Attualità
Sprar. Gramegna risponde alla Vitturini: "La consigliera non sa di cosa parla: è avvilente sia stata Assessore ai Servizi Sociali"

“‘È un pericolo per la sicurezza per cui i finanziamento allo SPRAR andrebbero tagliati’: più o meno queste le parole con cui la consigliera Maria Lina Vitturini, in sede di dibattito sul consuntivo 2017, lunedì sera in Consiglio comunale, ha contestato i 26.000 mila euro stanziati dalla Regione per lo Sprar, sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati.” Questo è quanto si legge ne Il Resto del Carlino di oggi. Affermazioni che hanno rappresentato un momento caldo della seduta e alle quali il vicesindaco e Assessore ai Servizi Sociali di Porto San Giorgio, Francesco Gramegna, ha risposto oggi a margine della conferenza stampa “Salute in cammino”.

Sprar. Gramegna risponde alla Vitturini:

"È avvilente che la consigliera sia stata assessore ai servizi sociali, molto probabilmente non sa cosa sia lo Sprar. Lo Sprar porta avanti dei progetti, sei ordinari e uno di disagio, rivolti a rifugiati politici e richiedenti asilo, forse la consigliera non è mai entrata in un ufficio Sprar altrimenti saprebbe cosa si fa all'interno di questi progetti, sovvenzionati dal Ministero dell'Interno."

"Solo una volta in tre anni la consigliera era presente alle riunioni di ambito - ha continuato Gramegna. Dunque credo sia meglio non parlare di cose che non si sanno e informarsi."

"Il progetto Sprar - ha poi spiegato il vicesindaco - offre la possibilità a queste persone di fare un percorso ben definito per l’inserimento lavorativo, per accoglienza e per integrazione in città: ecco perché vivono in case e non in alberghi. Inoltre tutto ciò c'entra poco con la criminalità e la microcriminalità, oltre al fatto che la bontà di questi progetti è stata sottolineata dal fatto che il Comune ha ricevuto anche un bonus dal Ministero dell'Interno che avvalora quanto detto fino ad ora."

In conclusione Gramegna ha anche comunicato che "la città di Porto San Giorgio sta valutando con lo Sprar la possibilità di rimettere a posto dei locali per fare una sorta di prima accoglienza o un piccolo primo dormitorio."

 

L'ARTICOLO DE IL RESTO DEL CARLINO AL QUALE HA RISPOSTO IL VICESINDACOGRAMEGNA

 

ARTICOLOCARLINO

 

 

Letture:2089
Data pubblicazione : 06/06/2018 16:38
Scritto da : Alessandra Bastarè
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • ffrancesco

    07-06-2018 14:21 - #1
    Gramegna dorme e, non si è accorto che non c'è più il PD al governo.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications