garanzie, ma le aree colpite dal sisma hanno bisogno di certezze"

"Lo scorso mese di aprile ho presentato un’interrogazione sul progetto di realizzazione della strada Monti-Mare. Gli eventi sismici registrati nelle Marche nel 2016 e nel 2017 hanno infatti arrecato enormi danni, oltre che strutturali, anche in termini di collegamenti con le zone dell’entroterra fermano che hanno maggiormente pagato gli effetti devastanti del terremoto". A parlare è Jessica Marcozzi, coordinatrice provinciale di Forza Italia e capogruppo del partito in consiglio regionale.

Asse Viario Monti-Mare, la Marcozzi in consiglio regionale:

"Svariate vie di collegamento sono tuttora non transitabili - conitnua la Marcozzi -. Precario e pericoloso è il transito lungo la provinciale Servigliano-Amandola, unica via di penetrazione verso l’entroterra fermano. Il rilancio dei territori montani, però, passa inevitabilmente dal ripristino e dal potenziamento delle vie di collegamento, anche con la costa. L’Amministrazione regionale si è espressa riguardo l’intenzione di inserire nel Bilancio 2018 una quota parte del FSC (Fondo di Sviluppo e Coesione), pari a 15 milioni di euro, aumentato a seguito del sisma, nell’ambito del Par-Fas 2014-2020, per la direttrice Monti-Mare che collega Amandola a Porto Sant’Elpidio. La Provincia di Fermo ha già avuto in dono un progetto preliminare per l’adeguamento dell’asse viario in questione che collega Amandola a Servigliano, coinvolgendo anche i territori di San Ruffino e i Comuni montani di Smerillo, Montefalcone Appennino e Santa Vittoria in Matenano, interamente inseriti nell’area del cratere".


"Per questo motivo - prosegue la coordinatrice provinciale azzurra - ho chiesto al Presidente della Giunta regionale quali sono tempi e modalità di intervento nella realizzazione del primo tratto montano della Monti-Mare, tra l’altro interamente collocato nell’area di cratere, quali sono le competenze di intervento e lo stralcio operativo dei lavori secondo l’impegno tecnico-finanziario assunto e quali sono le iniziative programmatiche dell’amministrazione per ripristinare e potenziare la rete viaria regionale di collegamento tra la costa e l’entroterra. Oggi mi è stato risposto che la Regione ha proposto al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di finanziare con i FSC la viabilità di adduzione al nuovo ospedale di Fermo per 11 milioni di Euro, richiesta inserita nella Delibera CIPE 98/2017. L’intervento consiste nella realizzazione della viabilità di collegamento al nuovo ospedale previsto a Campiglione con la viabilità principale e verranno realizzati alcuni interventi di manutenzione straordinaria per migliorare la scorrevolezza stradale e ridurre la pericolosità in alcuni tratti della Monti-Mare che collega il capoluogo con i territori montani. Mi è stato anche detto che la Regione potrà attuare l’intervento attraverso convenzione con altri soggetti pubblici sub-regionali non appena la Delibera Cipe verrà pubblicata. Solo a quel punto si regolamenterà l’attuazione dell’intervento e si stabiliranno competenze e priorità infrastrutturali. Una risposta a mio parere non sufficiente, che rimanda la definizione dell’opera a future ipotesi di intervento senza dare garanzie su cosa é stato proposto e verrà eseguito.
E’ imprescindibile un intervento, ad oggi però ancora interlocutorio e soprattutto non preciso, che possa garantire alle popolazioni dei territori delle aree interne colpite dal sisma una certezza di attenzione e di futuro, necessario sviluppo. Una risposta ancora aleatoria e senza cronoprogramma a cui esigo, visto il lungo tempo trascorso, chiarimenti e precisi impegni da parte della Giunta regionale".

Letture:1086
Data pubblicazione : 29/05/2018 17:26
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications