Attualità
Supertestimone Caso Emmanuel. Il Consigliere Massimo Rossi rinviato a giudizio insieme ad altri cinque per diffamazione a mezzo stampa

Pisana Bachetti è una dei 12 testimoni oculari di ciò che accadde il 5 luglio 2016 in Viale Venti Settembre a Fermo, episodio durante il quale perse la vita il nigeriano Emmanuel Chidi Namdi.

Supertestimone Caso Emmanuel. Il Consigliere Massimo Rossi rinviato a giudizio insieme ad altri cinque per diffamazione a mezzo stampa

La Bachetti aveva raccontato ciò che vide quel giorno e ciò che venne poi confermato dalle indagini e dal magistrato inquirente, che stabilì la totale attendibilità della donna, contrariamente a ciò che dichiarò la compagna della vittima e cioè che in seguito all’epiteto razzista rivolto alla donna “uno dei due aggressori ha estratto un palo della segnaletica stradale per colpire ripetutamente Emmanuel”. Versione che venne appunto smentita dagli inquirenti.

Ciò a cui si fa esattamente riferimento per quanto riguarda la denuncia, arrivata sul tavolo della Procura di Ascoli Piceno, è un post Facebook del consigliere Rossi in cui si legge esattamente: “Un paio di anni fa raccontò di quando i cinesi prendevano i gatti coi retini per mangiarli. Purtroppo stavolta in ballo non c’è la sorte di amabili micetti, ma la vita di un essere umano, la cui unica colpa è stata quella di cercare protezione in un paese in cui spargere impunemente dai media e dai banchi parlamentari, razzismo e xenofobia sulle teste vuote dei milioni di italiani, è pane quotidiano.” Sotto al post comparvero poi alcuni commenti sulla reputazione della Bachetti, tra questi: “Se non dovesse pensarci la giustizia, dovremmo pensarci noi e chi di noi la conosce.”

Dopo aver raccontato la verità su quanto visto il 5 luglio, la Bachetti venne presa di mira da alcune persone. Come ci racconta lei stessa fu costretta a rimandare l’inaugurazione del suo negozio di qualche settimana e ricevette addirittura minacce di morte sia telefonicamente sia via web.

Ora il consigliere Rossi insieme, ad altre cinque persone, dovrà rispondere dell’accusa di diffamazione a mezzo stampa e internet. La data di inizio del processo è fissata per il 4 febbraio 2019 e la stessa Bachetti ha commentato in modo lapidario la decisione: “Sarò presente il 4 febbraio e l’unica cosa che dico è che confido nella giustizia e continuo a confidarci.”

Letture:3253
Data pubblicazione : 08/06/2018 11:37
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • E ADESSO?

    08-06-2018 12:29 - #1
    E adesso l' esimio Consigliere nonchè Professore che farà? Si atteggerà a novello perseguitato politico ? Giocherà al "piccolo Brigatista de noantri" rilasciando lamentose e piagnucolose interviste giornalistico radiofoniche perchè ce l' hanno tutti con lui-che-essendo-di-sinistra-progressista-è-gia'-perfetto-così o se ne andrà a processo come qualsiasi miserabile e comunissimo cittadino italiano al quale capiti di incappare negli inghippi della giustizia? E ribadirà la sua fiducia nella Giustizia democratica e uguale per tutti o recriminerà contro il Potere oppressivo che non sa distinguere tra la libera espressione di critica nei confronti di chi pretende di adempiere ad un dovere civico (una volta tanto !) e non capisce che i super intellettuali progressisti possono sparlare e criticare tutto e tutti nel modo peggiore, ma non sono mai assolutamente responsabili di ciò che dicono, pensano e fanno? Oppure si appellerà al supremo giudizio politico della Storia che gli darà ragione?
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications